Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Ancona


"Cesena di altre categorie, ma occhio al Matelica!" Parola di Vagnoni

Il tecnico, attualmente senza squadra, analizza l'inizio delle formazioni marchigiane impegnate in Serie D

In attesa della chiamata giusta, l'ex tecnico del Castelfidardo Roberto Vagnoni (foto) fa un punto su quest'inizio del campionato del girone F di Serie D. Ad iniziare da chi può essere la favorita. "Il Cesena farà un campionato a parte, ha tifosi e campo di tutt'altre categorie ma deve ancora calarsi nella mentalità della categoria, specialmente nelle gare in trasferta dove le avversarie la attendono per disputare la gara della vita". 

Grande inizio di stagione per Matelica e Sangiustese, un po' meno per la Recanatese: "Il Matelica è una squadra tosta, basta vedere quello che ha fatto domenica scorsa a Giulianova, ha un organico che può adattarsi a qualunque situazione e può dire la sua fino alla fine. La Sangiustese ha un allenatore molto preparato che fa giocare molto la squadra, l'ossatura è quella dello scorso anno e quindi ha le idee chiare. La Recanatese ha una rosa costruita per stare in alto, mister Alessandrini ha puntato su molti ex Fano, deve puntare ai primi quattro posti".

L'avvio del Montegiorgio? "Buon inizio per la squadra di Paci, ma può soffrire i turni infrasettimanali per via di una rosa non molto lunga, ma soprattutto il fatto di non giocare nel proprio impianto che a livello mentale penalizza molto".

La Jesina? "Nonostante i molti cambiamenti l'inizio di stagione è stato positivo, complice anche l'entusiasmo, ma adesso serve anche una squadra all'altezza perché in questa categoria non puoi sbagliare nulla".

Infine i complimenti al San Nicolò Notaresco di Mirko Cudini: "Non me li aspettavo tutti questi punti in classifica, ma conosco Mirko, un po’ ci assomigliamo per modo di vedere il calcio: non guarda in faccia a nessuno, fa sempre la sua gara, attacca avanti e mette pressione. Sa lavorare bene e merita tanto".
(fonte: il Resto del Carlino)

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 19/10/2018
 

Altri articoli dalla provincia...










Jesina ko in casa: a fine partita giocatori a rapporto dai tifosi

JESI. Dopo tre risultati utili consecutivi la Jesina incappa in un brutto stop al "Carotti" contro l'Avezzano.Ad un primo tempo equilibrato, fa da contraltare una ripresa dove gli ospiti passano subito in vantaggio su rigore. Sterile la reazione dei leoncelli, con l'Avezzano che raddoppia nel finale.Sconfitta che ci può stare, ma a fine partita i gioca...leggi
19/11/2018









Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 2,16164 secondi