Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Ascoli Piceno


Matteo del Colorado Cafè: quando la passione è il motore dello sport

Il titolare del noto locale di Comunanza ricopre numerosi incarichi a livello sportivo. Si divide tra il bar, i campi di calcio e le palestre con una vitalità straordinaria

COMUNANZA. Tutti coloro che a vario titolo praticano sport nella zona dei Monti Sibillini o vanno da quelle parti per giocare delle gare, prima o poi si imbatteranno certamente in una persona che ha fatto dello sport una delle sue ragioni di vita. Parliamo di Matteo Ricciardi (foto) titolare del Colorado Cafè, uno dei locali più noti e frequentati nell'entroterra tra l'ascolano e il fermano. Sono molte le squadre, di diverse discipline, che trovandosi da quelle parti fanno una capatina al Colorado per una birra, una pizza o un aperitivo, sapendo di poter contare su grande cortesia e disponibilità. Il lavoro non impedisce comunque a Matteo di coltivare la sua grande possione per lo sviluppo e l'organizzazione dello sport. Di questo e di altro abbiamo discusso, ospiti del suo locale.

“Sono sempre stato un grande appassionato, specialmente del calcio, e nel corso degli anni ho maturato competenze ed amicizie che mi hanno aiutato ad inserirmi sempre in maniera maggiore nell'ambiente. Ho ricoperto anche il ruolo di presidente del Comunanza calcio, la squadra del mio paese, ma divergenze di vedute con altri dirigenti mi hanno spinto a lasciare dopo una sola stagione. In molti mi hanno cercato per dare una mano e così già dallo scorso anno ho iniziato a collaborare con diverse realtà locali”.

Era evidente che le competenze di Matteo potessero attirare l'attenzione di diverse società: “Ho iniziato quasi per scherzo e quest'anno mi ritrovo ad essere: il responsabile della segreteria dell'AS Amandola (Prima categoria) con la quale sono tesserato e per la quale seguo i tesseramenti, il lavoro di tesoreria, i rapporti con la federazione e le altre società; collaboro più o meno con le stesse mansioni con la società Sibillini United (Settore giovanile) e curo la segreteria anche della Forcese (Terza categoria), nella quale ho diversi amici e mi fa piacere dare una mano”.

Già queste tre incombenze sarebbero più che sufficienti a descrivere la mole di lavoro che si sobbarca Matteo, ma non finisce mica così: “Dall'anno scorso sono anche il presidente dell'Asd Comunanza Pallavvolo Femminile dove ero entrato per dare solo un contributo, invece nella stagione appena conclusa abbiamo vinto il campionato salendo in Prima divisione. Ovviamente l'entusiasmo è salito alle stelle, vogliamo continuare a ben figurare ed inatnto ci siamo strutturati anche con le giovanili ed al momento siamo una delle 5 società ad avere una squadra di ragazzini Under 13”.

image host
Un coinvolgimento del genere a livello dirigenziale non poteva sfuggire a coloro che hanno l'incarico di gestire lo sport a livello provinciale. Da quest'anno Matteo Ricciardi è il referente della zona montana della FIGC e collabora stabilmente con il Comitato Provinciale presieduto da Luigi Paoletti. Un riconoscimento meritato sul campo del quale il protagonista va giustamente fiero: “Mi fa piacere che la Federazione si sia accorta di me, non tanto per la mia persona ma per tutto il movimento che c'è dietro le nostre società. Ad esse ed ai dirigenti di ognuna sono profondamente grato per la fiducia che ripongono nei miei confronti, spesso si devono svolgere dei compiti delicati ed avere l'incondizionato appoggio delle società è fondamentale. E' evidente che io riesco a svolgere tutti questi lavori perchè so di poter contare su una persona straordinaria sempre al mio fianco, mia moglie Debora, che si sacrifica e realmente a volte si fa in due per permettermi di svolgere al meglio tutte le mie mansioni A lei va il primo pensiero ed il primo ringraziamento, le mie passioni sono in gran parte merito suo!”.

E proprio per non farsi mancare nulla, nel salutarci Matteo ci ricorda la sua fede ascolana da una vita: “Il mio locale è da sempre un covo bianconero, tanti tifosi vengono qui a seguire l'Ascoli sul maxischermo nel corso della stagione. Nel mio piccolo cerco anch'io di dare una mano ai bianconeri e sono orgoglioso di essere uno degli sponsor della nostra squadra per il quinto anno consecutivo”. Ecco...questo è Matteo per chi non lo avesse capito!

 

 

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 11/09/2018
 

Altri articoli dalla provincia...




Centobuchi saluta Pupi, panchina a Marco Morelli

CENTOBUCHI. La sconfitta interna contro il Santa Caterina ed i soli 5 punti in classifica dopo 7 giornate, costano la panchina del Centobuchi 1972 MP a Lucio Pupi. Al tecnico venarottese, protagonista di due ottime stagioni alla guida dell'Amandola va comunque il plauso della società: "Ringraziamo il mister per il grosso lavoro svolto, per la sua preparazione e la profo...leggi
13/11/2018




Tragedia al Santa Maria Truentina: si è spento Giacomo Caldarola

CASTEL DI LAMA. Una vera e propria tragedia ha colpito il mondo del calcio e non solo. Se n'è andato improvvisamente Giacomo Caldarola (foto), allenatore della formazione Giovanissimi del Santa Maria Truentina. Il tecnico è stato colpito da un infarto fulminante al campo "Stipa" al termine della gara al di campionato della squadra da lui...leggi
09/11/2018

Ad Acquasanta si cambia: in panchina arriva Gianni Aloisi

ACQUASANTA TERME. Dopo un avvio di stagione sotto le aspettative, l'Acquasanta neopromossa in Seconda categoria, comunica di aver interrotto il rapporto con Alessandro Bonaccorso e di aver affidato la guida tecnica della squadra a Gianni Aloisi (foto). Il tecnico, che nelle ultime stagioni ha guidato l'Offida e l'Audax Pagliare, ha già dirett...leggi
09/11/2018

Pezzoli: "Approccio ideale con il Pagliare, ora dobbiamo continuare"

PAGLIARE DEL TRONTO. Dopo un avvio sotto le aspettative, culminato con la separazione consensuale da mister Teodori, comincia finalmente a prendere forma la stagione dell’Audax Pagliare, nel girone meridionale della Seconda categoria. L’avvento di Enrico Pezzoli (foto) sulla panchina biancorossa sembra aver dato quella svol...leggi
08/11/2018

Volponi: "Una Cossinea motivata per vivere un sogno chiamato playoff"

COSSIGNANO. Primato solitario per la Cossinea nel girone G di Seconda categoria, dopo 7 gare la squadra guidata per il secondo anno da Eraldo Volponi (foto), può già contare su 17 punti. “Un buon approccio senza dubbio, veniamo da una stagione chiusa con un buon 6° posto - ci conferma il mister - che ci ha perme...leggi
08/11/2018

Micio United, il perchè di un nome. Il patron: "E' il mio soprannome!"

SAN BENEDETTO DEL TRONTO. Ha la sede a San Benedetto del Tronto, gioca al campo Parrocchiale “Mignini” di Monsampolo del Tronto (foto), la squadra è stata chiamata col... soprannome del suo presidente, per tutti Micio. Da qui il nome: Micio United. "Quell'United è stato aggiunto per dare ...leggi
07/11/2018




Offida non ci sta: "Da parte dell'arbitro errori clamorosi!"

OFFIDA. L'odierno risultato di parità e soprattutto l'operato dell'arbitro, nella partita tra Offida e Grottese, non sono andati giù ad un deluso ed arrabbiato Marco Mantile (foto), Direttore Generale della squadra di casa, che a fine gara ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: "Il rammarico più grande per la gara di oggi &egr...leggi
03/11/2018

Pompei: "GMD Grottammare attrezzata per una stagione impegnativa"

GROTTAMMARE. Una classifica soddisfacente, con 9 punti dopo 6 gare, per la GMD Grottammare, quest'anno inserita nel girone H della Seconda categoria. Abbiamo voluto ascoltare l'opinione di Stefano Pompei (foto), il tecnico alla guida del team rivierasco: “Se prendiamo in esame questa prima fase di stagione, diciamo che possiamo...leggi
02/11/2018


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 4,10055 secondi