Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Ancona


FC OSIMO. E' guerra con l'Osimana per gli impianti cittadini

Il comunicato

Riceviamo e pubblichiamo un Comunicato Ufficiale inviatoci dalla società FC Osimo 2011, che intende portare alla luce il contrasto con la USD Osimana, in merito alla gestione degli impianti di gioco.

Oggetto: Assurdo e incomprensibile. L’Osimana nella persona del suo presidente Antonio Campanelli vieta all’FC Osimo di giocare la finale play-off al Santilli e obbliga l’FC Osimo ad emigrare.

La società FC Osimo 2011, società calcistica di Osimo, con sede in via Marco Polo, si trova in una situazione estremamente imbarazzante, assurda e incomprensibile. Contro ogni logica, una squadra di Osimo che si trova a disputare la finale dei play-off del campionato di Seconda categoria, orgoglio per la città stessa, si vede negato l’uso del campo per una decisione inqualificabile, pretestuosa, vendicativa e dannosa, del presidente dell’Osimana signor Campanelli Antonio. Il massimo dirigente dell’Osimana ha vietato l’ingresso nell’impianto di gioco alla FC Osimo per gli allenamenti e nega la disponibilità per la disputa della finale play-off che l’Fc Osimo dovrà disputare il 25 maggio, alle ore 16:30, contro la vincente dello spareggio tra Loreto e SA Castelfidardo. Tale comportamento crea alla nostra società grossissime difficoltà, anche economiche, costringendoci a dover emigrare in campi di paesi vicini, non potendo usufruire dell’impianto del Santilli che l’Osimana ci aveva concesso all’inizio del campionato.

Ora con una decisione unilaterale, inverosimile e ingiusta, sono stati chiusi i battenti per motivi futili, chiaramente sormontabili, ma il signor Campanelli Antonio che si crede il padre padrone dell’Osimana, si permette di stracciare accordi già presi in precedenza con la società FC Osimo 2011, fregandosene dei problemi che sta creando alla società, costretta ad emigrare in altri campi. Ma vi sembra giusto che, accordi presi in precedenza, possano essere calpestati e diventare carta straccia, impedendo dei diritti acquisiti in precedenza? Facciamo anche presente che l’Osimana, gestore dei campi di Osimo, pone tariffe al di sopra delle tabelle comunali e pretende il pagamento di tali somme. La società FC Osimo 2011 ha garantito di pagare ed ora si trova senza un campo di gioco per disputare la finale di un play-off.

Anche il Comune, attraverso il sindaco Simone Pugnaloni all’ultimo mandato, se ne frega di entrare in questa diatriba e non impone alla società Osimana di onorare gli impegni presi in precedenza. E’ uno scandalo enorme per la città di Osimo che vede una sua squadra dover emigrare in altri campi per la disputa della finale playoff. Nessuno che abbia a cuore le sorti di una società di Osimo, dove evidentemente c’è solo una squadra che conta, cioè l’Osimana. Mi chiedo, ma le altre società non hanno gli stessi diritti dell’Osimana? Considerate pure che pretendono dei soldi e ci fanno allenare in base ai loro capricci, cioè non prima delle 20:30 di giovedì. Noi invece crediamo che pagando abbiamo anche il diritto di scegliere il giorno e l’orario per allenarci ed è l’Osimana, dovendo dare spazio ad altre realtà, a dover adeguarsi spostando per un giorno l’orario di allenamento.

Ma con il signor Campanelli è una battaglia persa e a noi questa cosa non sta bene. Abbiamo gli stessi loro obblighi e doveri e, questa guerra che ci stanno facendo, non fa di certo bene alla città di Osimo che merita altri personaggi alla guida di società sportive o enti e non pseudo presidenti. Chiediamo che venga ripristinato lo status quo e che ci sia permesso di allenarci il giovedì alle 19:30, giocando le partite casalinghe al sabato, come da accordi iniziali. Se questo non avverrà e non ci sarà restituita la disponibilità del Santilli per la finale play-off, adiremo alle vie legali per tutelare i nostri interessi, coinvolgendo l’Osimana e il suo rappresentante Antonio Campanelli, nonché il Comune di Osimo per inefficienza e per mancanza di controlli sulle tariffe comunali per la gestione dei campi che l’Osimana ha notevolmente aumentato a proprio vantaggio.

Quindi chiedo che al più presto si torni alla normalità, anche per avere idee chiare su dove giocare questi play-off il 25 maggio (al Santilli o al Diana). Qualora ciò non accadesse ci vedremo costretti ad emigrare in altri campi, ma aspettatevi una bella denuncia per abuso di potere. Vogliamo conferme entro questa settimana, perché nel caso l’Osimana si ostinasse ancora a non concedere il campo di gioco, dovremo comunicare al Comitato Regionale della FIGC la nuova ubicazione per la disputa della partita.

Sono Giampaolini Vinicio, segretario della FC Osimo, stanchissimo di questa guerra che l’Osimana sta portando avanti da qualche anno a questa parte. Poteva essere una bella immagine di Osimo vedere due squadre che si battono per obiettivi importanti, ma l’incompetenza, l’invidia, la cattiveria di certa gente, facente parte del direttivo dell’Osimana, ci nega l’utilizzo di un campo che dall’inizio della stagione ci è stato da loro concesso, mentre ora arbitrariamente ci viene tolto, mettendoci in grosse difficoltà per trovare un campo ed impedendoci di disputare la gara davanti ai nostri tifosi.

Nella richiesta fatta ad inizio anno all’Osimana c’è l’ultima riga molto importante che dice: “...per tutta la stagione sportiva l’impianto del Santilli è a disposizione della società FC Osimo...” Vogliamo sperare che il Sig. Campanelli e la società Osimana rileggano il nulla osta che hanno concesso e che ora arbitrariamente tolgono, vietando di fatto all’FC Osimo di disputare la finale play-off in una struttura osimana. O Santilli o Diana. Osimo credo che non sia solo Osimana, ci sono altre realtà che hanno i loro stessi diritti e non parliamo poi degli aiuti che l’Amministrazione Comunale elargisce a mani piene ad ogni richiesta dell’Osimana.

I diritti sono di tutti e non solo di pochi e noi non chiediamo altro che anche i nostri siano tutelati. Quello che ci amareggia di più è che il Comune, proprietario dei campi, non si faccia sentire e non dia indicazioni chiare per l’FC Osimo 2011 che merita rispetto. Siamo stati presi a pesci in faccia da un personaggio come il presidente Antonio Campanelli, il quale crede che la società sia sua e che possa fare tutto ciò che vuole. Ma lo statuto in questa società esiste? Le decisioni non vengono prese collegialmente? I verbali delle riunioni si fanno o è solo Campanelli che decide? Gli altri consiglieri che potere di parola hanno? Io credo nessuna. Lui ordina, comanda e pretende. Non funziona così una squadra di calcio e se lasciasse il suo posto a qualcuno più competente se ne avvantaggerebbero tutti.
Cordiali Saluti
Vinicio Giampaolini
Segretario Fc Osimo 2011
Delegato alla firma dalla FIGC

Print Friendly and PDF


Free Image Hosting at FunkyIMG.com
  Scritto da La Redazione il 15/05/2024
 

Altri articoli dalla provincia...



SAN BIAGIO. Sfilza di riconferme dopo il ritorno in Prima Categoria

Il San Biagio riparte dallo straordinario gruppo che ha vinto la stagione scorsa prima la Coppa Marche e poi il campionato di Seconda categoria. Per affrontare al meglio il ritorno in Prima Categoria, dove il Galletto ha militato per 15 anni negli ultimi 18, la società ha voluto prima di tutto rinnovare l’accordo con quasi tutti i protagonisti dell...leggi
13/06/2024

JESINA. Tifosi all'attacco: "Siete una vergogna per questa piazza"

Società della Jesina ancora sotto attacco. Il tifo organizzato biancorosso "...eppure il vento soffia ancora..." ha diramato un comunicato nel quale ribadisce la propria ostilità nei confronti degli attuali vertici societari. Il comunicato Vogliamo che sia chiara la nostra posizione. Non importa se ci sarà i...leggi
12/06/2024

OSIMANA. Alessandroni ancora giallorosso

Altra conferma di peso in casa Osimana con Lorenzo Alessandroni. Uno dei protagonisti della passata stagione vestirà ancora la casacca giallorossa, con la voglia di fare bene e confermare quanto di buono fatto nell’ultima annata sportiva.“Mi ha spinto a rimanere l’attaccamento a questa maglia, i compagni di squadra, la dirigen...leggi
12/06/2024

JESINA. In difesa ecco Cristiano Lapi

Rinforzo in difesa per la Jesina. Dopo un lungo peregrinare, indosserà per la prima volta la maglia biancorossa lo jesino Cristiano Lapi. Il difensore centrale, classe 1989, è un veterano del calcio marchigiano con oltre 300 presenze tra Serie D, Eccellenza e Promozione. Nell'ultima stagione ha vinto il campionato di Promozione Girone B con il Mat...leggi
12/06/2024

CORINALDO. Si dividono le strade con i tecnici Giuliani e Bonvini

CORINALDO. Attraverso un post sulla pagina Instagram della società, il presidente Tonino Dominici del Corinaldo informa sulla separazione dalla guida tecnica. "La società Corinaldo Calcio FC ringrazia Gianluca Giuliani (foto) e Giovanni Bonvini per il lavoro svolto nella conduzione della prima...leggi
11/06/2024


BORGO MINONNA. Colpo davanti: arriva un giovane da categoria superiore

Bomba annunciata dal Borgo Minonna. La società si è assicurata le prestazioni del giovane attaccante Giulio Piermettei. Il classe 2003, strappato a una concorrenza di tante squadre anche di categoria superiore, approda in Prima Categoria dopo i trascorsi al Marina Calcio tra Eccellenza e Promozione....leggi
11/06/2024

CASTELFIDARDO. Giuliodori: "C'è tanta fiducia per la gara di ritorno"

C'è ancora speranza per il Castelfidardo di agganciare il treno per il prossimo campionato di Serie D. Il tecnico dei biancoverdi Marco Giulioodori ha parlato dopo la sconfitta per 2-1 nella finale d'andata contro lo Zenith Prato. “Il gol di Evangelisti nel finale è stato importante in vista del match di ritorn...leggi
10/06/2024

CAMERATESE. Novità in panchina: "Qui per la mia idea di calcio"

La US Cameratese comunica che per la prossima stagione mister Vitaliano Cosentino sarà alla guida della squadra.Le parole del tecnico Cosentino: "Nella scelta della prossima squadra, la categoria di appartenenza non era la cosa più importante. Cercavo un buon campo di gioco, fondamentale per la mia idea di calcio, una società in grado...leggi
09/06/2024

OSIMANA. Davide Tedoldi torna nella famiglia giallorossa

L'Osimana ha ufficializzato il ritorno di Davide Tedoldi che darà parte del settore giovanile giallorosso e collaborerà con lo staff tecnico dellaprima squadra. «Stanno iniziando i vari tornei e le amichevoli di giugno, poi staccheremo un po’ la spina» spiega il responsabile del settore giovanile Francesco Bellucci...leggi
08/06/2024

JESINA. Ufficiale: nuovo direttore sportivo e nuovo allenatore

La AS Jesina comunica che il ruolo di direttore sportivo sarà affidato a Yassine Belkaid (foto sx). Yassine lascia dunque il calcio giocato con l’ultima esperienza lo scorso anno a Jesi e da qui inizierà una nuova carriera sportiva con un incarico dirigenziale.La società comunica, inoltre, di aver trovato l’accord...leggi
08/06/2024

CASTELFIDARDO. 180 minuti dalla Serie D: ostacolo Zenith Prato

Il Castelfidardo è arrivato all’ultimo doppio confronto della stagione. Quello che può decidere tutto e dare una valenza ancora più determinante a questa annata sportiva. Domenica 9 giugno, alle ore 16.00, i fidardensi in quel di Prato affronteranno il primo dei due confronti contro lo Zenith, per dec...leggi
08/06/2024

FABRIANO CERRETO. Ufficiale: addio con Tiranti, ecco il nuovo tecnico

Il Fabriano Cerreto appena tornato in Eccellenza ha annunciato la novità in panchina. Dopo la scelta di mister Stefano Tiranti di non proseguire dopo la vittoria del campionato di Promozione, la società biancorossonera ha affidato la guida tecnica al 44enne Riccardo Caporali, la scorsa stagione alla guida del Lama...leggi
08/06/2024

VILLA MUSONE. Conferma anche per il portiere Raccio

Il Villa Musone prosegue nell’allestimento dell’organico puntando ancora una volta su alcuni volti di riferimento in casa gialloblu. Uno di questi è Lorenzo Raccio, portiere classe 2002, cresciuto calcisticamente nel Villa Musone prima di approdare nelle categorie superiori tra Fermana e Sangiustese: la scorsa stagione c’è stato ...leggi
07/06/2024

REAL PORTO SENIGALLIA. Panchina a Curzi e colpo davanti

Prime manovre annunciate dal Real Porto Senigallia in vista del prossimo campionato di Terza Categoria. Nei giorni scorsi la società ha affidato la panchina al giovanissimo allenatore ex Olimpia Ostra Vetere Enrico Curzi (foto) che sarà affiancato dal suo collaboratore Roberto Montesi. Ufficializzato anche il primo colpo di mercato: Michele Nobili...leggi
06/06/2024


Vai all'edizione provinciale
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,14220 secondi