Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Agostinelli: "Ecco i giocatori top della Promozione"

L'analisi del direttore sportivo sul girone B

Di campionati ne ha vissuti parecchi, è stato direttore sportivo di Maceratese, Vis Macerata ed Elpidiense Cascinare. Roberto Agostinelli (foto) osserva il campionato di Promozione B e ammette: "E' un torneo bello, equilibrato dove c’è un’agguerrita lotta sia per i playoff sia per evitare i playout - sottolinea a Il Resto del Carlino - la differenza da adesso in poi sarà data da chi ha una rosa ampia perché ci sono da considerare gli infortuni, le squalifiche e la possibilità di cambiare volto alla squadra con i cinque cambi".
Poi schiera il suo undici preferito: "Come attaccanti dico Degano del Potenza Picena, che fa la differenza, e Aquino del Montefano; a centrocampo Gigli del Montefano e Alijevic dell’Azzurra Colli; in difesa Aquino del Chiesanuova e Monteneri del Potenza Picena; come portiere dico Recchi dell’Helvia Recina".

Per Agostinelli è il Potenza Picena la sorpresa del campionato. "Si tratta di una squadra che ha costruito la formazione attorno a un’ottima spina dorsale con Degano che rappresenta l’elemento di maggior spicco, attorno a questi elementi stanno rendendo al massimo gli altri e gli under. A tutto ciò aggiungiamoci che hanno un pubblico come pochi in categoria. Ho assistito al derby con Trodica e in Promozione difficilmente si vede tanta gente. Un episodio ha sbloccato la gara con Degano in evidenza. Sono stati tre punti d’oro per i locali perché era un derby e il Trodica del mio amico Fanì era in ripresa".
Le tre sconfitte consecutive del Chiesanuova? "In campionato possono esserci dei momenti negativi e il Chiesanuova ne è incappato ora. Conosco Travaglini e il suo gesto di rassegnare le dimissioni gli fa onore e testimonia quanto sia attaccato ai colori sociali. Non pensavo che la squadra potesse accusare questa flessione, bisogna vivere certe situazioni dal di dentro per dare dei giudizi, dall’esterno non mi aspettavo un simile calo".

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 07/02/2018
Tempo esecuzione pagina: 1,00439 secondi