Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Ancona


Mobili: "Nelle sconfitte ho capito che l'Osimana è competitiva"

OSIMO. In attesa di riprendere il cammino in campionato dopo le battute d’arresto con Anconitana e Loreto, il tecnico dell'Osimana Roberto Mobili (foto) si mostra più carico che mai. “Non cerco alibi e mi assumo le responsabilità della sconfitta di Loreto – dice il mister dei giallorossi al sito ufficiale della società – non cerco alibi neanche riguardo al fatto che abbiamo molti giocatori infortunati e tutti in un ruolo nevralgico come la difesa. Questo fatto mi forza nelle scelte e costringe i soliti titolari a doppi turni, mentre qualcuno avrebbe bisogno di rifiatare. Tuttavia anche nelle sconfitte abbiamo dimostrato di essere competitivi con tutti, anche con le squadre come l’Anconitana, quando la sconfitta è arrivata per un fatto fortuito non addossabile ai miei ragazzi”.

Così sul ko di Loreto: "A parte quell’inizio ripresa, avevamo tenuto bene il campo per tutto il primo tempo. Poi abbiamo perso il bandolo della matassa soprattutto per colpa mia, ci tengo a dirlo. I ragazzi si stanno dannando l’anima e per questo li ringrazio. Insomma direi che queste prime quattro difficili giornate hanno lasciato comunque del positivo e possiamo affrontare chiunque a viso aperto – continua un rinfrancato Mobili – certo bisognerà stringere i denti e sacrificarsi ancora molto perché la situazione non mi consente gestioni oculate. Ma siamo pronti a lottare come abbiamo sempre fatto e sempre faremo”.

I tifosi l'arma in più. “I nostri tifosi sono fantastici ed a loro rivolgo un ringraziamento particolare perché hanno compreso il momento di incertezza e dopo la splendida coreografia del derby, ci hanno sostenuto incondizionatamente anche a Loreto ben oltre il novantesimo. Siamo in debito con loro perché non meritano le delusioni come quella dell’ultima giornata. Anche con la società ci sentiamo molto coinvolti: siamo concentrati e vogliosi di riportare subito quei risultati che merita. Domenica sarà tosta con il Marzocca, ma siamo decisi a sfruttare al meglio l’occasione per riprendere il cammino interrotto”.

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 18/10/2018
 

Altri articoli dalla provincia...










Jesina ko in casa: a fine partita giocatori a rapporto dai tifosi

JESI. Dopo tre risultati utili consecutivi la Jesina incappa in un brutto stop al "Carotti" contro l'Avezzano.Ad un primo tempo equilibrato, fa da contraltare una ripresa dove gli ospiti passano subito in vantaggio su rigore. Sterile la reazione dei leoncelli, con l'Avezzano che raddoppia nel finale.Sconfitta che ci può stare, ma a fine partita i gioca...leggi
19/11/2018









Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 3,32974 secondi