Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI     DIRETTA

Edizione provinciale di Ascoli Piceno


Perugini: "Orgogliosi del legame tra l'Ascoli Calcio e il Comunanza"

4 ragazzi tra i 10 e 12 anni svolgeranno l'attività di base con la società bianconera. I tecnici scolani terrano dei corsi di formzione ai loro colleghi giallorossi. I primi passi di una grande collaborazione. Per l'immediato il presidente auspica un rinvio delle competizioni ufficiali

COMUNANZA. Anche se il riconoscimento arriva in un momento delicato e per certi versi molto difficile, quando ci sono delle belle notizie da diffondere in questo martoriato mondo del calcio, lo facciamo sempre con estremo piacere. Vogliamo segnalare ai nostri lettori, l’accordo di collaborazione stipulato tra la US Comunanza e l’Ascoli Calcio, del quale l’artefice principale è stato senza alcun dubbio il presidente giallorosso Remo Perugini (foto), con il quale nella giornata di oggi abbiamo avuto il piacere di colloquiare.

Senza voler usare particolare enfasi presidente, credo sia giusto parlare di un accordo storico fra le due società.
“Assolutamente si, è una convenzione che ci lega alla più importante realtà del nostro territorio e che ci rende giustamente orgogliosi. Come primo approccio avremo 4 nostri ragazzi, tra i 10 e i 12 anni, che andranno a fare l’attività di base con l’Ascoli e contemporaneamente diversi allenatori del settore giovanile bianconero verranno a Comunanza per svolgere un’attività di formazione rivolta ai nostri tecnici”.
Possiamo interpretarlo come un riconoscimento al lavoro che state portando avanti?
“Sono certo che gli sforzi che stiamo facendo e l’organizzazione che stiamo creando, non stiano passando inosservati. Questo accordo con l’Ascoli è solo un primo riconoscimento dello straordinario lavoro che da anni sta portando avanti il Settore Giovanile dell’US Comunanza. E’ la dimostrazione che se si opera con criterio e programmazione prima o poi i riconoscimenti arrivano. Abbiamo alle spalle oltre 60 anni di storia, una tradizione che ci inorgoglisce e ci permette di poter dialogare proficuamente con gloriose società professionistiche, tutto ciò non fa altro che accrescere la nostra fiducia e darci una spinta ulteriore verso un futuro. Il nostro obiettivo è quello di continuare a crescere e allo stesso tempo rafforzare il legame con l’Ascoli, che da questo punto di vista può rivelarsi decisivo”.

Un futuro però presidente che in questo momento, a livello generale, non sembra avere quel fascino che potremmo attenderci.
“Purtroppo è così. Le vicende legate al Covid-19 ed al protocollo da applicare, stanno creando non poche difficoltà gestionali. Noi stiamo cercando di attenerci in maniera scrupolosa alle norme, ma facciamo una gran fatica e non nego che spesso le difficoltà sono tante e le responsabilità, specie di noi dirigenti, addirittura enormi”.
Molte società stanno decidendo in questi giorni la sospensione delle attività, voi come vi state muovendo?
“Per la prima squadra e la Juniores abbiamo ridotto al massimo ogni tipo di contatto, annullando tutte le amichevoli programmate e riducendo la preparazione ad un solo appuntamento settimanale, tanto per per non perdere completamente il tono muscolare. Le attività del Settore Giovanile sono appena iniziate e stanno andando avanti, ci riserviamo di prendere una decisione definitiva nei prossimi giorni”.
Se fosse lei a decidere sulle sorti del nostro calcio, quale strada sceglierebbe in questo momento così delicato?
“In questo caso le incombenze spettano alla FIGC, io posso solo sperare che saggiamente decidano di sospendere ogni tipo di competizione, non mi sembra ci siano i presupposti per iniziare un campionato. Anche all’interno della nostra società l’umore prevalente è quello di fermarsi completamente. Il 18 ottobre avremo una riunione e in quella data prenderemo una decisione definitiva, ed eventualmente lasceremo ai ragazzi la libertà di scegliere sul loro futuro. Per quanto mi riguarda, reputo che la salute dei tesserati vada tutelata in ogni modo, senza dimenticare l’importanza del lavoro e della scuola, in virtù di ciò se eventualmente si decidesse di posticipare di qualche mese l’inizio dei campionati, riterrei la decisione assolutamente condivisibile”.

Print Friendly and PDF


Free Image Hosting at FunkyIMG.com
  Scritto da Giuliano Santucci il 07/10/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



Dilettanti in crisi? Lucarelli ammette che i pro vivono sulla Luna

E’ certamente un’ovvietà ma siamo tutti ben consapevoli che il calcio dilettantistico è in crisi profonda. Il Covid-19 ha finito per dare il colpo di grazia ad un movimento già in grossa difficoltà, sia a livello economico che organizzativo. Da quasi un anno ormai la stragrande maggioranza delle squadre non affrontano...leggi
04/12/2020

ASCOLI, esonerato Bertotto! Arriva Delio Rossi

La sconfitta di Venezia è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso e l'Ascoli ha deciso di cambiare guida tecnica dopo aver raccolto appena 5 punti nelle prime 8 gare del campionato di Serie B. Valerio Bertotto è stato esonerato: "L’Ascoli Calcio 1898 FC S.p.A. comunica di aver sollevato dall’incarico di responsabile tecnico della prim...leggi
29/11/2020

Shiba: "Cambiare format all'Eccellenza falserebbe la stagione"

Secondo Henri Shiba, attaccante del Porto d'Ascoli con una lunga militanza nel professionismo tra C2 e C1, i sentimenti sulla ripartenza del calcio marchigiano sono contrastanti: "Dal nostro punto di vista non è facile allenarsi individualmente e non avere la possibilità di giocare alla domenica - ha detto al Corriere Adriatico -. ...leggi
27/11/2020

Antonio Aloisi: "Battere il Covid è come vincere un derby"

Tra coloro che hanno purtroppo vissuto sulla propria pelle il dramma del Covid-19 c'è anche Antonio Aloisi, ex difensore dell'Ascoli e del Torino e oggi allenatore dell'Atletico Ascoli. Il tecnico è finito anche al pronto soccorso del Mazzoni e per un momento ha temuto anche di finire in rianimazione. Partiamo dall'inizio: come ha...leggi
24/11/2020

Fabio Poli: "Per ora niente campo, solo lavoro e calcio in tv"

Fabio Poli (foto) sente il Covid sulla propria pelle. L'allenatore del Castel di Lama, squadra di Prima categoria E, è il responsabile dell'ossigeno negli ospedali ascolani e quindi vive la pandemia in prima persona. E il calcio, viene dopo.  Poli, come sta trascorrendo le giornate calcisticamente parlando?...leggi
23/11/2020

Per Riccardo Orsolini ecco il secondo gol in maglia Azzurra

Riccardo Orsolini (foto) si toglie la soddisfazione del secondo gol con la maglia della Nazionale maggiore. Nella facile amichevole dell'Italia contro l'Estonia, vinta per 4-0, l'attaccante marchigiano (originario di Rotella) è subentrato al minuto 71, si procura e trasforma il calcio di rigore ...leggi
11/11/2020

Allo studio una nuova riforma: iscrizione all'Inps per i Dilettanti

Con il nuovo decreto legislativo attuativo, anche i calciatori Dilettanti saranno iscritti all’Inps. Una legge che era già in programma addirittura dal Governo Conte I, ma che dopo un incontro tra lo stesso premier e il ministro Spadafora è stato ulteriormente limato. Questo è quanto riportato dal portale ...leggi
09/11/2020


"Recanatese favorita, Tolentino outsider. Castelfidardo farà bene"

"Bisogna giocare, in qualsiasi modo”. Guido Di Fabio non ha dubbi. L’allenatore del Castelnuovo Vomano, che nelle Marche ha scritto pagine indelebili sia da giocatore che come tecnico, non vede di buon occhio uno stop al campionato di Serie D. “Secondo me è il caso di andare avanti, dipendesse da me continuerei a giocar...leggi
02/11/2020

ECCELLENZA. Stop dopo 5 giornate: il parere dei diretti interessati

Lo stop imposto all’attività sportiva dilettantistica dal Dpcm emanato ieri dal Governo, anche se atteso, ha finito per creare non pochi disagi alle società di Eccellenza che avevano già iniziato la stagione. Abbiamo voluto fare un punto della situazione, chiedendo ai diretti interessati se c’era la possibilità di andare ...leggi
26/10/2020

UFFICIALE. Promozione al via sabato. 1^ e 2^ categoria a metà novembre

La riunione odierna del Consiglio Direttivo della FIGC ha stabilito le linee guida per i campionati dilettantistici. Dopo il summit con il Governatore Acquaroli che aveva espresso la volontà di non bloccare per ora i campionati, in serata è arrivata la decisione da tutti attesa. - Andrà avanti regolarmente il campionato di Eccellenza. - ...leggi
22/10/2020

Comitato Regionale chiamato a decidere, ma sabato non si parte!

Scorrono veloci questi giorni di frenetica attività, sia sul fronte delle società, quanto su quello della FIGC Marche. Intanto si avvicina la data di avvio per i campionati, prevista per sabato 24 ottobre. In considerazione degli appuntamenti già programmati nei prossimi giorni, domani in FIGC a Roma e giovedi con il nuovo Governatore delle Marche Francesco...leggi
20/10/2020

Cellini: "Rinvio? Siamo pronti a parlarne!"

Sono giorni febbrili per il Comitato Regionale che sta lavorando in vista delle 3 assemblee convocate per discutere i problemi e le criticità emersi per l’inizio dei tornei di Promozione e di Prima e Seconda categoria. Ieri intanto si è espresso anche il nuovo presidente della Regione Francesco Acquaroli. Ne...leggi
15/10/2020

Carfagna: "Con le dovute precauzioni è giusto andare avanti"

Serie D ed Eccellenza sono già ripartiti. Entro la fine del mese è previsto l’inizio dei campionati di Promozione, Prima e Seconda categoria. Pandemia permettendo, il calcio a tutti i livelli ha cominciato a muovere i primi passi. Ma non tutti sono d’accordo. “E’ giusto fare quello ...leggi
15/10/2020

Futuro campionati: programmate 3 riunioni tra FIGC Marche e società

Il prossimo fine settimana potrebbe risultare decisivo per il futuro dei campionati al di sotto dell'Eccellenza. Il Comitato Regionale Marche ha programmato tre riunioni al fine di trovare una soluzione alle tante problematiche riguardanti l'applicazione del protocollo anti-covid e poter iniziare regolarmente i campionati il prossimo 24/25 ottobre. Venerdì 1...leggi
14/10/2020


Vai all'edizione provinciale
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,14040 secondi