Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI AMATORI    

"Maceratese, almeno la Serie D. Per l'Eccellenza dico Montegiorgio"

L'analisi di Claudio Cicchi sulla crisi dei grandi club marchigiani e un pronostico sul massimo torneo regionale

  Scritto da La Redazione il 07/08/2017

Si avvia alla seconda stagione da direttore sportivo del Martinsicuro (Eccellenza abruzzese) ma nelle Marche ha lasciato il segno vincendo i massimi campionati regionali con Vis Stella, Centobuchi, Maceratese e Folgore e gli piange il cuore vedere grandi piazze come Ancona, Maceratese e Civitanovese in difficoltà. "Fa male soprattutto al calcio marchigiano - sottolinea l'esperto dirigente Claudio Cicchi (foto) - club che hanno fatto la Serie A come l'Ancona che quasi a metà agosto non ha ancora disegnato un proprio futuro e rischia di sparire. A Macerata invece so che si stanno attivando degli imprenditori come Gagliardini, Mosca e Paci e sono convnto che con il sostegno del meraviglioso pubblico e dell'appoggio del sindaco Carancini possa quanto meno iscriversi in Serie D, sarebbe il minimo. In ogni piazza c'è bisogno comunque di persone serie, competenti e motivate - evidenzia Cicchi - mi riferisco ad Ancona a gente come Shiavoni e Marinelli che ho avuto il piacere di conoscere, o a Macerata con l'avvento della Tardella che comunque ha ripreso una società in difficoltà portandola in Lega Pro. Civitanovese? Anche qui in passato si sono succeduti tanti presidenti che hanno pensato solo a propri interessi, se pensate che hanno contestato Antonelli che invece si era comportato più che bene ridando smalto alla società... Nella mia carriera ho sempre sognato di lavorare a Civitanova, piazza calda, tifosi appassionati. Il mio augurio è che questi tre club possano trovare persone serie e ripartire da categorie consone alla loro storia, ma bisogna fare in fretta".

Differenze tra il calcio marchigiano e quello abruzzese? "Nelle Marche le squadre di Eccellenza sono attrezzate ma c'è maggiore equilibrio - puntualizza Cicchi - in Abruzzo si spende di più e le pretendenti alla vittoria finale sono sempre tante. A Martinsicuro puntiamo a lavorare con i giovani che grazie al nostro grande allenatore Guido Di Fabio sanno crescere bene, l'anno scorso ne abbiamo lanciati 3 in categorie superiori. Per questa stagione c'è la concorrenza del Chieti e soprattutto del Giulianova di Luciano Bartolini con il quale ho lavorato alla Folgore, credo sia la favorita alla vittoria finale. A proposito di Marche: vedo bene il Montegiorgio, hanno costruito una ottima squadra e poi il tecnico Massimo Paci è una garanzia".

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 07/08/2017
Tempo esecuzione pagina: 1,01706 secondi