Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI     DIRETTA

Possibile lockdown nei weekend: a rischio i dilettanti

Il superamento della soglia dei 10 mila contagi, potrebbe spingere il Governo a misure drastiche, per frenare l'epidemia. Secondo quanto riportato dal quotidiano La Repubblica l’obiettivo dell’esecutivo è annullare la movida e frenare le attività ludiche non essenziali, per salvaguardare la scuola e la produzione. Per questo, i ristoranti e gli altri locali dovrebbero chiudere alle 22. Bandite anche le scuole calcio e quelle che ruotano attorno agli altri sport di contatto. In bilico gli sport dilettantistici. Obbligatorio lo smart working in una percentuale da definire. Giro di vite possibile anche per le palestre. Se tutto questo non bastasse, poi, il prossimo passo è già sul tavolo: un lockdown totale nel fine settimana. L’alternativa è una soltanto, anch’essa valutata ai vertici dell’esecutivo: il divieto di movimento per le attività non essenziali, dunque a eccezione di quelle lavorative o scolastiche, sette giorni su sette, 24 ore su 24.

Palestre e scuole calcio
Chiuderanno tra le altre anche le scuole calcio, “graziate” dal precedente dpcm. Rischiano gli sport dilettantistici di contatto. Il governo sostiene che i ragazzi si ammalano di più nelle attività extrascolastiche che tra i banchi. Quanto alle palestre, è in corso un duello nell’esecutivo: non tutti accettano la serrata.
Print Friendly and PDF


Free Image Hosting at FunkyIMG.com
  Scritto da La Redazione il 17/10/2020
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,11053 secondi