Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Macerata


Violenze e minacce di morte di fronte ai figli, condannato

L'uomo di 31 anni è stato condannato a 1 anno e 4 mesi e dovrà svolgere un percorso di recupero

Scopre che la sua compagna con cui si è già separato ha un altro uomo e lui la minaccia. Il caso finito in Tribunale e ieri è arrivata la sentenza nei confronti di un uomo di 31 anni residente nell’entroterra maceratese già accusato di stalking, che ha patteggiato un anno e quattro mesi di reclusione. Ovviamente per effetto dei benefici di legge, la pensa è stata sospesa a patto che l’uomo segue dei corsi di recupero presso associazioni convenzionate e si sottoponga all’assistenza psicologica.

 

I fatti sono maturati fra il 2020 e il 2022, secondo quando denunciato dalla donna. Sembra che durante una vacanza nell’estate del 2020, la donna dopo una violenta lite, venne schiaffeggiata provocandone una ferita la volto. Nei mesi successivi la donne avrebbe subite continue violenze psicologiche dal compagno. La classica goccia che ha fatto traboccare il vaso, quando la donna confidò al compagno di aver intrapreso una nuova relazione sentimentale, la reazione dell’uomo fu immediata prendendo a calci e pugni la donna di fronte ai propri figli, arrivando a minacciarla di morte. Soprusi che sono seguiti anche nei mesi successivi, fino alla sentenza di ieri.

Print Friendly and PDF


Free Image Hosting at FunkyIMG.com
  Scritto da La Redazione il 22/09/2023
 

Altri articoli dalla provincia...




Vai all'edizione provinciale
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,02841 secondi