Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Macerata


image host

image host

L'Ingegner Sfrappini festeggia la laurea con una splendida tripletta

L'attaccante del Montecassiano reduce dalla discussione della tesi alla Sapienza di Roma, ha pensato bene di bagnare in campo con i suoi compagni il suo prestigioso traguardo

MONTECASSIANO. Ha festeggiato come meglio non avrebbe potuto la sua recente laurea, in Ingegneria Energetica, l'attaccante del Montecassiano Carlo Sfrappini (foto), il quale con una tripletta ha consentito alla sua squadra di espugnare il campo dello United Civitanova, nel girone E della Seconda categoria.

Allora Ingegner Sfrappini, non è sempre semplice conciliare lo studio con il calcio, come ci è riuscito?
“E' una questione di organizzazione, nell'ultimo periodo andavo a Roma (Università La Sapienza) solo per gli esami e per preparare insieme con il mio professore la tesi, quindi ho avuto modo di allenarmi con una certa costanza. Devo comunque ringraziare mister Bonifazi, il quale quando ho avuto bisogno di allontanarmi è stato sempre molto elastico, consentendomi di conciliare al meglio le due cose”.
Hai deciso di festeggiare nel modo più gratificante per un attaccante, il gol.
“Diciamo che sono stato anche fortunato, ma è chiaro che ci tenevo a far bene, le ultime settimane erano state molto intense tra studio e sport, ed una volta superato l'ostacolo mi ha fatto piacere poter festeggiare in campo con i miei compagni”.

E' la tua prima tripletta in campionato?
“No a livello giovanile mi era capitato altre volte, inoltre due anni fa ne avevo realizzata un'altra quando vestivo la maglia della Belfortese. Una soddisfazione personale, ma è chiaro che prima di tutto c'è l'utilità che può avere per la squadra e quella di sabato è stata molto importante”.
Un successo esterno che rilancia le vostre ambizioni, anche per la zona play off?
“Siamo partiti per fare un campionato dignitoso, dopo un avvio inevitabilmente difficile, visto che la squadra doveva amalgamarsi, pian piano abbiamo trovato i giusti equilibri. Il gioco c'è sempre stato, ora arrivano con una certa puntualità anche i gol, ma da qui a parlare di play off ce ne corre. Diciamo che speriamo di far bene, consapevoli anche del valore delle avversarie, ma è chiaro che se si presentasse l'opportunità proveremo a sfruttarla”.

Ora che le hai affrontate tutte, vuoi provare ad esprimere un giudizio sulle avversarie di quest'anno?
“L'Appignanese mi sembra la squadra più pronta e più organizzata, anche se siamo riusciti a metterli in difficoltà hanno dimostrato di avere qualcosina in più degli altri. Per il resto mi sembra che ci sia grande equilibrio e faccio fatica ad indicare squadre realmente molto più forti delle altre. Le gare sono tutte molto tirate, noi abbiamo la fortuna di essere molto uniti, il gruppo si è cementato in maniera perfetta, in questo girone di ritorno proveremo a toglierci delle soddisfazioni. Stiamo lavorando tanto e bene, speriamo che anche i risultati corrispondano al nostro impegno”.
Quando si realizzano tanti gol in una sola gara si chiede spesso a quale giocatore professionista ci si ispira. Ecco Sfrappini a chi si sente di assomigliare?
“Parliamo di livelli assolutamente diversi e solo paragonarsi a dei veri campioni è già molto difficile. Ma se vogliamo fare un gioco e divertirci, diciamo che il mio grande idolo è sempre stato Luca Toni, attaccante muscolare ma anche bravo tecnicamente e sempre molto disponibile a mettersi a disposizione della squadra. Con le dovute differenze e tutto il rispetto del mondo, diciamo che mi sono sempre ispirato a lui. Di quelli attuali mi piace tantissimo Andrea Belotti, un altro che non si risparmia per la squadra ed è sempre in prima linea, pronto a metterci anche il fisico ed una determinazione feroce. I gol di questi due campioni sono sempre stati importantissimi sia per le loro squadre, sia per la Nazionale, quello che posso augurarmi è che anche le mie reti possano essere di grande aiuto per le sorti del Montecassiano”.

 

Print Friendly and PDF


Free Image Hosting at FunkyIMG.com
  Scritto da La Redazione il 20/01/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



Fabrizia Ghergo: la gioia per un gol più forte del virus!

Appassionata. Vulcanica. Una forza della natura. Fabrizia Ghergo (foto) è la presidente della Real Citanò, società di Seconda categoria (E) che nonostante la pausa per la pandemia crede che la passione per il calcio sia più forte del virus: "Vivremo un calcio diverso, caratterizzato da sentimenti contrastanti - ci dice - ma ...leggi
08/04/2020

Il Coronavirus si accanisce sulla famiglia di mister Fabio Lorenzotti

MATELICA. Il Covid-19 sta bombardando la vita di tutti, sta minando le certezze degli uomini e delle donne di questa terra. Non guarda in faccia a nessuno, non risparmia nessuno, non è razzista, è apolitico e quanto mai crudele.Oggi purtroppo dobbiamo fare di nuovo le condoglianze a Fabio Lorenzotti (foto), tecnico del settore giovanile del Matelica, ed alla...leggi
08/04/2020

La posizione di Guglielmi: "Prima promossa, ultima retrocessa"

PENNA SAN GIOVANNI. "La situazione è abbastanza complessa e la stiamo affrontando seguendo tutte le normative comunicateci. Il calcio è uno sport che unisce, che ci affascina che molto spesso ci aiuta anche a dimenticare le cose brutte di tutti i giorni, ma attualmente va messo da parte per salvaguardare la salute di tutti. Secondo il mio punto di vista, penso che i campionati non...leggi
08/04/2020

Crescenzi: "Stagione da annullare ma il merito va riconosciuto"

SAN SEVERINO MARCHE. Marco Crescenzi (foto) non è solo il presidente della Settempeda, è l'essenza stessa del calcio a San Severino Marche visti i successi passati al comando del Serralta. Come stai vivendo questo momento storico?"Come tutti dovrebbero fare, nella massima attenzione a garantire il richiesto isolamento sociale, consa...leggi
07/04/2020

Momento triste a Chiesanuova: è morta la sorella di Alessio Spurio

CHIESANUOVA DI TREIA. Una breve malattia uccide Giuseppina Spurio (foto), sorella del conosciuto addetto stampa del Chiesanuova, Alessio. La donna era originaria di Chiesanuova di Treia ma viveva a Torino da 40 anni. Ieri a causa di breve una malattia le sue condizioni sono peggiorate e, dopo aver salutato per videochiamata i...leggi
07/04/2020

Frenquelli: "Il futuro del Montemilone Pollenza è nei nostri giovani"

POLLENZA. Federico Frenquelli (foto), direttore sportivo del Montemilone Pollenza. Come stai vivendo questo momento di lockdown?"Ho un bambino di 3 mesi e le cose da fare sono tante, passo il tempo tra la famiglia e qualche videochiamata con amici, il mister e per lavoro... vado anche a lavoro per delle manutenzioni ordinarie". Cr...leggi
07/04/2020

Castricini (Telusiano): "Squadre costruite con ragazzi del paese"

MONTE SAN GIUSTO. Paride Castricini (foto), segretario del Telusiano (Seconda categoria F). Come stai vivendo questo momento di lockdown?"Da un punto di vista personale senza troppi problemi. La mia professione non si è fermata e quindi vivo una vita quasi normale con le dovute precauzioni. Ma il calcio mi manca da morire". ...leggi
06/04/2020

La nuova vita di Labriola: "Mi alleno in casa e mi godo i gemellini"

Il Coronavirus ha imposto nuove regola di vita anche a Claudio Labriola (foto), difensore salernitano del Tolentino che vive a Osimo con la moglie Daniela e i loro gemelli di tredici mesi Mattia e Nicolò. "Stare in casa? Questo è uno dei pochi lati positivi - racconta a Il Resto del Carlino - poter stare con la famiglia e i propri fig...leggi
05/04/2020

Carducci (CSKA Amatori): "Il campionato non va annullato"

CORRIDONIA. "Sono in questa società da quando io e i miei dirigenti l’abbiamo fondata nel 2010, sono passati quasi 10 anni e insieme ne abbiamo passate tante dalla Terza categoria alla Seconda all’unione con gli Amatori al salto in Prima categoria; dalle difficoltà societarie a quelle economiche ho sempre avuto i miei dirigenti al mio fianco e insieme negli anni abbiam...leggi
01/04/2020

Calcio e solidarietà. Sacchi: "Chiesanuova ha un cuore grande!"

CHIESANUOVA. Nonostante le innegabili difficoltà che tutti stiamo vivendo in questo periodo storico, non si ferma il grande cuore e la voglia di lottare, anche per chi ha più bisogno, da parte del Chiesanuova Calcio. La società biancorossa si è infatti fatta promotrice di un’iniziativa solidale molto interessante, della quale abbiamo parlato co...leggi
01/04/2020

Eleuteri: "Ingiusto annullare 3/4 di campionato già disputato"

TOLENTINO. Con il +14 in classifica sulle avversarie ancora un paio di giornate e l'Elfa Tolentino di Claudio Eleuteri (foto) avrebbe messo in tasca il campionato di Seconda categoria F volando in Prima categoria. E invece il Coronavirus ha bloccato i sogni di gloria. "E' evidente che, non solo per quanto dimostrato in campo ma anche e soprattutto perc...leggi
31/03/2020

Poggi (Montecosaro): "Disponibili a giocare anche d'estate alla sera"

"E' un mese che siamo senza calcio anche se in questo momento è difficile pensarci e con l'occasione faccio le mie più sentite condoglianze a chi ha perso le persone care e ringraziare chi si sta adoperando per farci venire fuori da questa situazione".Emanuele Poggi (foto), allenatore del Montecosaro, dice la sua su questo momento di stop fo...leggi
31/03/2020

Pasquali (Casette Verdini): "Giocare fino all'estate? Si può fare"

Scrivi Casette Verdini e leggi Paolo Pasquali (foto) presidente e anima del futbol maceratese che come tutti sta vivendo un'astinenza forzata di calcio da più di un mese. "All'inizio senza calcio, specie la serie A, è stato un riposo mentale, vedere ogni domenica le polemiche sui rigori, Var, fuorigioco ... ma adesso inizia una crisi di astinenza....leggi
30/03/2020

Tolentino, Romagnoli: "Auspico la ripresa del campionato a maggio"

TOLENTINO. Anche il Tolentino, come tutte le altre società marchigiane, aspetta l'evolversi dell'emergenza del Coronavirus. "Siamo in una situazione a dir poco drammatica, quasi un incubo – sottolinea il presidente Marco Romagnoli (foto) a Il Resto del Carlino – in cui la salute delle persone e l’emergenza sanitaria vengono ovviamente p...leggi
25/03/2020

Tolentino, dal coma al campo: il ritorno di Paolo Tortelli

TOLENTINO. «Non mi sono mai arreso, anche se ci sono stati momenti difficili. Ma piano piano ho capito che avrei ripreso in mano la mia vita». Paolo Tortelli, calciatore del Tolentino, ricorda le conseguenze di quel periodo dopo l’incidente di gioco avvenuto a dicembre, la sua battaglia e tenacia ricordano quella che l’Italia sta combatt...leggi
18/03/2020


Vai all'edizione provinciale
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,20277 secondi