Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

SERIE D. Saranno solo 5 le marchigiane al via. Non accadeva da 8 anni!

Confermate Matelica, Castelfidardo, Sangiustese e Recanatese, new entry il Montegiorgio. Tre provincie rappresentate, assenti Ascoli Piceno e Pesaro. Come nel 2010-2011 nessun capoluogo di provincia marchigiano rappresentato

  Scritto da La Redazione il 30/05/2018

Una Serie D che parlerà molto poco marchigiano quella 2018-2019. Quella che ci prepariamo ad affrontare sarà un campionato che vedrà il numero minimo di squadre marchigiane al via, appena 5. Un risultato minimo storico che non si verificava da ben 8 anni. Era infatti il 2010-2011 e le marchigiane al via rispondevano al nome di Civitanovese, Fossombrone, Jesina, Recanatese e Samb. Da li in poi numeri sempre superiori con 7 squadre nel 2012-2013, le 9 della stagione 13-14 e le 8 dello scorso anno. Non solo, in due stagioni calcistiche abbiamo toccato anche la doppia cifra erano 10 le marchigiane ai nastri di partenza nel 2014-2015 (Maceratese, Fano, Samb, Civitanovese, Matelica, Jesina, Fermana, Recanatese, Castelfidardo e Vis Pesaro) e l’anno successivo (Folgore Veregra, Monticelli, Castelfidardo, Vis Pesaro, Jesina, Recanatese, Fermana, Matelica, Fano e Samb). Numeri doppi rispetto al pacchetto attuale di squadre della nostra regione che vedrà al via Matelica, Castelfidardo, Sangiustese, Recanatese e la neopromossa Montegiorgio. Tre le provincie rappresentate: parte del leone Macerata con tre squadre, una a testa per Ancona e Fermo; assenti quelle di Ascoli Piceno (che ha perso il Monticelli retrocesso) e Pesaro, con la Vis che è volata in C. 

LE POSSIBILI VARIABILI. Tutto questo in attesa anche di un paio di verdetti: la situazione relativa al Matelica che da un lato attende le decisione del presidente Canil (un rilancio nella cittadina dell’entroterra o il passaggio eventuale a Macerata) e anche quelle in merito al possibile ripescaggio in C che vede la squadra biancorossa ottimamente piazzata, terza tra le vincenti playoff di Serie D. Da vedere anche cosa accadrà nella vicina Jesi: leoncelli retrocessi, attesi al cambio societario ma anche pronti ad una domanda di ripescaggio che li vedrebbe (con ogni probabilità) in testa alle graduatorie e molto vicini alla riammissione in D. Tutto da vedere dunque ma al momento, ufficialmente, sono 5 le squadre al via.

NESSUN CAPOLUOGO DI PROVINCIA. Non ci sarà al via nessuna squadra che rappresenta un capoluogo di provincia marchigiano dunque e anche questo è un evento assai raro: nelle ultime sette stagioni almeno un capoluogo di provincia era rappresentato. Una situazione simile risale proprio alla stagione 2010-2011, quella appunto del numero minimo di squadre al via. Corsi e ricorsi storici.

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 30/05/2018
Tempo esecuzione pagina: 1,11173 secondi