Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Macerata


Ricatto hard, per togliere le foto dal web chiede 4.000 euro

Le vittime due sorelle, carabiniere arrestato

Tenta di estorcere denaro ad una donna ricattandola con foto hard, in manette finisce un carabiniere. I fatti risalgono alla settimana scorsa nel maceratese, due sorelle 30enni alla fina hanno trovato il coraggio, dopo essersi confidate con il legale di fiducia di denunciare l’accaduto alla polizia. Sembra dalla prima ricostruzione dei fatti, che un carabiniere di 49 anni, fra le altre cose parente delle due vittime, avrebbe contattato le due sorelle dicendo di aver trovato su Internet delle foto compromettenti, sembra che alcune fossero dei fotomontaggi altre più credibili, fatto sta che una delle due sorelle ha troncato subito la questione, la seconda invece no. Quindi l’uomo avrebbe chiesto 2.000 euro per rimuovere le foto da Internet; in sostanza per far rimuovere le foto di entrambe 4.000 euro.

 

Subito sono partite le indagini da parte della Questura di Macerata, poi ieri mattina è scattata l’operazione. Una delle sorelle avrebbe invitato il carabiniere a casa spiegandogli che avrebbe pagato. Ma nell’appartamento ben nascosti c’erano anche alcuni agenti della polizia, che hanno atteso che avvenisse lo scambio di denaro e quindi sono intervenuti arrestando il carabiniere che ora si trova nel carcere di Marino del Tronto in attesa dell’udienza di convalida. Il cellulare e il Pc dell’uomo sono stati sequestrati per ulteriori indagini.

 

Print Friendly and PDF


Free Image Hosting at FunkyIMG.com
  Scritto da La Redazione il 09/05/2024
 

Altri articoli dalla provincia...




Vai all'edizione provinciale
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,06700 secondi