Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Free Image Hosting at FunkyIMG.com

IL CASO. Ahi Frascaro! Questione di cm... e il Matelica s'indigna

Doppia esperienza a distanza di sette giorni poco felice per il fischietto di Firenze

Di certo non è stata particolarmente fortunata la doppia esperienza a distanza di sette giorni nel girone F di Serie D per il signor Emanuele Frascaro (foto) della sezione di Firenze. Eh già, perché il fischietto toscano è incappato, anche non per sua colpa diretta, in un doppio errore dal peso specifico decisamente alto per l’esito finale del torneo. Guai a parlare di malafede o sospetti vari. Semplicemente un doppio errore, dello stesso fischietto, chiamato a dirigere in appena una settimana le due pretendenti al successo finale.

Tutto inizia sette giorni fa in Matelica-Jesina. Sul punteggio di 2-2 viene concesso un calcio di rigore alla Jesina con il contatto avvenuto, seppur di pochi centimetri, all’esterno dell’area di rigore. Jesina che si porta in vantaggio ma alla fine il Matelica riuscirà a pareggiarla senza però trovare il guizzo vincente per la vittoria e lasciando in campo due punti molto pesanti.

Sette giorni dopo la designazione di Frascaro avviene per big match di giornata con il Cesena impegnato a Vasto. Sotto di un gol, il direttore di gara concede il primo rigore per un intervento dell’estremo difensore su Valeri (decisione al limite ma che ci sta). Sull’1-1 invece arriva il patatrac in occasione del secondo rigore: Tortori affonda verso l'area ma viene steso mezzo metro prima dell’ingresso in area di rigore e Frascaro concede punizione. Evidentemente non certo di quanto visto, si affida alla segnalazione del vicino assistente (Croce) che indica la massima punizione. Alessandro trasforma per il successo che spalanca le porte della Serie C al Cesena: difficile immaginare che venga dissipato un +5 a tre giornate dalla fine. Vastese inferocita a fine gara per entrambi i rigori subiti e momento decisamente sfortunato per il fischietto toscano. Di certo non aiutato da una doppia designazione, in pochi giorni, con due squadre vicine in classifica chiamate a giocarsi qualcosa di importante. Insomma, è stata tutta una questione di centimetri che qualcuno particolarmente attento ha fatto puntualmente notare attraverso i social e che a Matelica non hanno preso bene.

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 15/04/2019
Tempo esecuzione pagina: 0,39996 secondi