Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI AMATORI    

Arrivano i Mondiali, la F.I.G.C. fa cassa con i settori giovanili

Raddoppiata la tassa di iscrizione per le seconde squadre (da 30 a 60 euro). E ora i cartellini si pagano alla prenotazione e non più alla consegna

  Scritto da La Redazione il 30/09/2017

Arriva l'appuntamento con i Mondiali e la F.I.G.C., per pagarseli, spenna i settori giovanili. E' successo nel 2014 per la Coppa del Mondo in Brasile, succede per il 2018 in Russia (a patto che la Nazionale di Ventura centri la qualificazione). Dicono (a parole) che la Federazione Italiana Giuoco Calcio investe sui giovani, trasformano (a fatti) i vivai nei loro personali bancomat. Fino a qualche anno fa le squadre di Scuola Calcio non costavano nulla alle società in termini di tassa d'iscrizione, poi per pagarsi i Mondiali 2014 hanno fissato il costo in 60 euro per la prima squadra e 30 euro per le seconde. Ora, arrivano i Mondiali in Russia (Ventura si tocchi...) e le seconde squadre passano da 30 a 60 euro! Insomma, se una società vuole iscrivere 3 squadre di Pulcini deve sborsare la bellezza di 180 euro! Così facendo le società non sono affatto incentivate a svolgere attività giovanile, non vi pare? Se da un lato il costo di 100 euro per iscrivere formazioni Allievi e Giovanissimi è giustificato dalla presenza degli arbitri, nel caso delle squadre dei Pulcini non si capisce proprio il perchè di un aumento (per le seconde squadre) del 100%. Ma il paradosso non finisce qui. Per tesserare i ragazzi c'è un sistema on line consolidato e il pagamento alla F.I.G.C. da parte della società avviene al rilascio dei cartellini (dopo la consegna dei genitori e la firma del ragazzo). Prima era così, ora non più. Ora la F.I.G.C. pretende che i soldi arrivino in cassa al momento stesso della prenotazione, e non dell'avvenuta consegna dei cartellini. Capito? I 20 euro a cartellino la F.I.G.C. li vuole in anticipo, in via Gregorio Allegri a Roma vige una massima di Warren Buffett: "La prima regola è non perdere i soldi. La seconda regola è non dimenticare la prima".

(G.G.)

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 30/09/2017
Tempo esecuzione pagina: 1,12671 secondi