Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

IL PROTAGONISTA


<< precedente   successiva >>   

"La caduta di Wembley": l'impresa azzurra raccontata da Andrea Pontone

L'impresa compiuta dall'Italia di Roberto Mancini a Wembley la sera dello scorso 11 luglio è una pagina indelebile dello sport tricolore. La letteratura sportiva è destinata, per decenni, a cogliere sfumature e significati molteplici nell'eroica vittoria azzurra in casa dell'Inghilterra. Basti pensare che un libro, sui Campionati Europei del 2021, esiste già: il titolo è "La caduta di Wembley", scritto da Andrea Pontone, direttore di Rete Tricolore e del Corriere Nerazzurro, riviste digitali che raccontano la Nazionale italiana e l'Inter. Le oltre 200 pagine del testo narrano lo svolgimento di tutte le partite, con particolare attenzione al percorso dei ragazzi di Mancini. Questo il link per scaricare il libro online: https://play.google.com/store/books/de...leggi
18/07/2021, La Redazione , IL PROTAGONISTA

Dai giovani del Bologna alla Nazionale: la carriera di Roberto Mancini

Funambolico e spigoloso, estroso e a tratti scorbutico: chi avrebbe mai detto che da calciatore Roberto Mancini, oggi tra i massimi rappresentanti dell’Italia del pallone, fosse così diverso rispetto alla sua incarnazione da ct? Originario di Jesi, le avventure del “Mancio” sul rettangolo verde sono iniziate a cavallo tra gli anni ’70 e ’80 a Bologna. È nel settore giovanile del club felsineo che Roberto è cresciuto, per poi esordire in Serie A nella stagione 1981/1982, nella quale si mise subito in mostra con ben 9 reti. La qualità di Mancini fu talmente evidente che la Sampdoria non si fece troppi problemi a pagare 4 miliardi di lire per portarlo subito a Genova, dove l’attaccante rimase per ben 15 anni. Risale al 1984, inv...leggi
07/07/2021, La Redazione , IL PROTAGONISTA

IL PERSONAGGIO. Mirko Cudini riporta in C il Campobasso 32 anni dopo!

Secondo campionato vinto in carriera, a distanza di 4 anni dalla D conquistata con la Sangiustese, Mirko Cudini festeggia la Serie C alla guida del Campobasso che torna a distanza di oltre 30 anni dall’ultima volta. Una piazza che festeggia un cammino strepitoso frutto di un anno e mezzo vissuto (quasi) sempre da primo della classe. “Lo scorso anno, ad inizio stagione – sottolinea il tecnico che vive a Fermo, quartiere Santa Caterina – le premesse erano importanti: società ambiziosa e grande spinta della piazza. Cambiammo 23 giocatori su 24 in rosa, il tempo di amalgamare non era moltissimo. Dopo il ko interno con il Montegiorgio (0-1, gol di Mariani), andammo in ritiro per preparare la sfida di Agnone. Quello fu un momento chiave: ci siamo compattati e da al...leggi
15/06/2021, La Redazione , IL PROTAGONISTA

Bucosse: "Esordio alla Juve difficile da spiegare. Sogno l'Azzurro"

Dal percorso iniziato dai dilettanti, fino all'esordio con la Juventus Under 23. Il portiere 18enne marchigiano Matteo Bucosse (foto) si è raccontato ai microfoni dell'ufficio stampa bianconero tra presente, emozione e sogni. "Difficile spiegare a parole quello che ho provato. Sicuramente è stata una bellissima esperienza e a fine partita mi sono sentito ripagato degli sforzi fatti durante il mio percorso. Vorrei dedicare questo esordio in primis alla famiglia, poi a tutti coloro che hanno reso possibile questo, dal mister dei pulcini in poi che mi hanno fatto crescere sia personalmente che calcisticamente. Ho cominciato a 6 anni andando al campo del paese con il Montemilone Pollenza, società alla quale sono molto grato, 10 anni li ho vissuti con loro. Sono poi ap...leggi
18/12/2020, La Redazione , IL PROTAGONISTA

Antonio Aloisi: "Battere il Covid è come vincere un derby"

Tra coloro che hanno purtroppo vissuto sulla propria pelle il dramma del Covid-19 c'è anche Antonio Aloisi, ex difensore dell'Ascoli e del Torino e oggi allenatore dell'Atletico Ascoli. Il tecnico è finito anche al pronto soccorso del Mazzoni e per un momento ha temuto anche di finire in rianimazione. Partiamo dall'inizio: come ha contratto il virus? «Ci ho pensato più volte, ma davvero non sono riuscito a capire come sono stato contagiato. Sono sempre stato molto attento a rispettare tutte le precauzioni, invece alla fine il Covid ha colpito anche me. Questo vuol dire che c'è davvero una grande facilità di contagio». Quando ha scoperto di essere positivo? «I primi due tamponi a cui mi ero sottoposto il mercoledì e il venerd&igra...leggi
24/11/2020, La Redazione , IL PROTAGONISTA

"Mister Bello d'Italia" gioca nel Loreto!

Tra calcio, scuola...e palco! E' questa la vita da qualche anno di Giuseppe Duro (foto), studente di 19 anni residente a Potenza Picena, che è stato premiato come "Mister Bello d'Italia 2020" durante la finale dell'omonimo concorso svoltosi sabato scorso ad Alba Adriatica. Giuseppe è anche un volto noto anche nel calcio dilettantistico. E' un portiere che, dopo esser cresciuto nei settori giovanili di Potenza Picena e Robur Macerata, nelle ultime stagioni ha militato in Promozione tra Maceratese, Corridonia e Montecosaro, e quest'anno è in forza al Loreto dove svolge anche il ruolo di collaboratore all'interno del settore giovanile gialloverde. "Circa tre anni fa iniziai, su proposta di un mio amico, a partecipare alle sfilate e concorsi e con il tempo è d...leggi
07/09/2020, La Redazione , IL PROTAGONISTA

Roberto Mancini: un marchigiano che ancora oggi farebbe la differenza

Termini quali genio e sregolatezza di solito vengono utilizzati per descrivere l’operato di artisti che in vita si sono distinti per la realizzazione di opere dalla bellezza immortale e al contempo hanno fatto parlare di sé per atteggiamenti che travalicano il consuetudinario; di solito appunto. In questa sede l’impiego di tali vocaboli sarà indispensabile non certo per descrivere il vissuto di uno tra i più importanti scrittori o scultori che hanno fatto la storia quanto le gesta di un personaggio a suo modo stravagante maestro d’arte, in questo caso vivo e vegeto, orgoglio marchigiano che con il pallone tra i piedi è riuscito in anni di carriera a dipingere su tela verde bellissime parabole imparabili. Di chi si tratta? Di Roberto Mancini. Na...leggi
03/08/2020, La Redazione , IL PROTAGONISTA

Parla Andrea Tessiore, il giocatore che aveva contratto il Covid-19

Andrea Tessiore (foto), centrocampista di proprietà della Sampdoria attualmente in prestito alla Vis Pesaro, è stato uno dei calciatori risultati positivi al Coronavirus. Il classe 1999 il 10 marzo scorso non esitò a lanciare un appello: "Ho deciso di rendere pubblica la mia condizione perché vorrei che passasse un messaggio fondamentale: anche noi giovani non siamo immuni. Bisogna stare a casa per evitare che il contagio si diffonda". Tessiore ne sta venendo fuori, ieri si è sottoposto al secondo tampone come da prassi del doppio test richiesto per certificare lo stato di guarigione dal Coronavirus. "Il primo esame ha dato esito negativo – racconta Tessiore a Il Resto del Carlino – a fine settimana riceverò il risultato del secondo e i...leggi
09/04/2020, La Redazione , IL PROTAGONISTA

Cossa: "A Macerata gli anni più belli. Pergolese? Che tristezza..."

“Sono due o tre anni che penso di smettere e dico che sarà l’ultimo. Poi durante l’estate, dopo un po’ di riposo, mi riprende la voglia, qualche squadra mi cerca, mi lascio convincere e ricomincio. Finché i numeri ci sono cercherò di tenere botta, anche se il peso degli anni e gli impegni con la famiglia ed il lavoro si fanno sentire”. Alessandro Cossa (foto, vedi scheda) ha superato gli “anta”, ma continua ad essere decisivo con la maglia della Laurentina (Prima categoria B). Contro la Falconarese nell’ultima giornata ha messo a segno il settimo gol di questo campionato.“Il segreto per chi continua a giocare al calcio alla mia età è sempre lo stesso, la grande passione che si ha dentro – dice Co...leggi
10/02/2020, Andrea Cesca, IL PROTAGONISTA

Servadio: "Vi racconto la storia di Riccardo Rossi alla Juventus"

SENIGALLIA. E dunque, l’ex vigorino Riccardo Rossi approda alla Juventus (vedi articolo). Il giovane classe 2004 ha militato tre anni nel settore giovanile della Vigor Senigallia per poi passare al Pescara dopo un provino fatto qualche anno fa col club bianconero. Ora è finalmente arrivato il suo momento e questa mattina è partito con i genitori alla volta di Vinovo per le visite al J Medical. Riccardo militerà nell’Under 16 bianconera, ma è il responsabile tecnico del settore giovanile della Vigor Loris Servadio (foto) a raccontarci questa bella storia.“Il ragazzo è stato tesserato dal Pescara due anni e mezzo fa e con la società abruzzese c’è ormai una collaudata collaborazione. Riccardo è stato gir...leggi
05/02/2020, La Redazione , IL PROTAGONISTA

<< precedente   successiva >>   
Change privacy settings