Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Ancona


PANICHI: "Nelle Marche 1 tesserato ogni 43 abitanti. Primi in Italia"

ANCONA. Un incontro molto interessante quello svoltosi questa mattina nella sede del Comitato Regionale Marche, tra il presidente Ivo Panichi e la stampa sportiva. Una chiacchierata amichevole, nella quale tuttavia sono stati affrontati i temi principali relativi al movimento dilettantistico regionale. Punto centrale la Riforma dello Sport che sta prendendo forma e che probabilmente sarà soggetta ad ulteriori “aggiustamenti”.

Nell’incontro tenutosi a Roma la settimana scorsa, tra i presidenti regionali e il Ministro Abodi è emersa la volontà di venire incontro alle esigenze delle società. La richiesta delle Federazioni per posticipare ulteriormente la formulazione del nuovo Statuto delle società e le incombenze scadenti il 31 ottobre, è stata presa in seria considerazione dal Ministro che nei prossimi giorni dovrebbe pronunciarsi in merito. Attese a breve anche ulteriori delucidazioni in merito alla Legge delega e a tal proposito il presidente Panichi ha confermato che sarà istituito dal Governo un “Osservatorio” che monitorerà giorno per giorno lo sviluppo e l’iter della Riforma dello Sport:  “Nessuno di noi voleva questa legge, è un iter partito nel 2019 - ha ricordato il presidente - ora che c’è, ma deve essere ancora definita in tutti i suoi aspetti, stiamo lavorando per renderla il meno pesante possibile”.

In merito ai numeri del Comitato Regionale, piena soddisfazione del presidente che ha sottolineato come dal punto di vista finanziario la stagione passata si è chiusa con un utile di bilancio: “Abbiamo chiuso in attivo e crediamo che riconoscere ad ogni società la cifra di 350 Euro sia un segnale di vicinanza e di attenzione alle problematiche che i dirigenti affrontano ogni giorno. Ci auguriamo che anche dallo Stato arrivino degli aiuti per le società, visto che tutto il movimento poggia sulla passione e sul lavoro di tanti volontari che sono il motore di un movimento enorme a livello locale e nazionale”.

Parlando ancora di numeri, il presidente ha confermato alcuni aspetti molto interessanti: “Con 1 tesserato ogni 43 abitanti, le Marche si confermano al primo posto in Italia, ma il dato che più ci inorgoglisce è l’aumento del 10% delle iscrizioni ai Campionati Allievi e Giovanissimi, mentre sono 14 in più rispetto all’anno scorso le squadre partecipanti all’Attività di Base”. Prima di chiudere Panichi ha confermato che nel prossimo Consiglio Direttivo verrà ufficializzata l’istituzione della Consulta dello Sport e nel salutare ha voluto dedicate un pensiero a tutti i dirigenti delle squadre: “Un plauso incondizionato a tutte quelle persone che con la loro incrollabile passione, giornalmente mettono sul campo le loro energie e la loro voglia di fare, specialmente al servizio dei più giovani. Probabilmente sono troppo pochi e hanno tanto da fare e il mio augurio è che molte persone si avvicinino a questo mondo per dare un aiuto e un sostegno, sarebbe il regalo più bello per tutto il mondo dello sport”.

Print Friendly and PDF


Free Image Hosting at FunkyIMG.com
  Scritto da La Redazione il 18/10/2023
 

Altri articoli dalla provincia...



RIFORMA DELLO SPORT: le novità del decreto correttivo

Il decreto con gli interventi correttivi della riforma dello sport è in vigore (pubblicato in Gazzetta Ufficiale). Il provvedimento interviene con modifiche sui decreti legislativi precedenti, introducendo alcune novità sia dal punto di vista del lavoro sportivo che da quello fiscale. Si prevede un’ulteriore agevolazione contributiva per g...leggi
06/09/2023

Come creare una nuova Società Sportiva

Alla partenza dei campionati dilettantistici di calcio, ci sono senz'altro società che chiudono i battenti e chi li apre. Specie in Terza Categoria, dove per quest'anno l'iscrizione è gratuita per le nuove società, la comparsa di nuovi Team sarà certamente più frequente che negli altri anni... Per iscrivere una nuova socie...leggi
14/07/2017


Vai all'edizione provinciale
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,23305 secondi