Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Ancona


Tra vino e calcio, Terre del Lacrima la nuova sfida di mister Lattanzi

La realtà, militante in Seconda categoria C, è nata dalla fusione delle compagini di Morro d'Alba e Belvedere. In panchina il tecnico che passerà alla storia della Castelleonese

A Castelleone di Suasa non l'hanno fatto sindaco per un niente. A giugno scorso, quando è scoccata l'ora dell'addio dopo tre storiche stagioni culminate con il doppio salto dalla Terza alla Prima categoria, la società gli ha dedicato un commiato da libro Cuore. Ecco alcuni spunti della missiva: "Caro mister, la tua impronta rimarrà indelebile e ben riconoscibile per sempre nei tratti biancazzurri, lasci in eredità il vero significato di serietà, di correttezza e tanta concretezza. Non finiremo mai di ringraziarti per quel tocco di professionalità che hai saputo dare anche alle piccole cose perché in fondo sognare non costa davvero nulla. Ci hai insegnato a credere sempre nei nostri sogni e nei nostri ideali". E via così. Al punto che al mister in questione, Giampiero Lattanzi (foto), alla lettura è venuto un groppo in gola per la commozione. Ma anche al Brugnetto ha scritto pagine importanti. Insomma, mister Lattanzi, congedatosi dall'Arma dei Carabinieri il 1° marzo scorso, voleva smettere finchè la chiamata della società Terre del Lacrima, realtà nata dalla fusione delle compagini di Morro d'Alba e Belvedere impegnata nel girone C di Seconda categoria (vedi il campionato), non l'ha convinto a rimettere tuta e scarpini. Ed eccolo di nuovo in panchina, lui che vive a Tre Castelli avendo origini fermane, a Montefortino. "E' un progetto tutto nuovo - racconta Lattanzi, 55 anni, papà di Alice e Giulia - che abbraccia due realtà e due comunità. La squadra è formata in gran parte dalle rose delle due squadre precedenti, ci teniamo a mantenere la categoria e a valorizzare i ragazzi del territorio. Al momento quello che preme di più è far funzionare bene la macchina organizzativa che ha generato questa fusione, il resto viene da sè". Chiaro che dietro alla fusione c'è anche un discorso di marketing territoriale legato al vino.
La squadra si divide tra i due territori comunali: si allena a Morro d'Alba e gioca le partite interne a Belvedere (sabato la prima in casa contro il Colle 2006). Insomma, la nuova sfida di mister Lattanzi è appena cominciata.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 19/09/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



Filippo Buriani, chiamatelo portiere saracinesca!

Con 5 reti al passivo dopo 11 giornate di campionato il Monserra vanta la difesa meno perforata dei quattro gironi di Prima categoria. Uno dei principali artefici di questo primato, che fra i dilettanti Marche ha un solo eguale (l’Elfa Tolentino, che però ha in sospeso la partita con la Belfortese) è Filippo Buriani (foto, ...leggi
25/11/2019



Guido Galli lancia il Castelfidardo: "Per la vetta ci siamo anche noi"

Nel roboante 6-0 del Castelfidardo in casa dell’Atletico Alma torna a splendere la stella di Guido Galli (foto) che piazza addirittura una tripletta e torna a candidarsi ancora una volta, dopo i 24 gol dello scorso anno, al ruolo di capocannoniere dell’Eccellenza. Per il Castelfidardo un successo che v...leggi
11/11/2019

Il morso della Vipera: "Anconitana? Sterile. Dovrà lavorare molto..."

Era l'osservato speciale di Anconitana - Montefano Salvatore Mastronunzio (foto), l’unico a uscire tra gli applausi. Fischi per il tenico dorico Ciampelli dopo lo 0-0 finale e il quarto pareggio di fila, ovazione per la Vipera, il capocannoniere biancorosso più prolifico di sempre, dall’alto dei 109 gol in cinque stagioni, di cui 58 tra serie C e B e 51 ...leggi
11/11/2019



"Io, anconetano, ho sposato il progetto Vigor ma se segno non esulto"

E' già febbre da derby. E che derby! Domenica 3 novembre (ore 15,00) al "Bianchelli" si gioca FC Vigor Senigallia - Anconitana per un match tra i più attesi di questo campionato di Eccellenza. La società senigalliese informa i propri sostenitori che per l’occasione è stata indetta la giornata rossoblù. S...leggi
30/10/2019


Spitoni: "Nessuna squadra prenderà il largo in questa Eccellenza"

A luglio prese la decisione: "Voglio rimettermi in discussione perchè sento di poter fare ancora bene". E a 35 anni, dopo una parentesi in Seconda categoria alla Folgore Castelraimondo, disse sì al Sassoferrato Genga in Eccellenza,Filippo Spitoni, portiere che in carriera vanta presenze tra i professionisti con Vis Pesaro, Bellaria ...leggi
22/10/2019


Un titolo, la gara, gli sfottò. Anconitana-P.d'Ascoli corre sui social

E' il vecchio derby Ancona - Ascoli che si ripresenta sotto altra veste, leggi Anconitana - Porto d'Ascoli (anche se quest'ultima è una località di San Benedetto del Tronto). Ad accendere la miccia ci ha pensato alla vigilia della sfida il tecnico del Porto d'Ascoli (nonchè assessore al Comune di Ascoli Piceno) Nico Stallone: "Io ascola...leggi
14/10/2019

Partenza boom e mister esordiente: Vigor Castelfidardo, bella sorpresa

CASTELFIDARDO. E' la sorpresa della Promozione A la Vigor Castelfidardo del nuovo tecnico Luca Manisera (foto), attualmente seconda in classifica dietro all'Osimo Stazione. "Non potevamo aspettarci di meglio, essendo noi una neopromossa - sottolinea il tecnico al Corriere Adriatico - comunque è un campionato complicato, più di qu...leggi
09/10/2019

Ko Anconitana, tifosi sui social: "Richiamate Lori e Mastronunzio"

ANCONA. Dopo il pareggio casalingo contro il Grottammare, l'Anconitana esce sconfitta dallo stadio 'Aghetoni' contro il Fabriano Cerreto (gol di Cavaliere su rigore). Un match pessimo quello dei biancorossi, confusionari e mai in partita che hanno lasciato il passo ad un ottimo Fabriano. I problemi visti settimana scorsa con il Grottammare si sono riproposti. In campo si &egrav...leggi
07/10/2019

"Voglia, passione e gol". A 39 anni è sempre bomber Daniele Api

Diciannove reti l'anno scorso, doppietta nel 2-2 contro il Barbara (sua ex squadra), Daniele Api (foto), 39 anni, è una certezza per l'attacco di ogni squadra. E da due annate lo è per il Moie Vallesina. Ha una carriera ultra ventennale e non ha affatto voglia di smettere. "La voglia, la passione, l'emozione di vedere il pallone ...leggi
02/10/2019


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,12772 secondi