Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Free Image Hosting at FunkyIMG.com

Edizione provinciale di Ascoli Piceno


Bomber a Malta con la Samb nel cuore: la favola di Gianmarco Piccioni

Gioca (e segna) nel Mosta, suo papà Enrico è l'allenatore: "Questo è un posto splendido. Il sogno? Rivedere in alto la mia squadra del cuore"

Un attaccante marchigiano bomber nel cuore del Mediterraneo, a Malta: 12 gol in 18 partite. Nome: Gianmarco Piccioni (foto), figlio di Enrico, ex glorioso centrocampista della Samb, esperienze in Bulgaria attualmente allenatore proprio dell'F.C. Mosta, la squadra in cui fa faville suo figlio. 

"Mi avevano chiamato a luglio – racconta l'attaccante di San Benedetto del Tronto a Tuttosport – ma non se ne era fatto nulla perché mi volevano due squadre della serie A bulgara, dove ero appena stato. Poi il passaggio non si è concretizzato e allo stesso modo è successo con qualche club italiano. A ottobre mi ha così richiamato il presidente, mi ha chiesto se stavo bene. Sono tornato a Malta e ho firmato fino a giugno, sono convinto di aver finalmente fatto la scelta giusta". Parole dettate da una carriera giovane (Piccioni compirà 23 anni il 18 luglio) ma già intensa: "Ho cominciato da ragazzo con la Samb, poi sono stato in C1 a Vicenza, in C2 a L'Aquila sfiorando la promozione e in C1 a Lanciano, vincendo i playoff con il Trapani. Sono tornato a L'Aquila ma avevo voglia di provare qualcosa di differente. Nel 2013 mi ha chiamato appunto lo Shumen, serie B bulgara dove allenava papà. La società navigava in brutte acque ma io sono stato contento comunque: è vero che non prendevo soldi però a 21 anni uno non ci pensa troppo, specie se sta bene con le persone, come è capitato a me. Non rimpiango nulla anche se, adesso, sono davvero contento di aver detto sì al Mosta".

A Malta le dimensioni sono ridotte: 400.000 abitanti con una capitale (La Valletta) di 7.000, in tre quarti d'ora la giri tutta. La città più grande è Birkirkara, con 22.000 abitanti, Mosta ne conta 16.000. "E io mi trovo benissimo. Sono qui con Annalisa, la mia fidanzata, ci sono i posti giusti per i giovani. I maltesi sono belle persone, se ti comporti bene ti danno il cuore senza farti mancare nulla. E' come se fossi a casa mia, nelle Marche. Sliema è splendida, a St. Julian's sembra di essere a Ibiza, il mare è un favola... Ma io penso solo al calcio". Un livello del campionato non eccelso ma comunque più che dignitoso: "Quando sono arrivato a luglio, non mi aveva fatto una grande impressione. Poi mi sono ricreduto. Non posso paragonarlo alla nostra serie A o B, mi manca la conoscenza diretta. Ma le partite sono sempre tirate e i club si stanno evolvendo molto, imparano in fretta dall'estero". Il Mosta era partito con un obiettivo: "Arrivare almeno sesto. Il campionato è formato da 12 squadre, alla fine della stagione regolare le prime 6 lottano per lo scudetto, le altre per non retrocedere. Siamo quarti, abbiamo cambiato marcia da quando è arrivato mio padre a gennaio. Il tecnico precedente, un serbo, aveva idee un po' strane. Papà ha introdotto alcuni solidi concetti italiani, oggi giochiamo da squadra e non per noi stessi. Puntiamo ai preliminari di Europa League". Non è semplice per un calciatore avere il proprio padre in panchina: "E' una situazione particolare, in allenamento devo sempre dimostrare qualcosa in più per non passare per raccomandato... Ho un bel rapporto con lui, anche se come carattere siamo agli opposti: lui è un buono, uno tranquillo; io a volte eccedo, mi lascio trasportare. Sa tirare fuori il meglio di me. Sono una prima punta, ma mi adatto facendo di tutto. A Lanciano e L'Aquila ho giocato anche da esterno. Non mi ricordo di papà giocatore (una carriera da centrocampista quasi ventennale, con la Cremonese in A come vertice, ndr), ero troppo piccolo. Ma mi bastano le foto, un motivo di orgoglio e un fardello positivo, che mi spinge".

Il prossimo traguardo di Piccioni è quello comune a chi vive di pallone: "E' una massima serie, ovviamente. Ma vivo il momento, mi interessa soltanto dimostrare quello che valgo. Qui sto bene, mi vedo anche con gli altri italiani appena è possibile. Il pubblico è splendido e numeroso, ti fa sentire uno di famiglia. Vivono la squadra, sono molto attaccati. A fine campionato vedrò, se arriva l'Europa League posso pensarci. Ma non c'è nulla di definitivo, anche a Malta vengono molti club da fuori a seguire le partite. Quindi...". E il sogno è quello legato alle radici: "Rivedere la Samb in alto. E' la squadra dove sono cresciuto, è la squadra per cui tifo. Una piazza del genere merita avversarie all'altezza: facciamo 3.000 spettatori in Eccellenza e vedo piazze in Prima e Seconda divisione con 200, 300 presenze allo stadio. La mia città vale ben altro".

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 28/04/2014
 

Altri articoli dalla provincia...



LA STORIA. Boateng-Barca, risarcito il fanta-mister di San Benedetto!

SAN BENEDETTO DEL TRONTO. Cosa c'entra la storia del passaggio di Kevin Boateng (foto) al Barcellona con la Riviera delle Palme? Eppure c'entra. La storia in questione, quella del fantallenatore arrabbiato per aver perso Kevin-Prince Boateng - trasferitosi dal Sassuolo al Barcellona a gennaio - che ha chiesto un rimborso all'ex Milan, negli ultimi giorni ha fatto ...leggi
12/02/2019

LA SENTENZA. Tolte 10 giornate di squalifica per insulti..."razzisti"

COLLI DEL TRONTO. C'è voluto il gran lavoro dell’avvocato Christian Schicchi per ribaltare una sentenza sportiva che ha del clamoroso e probabilmente dell’innovativo, perché davvero di rado si vede un calciatore condannato in primo grado a 10 giornate di squalifica, uscire indenne dalla sentenza della Corte Sportiva d’Appello Territoriale. Schicc...leggi
01/02/2019

ASCOLI. Monteprandone, a te la Coppa Marche 3

CASTEL DI LAMA. Il Monteprandone Calcio si aggiudica la Coppa Marche 3 provinciale di Ascoli Piceno accedendo alle finali regionali. Nella finale giocata sul campo neutro dello "Stipa" di Castel di Lama, i neroverdi hanno battuto la Forcese 5-4 ai calci di rigore dopo aver terminato 1-1 ai tempi regolamentari. ...leggi
19/01/2019

CLAMOROSO: Questo gol non è stato dato!

ASCOLI PICENO. Fa sentire la sua voce la Jrvs Ascoli, fanalino di coda del girone D della Prima categoria. La compagine picena obiettivamente non sta disputando una grande stagione, ma ci tiene a sottolineare che il suo impegno non è mai venuto meno, neanche di fronte a clamorose sviste arbitrali: “Siamo ultimi ma non per questo dobbiamo essere pen...leggi
15/01/2019

A Colli si inizia in ritardo: la Civitanovese fa misurare le porte

COLLI DEL TRONTO. Episodio curioso ieri al Comunale di Colli del Tronto prima della gara tra la squadra locale e la Civitanovese, valida per il recupero della 12^ giornata del girone di andata del campionato di Promozione, girone B. Una mezzoretta prima del fischio d'inizio, l'arbitro Cameli di Fermo è stato ripetutamente invitato da un dirigente della squadra ospite a v...leggi
31/12/2018

ASCOLI CALCIO, 24 ANNI SENZA COSTANTINO ROZZI

ASCOLI PICENO. Il 18 dicembre 1994 muore ad Ascoli Piceno Costantino Rozzi. Aveva 65 anni ed è stato lo storico presidente dell'Ascoli. Grande personaggio del calcio italiano degli anni '80, aveva rilevato il club marchigiano nel 1968 e lo guidò fino alla sua scomparsa. Sotto la sua gestione l'Ascoli ha vissuto gli anni più brillanti, giocando per 14 stagioni in Serie A ...leggi
18/12/2018


RECUPERI. Arriva l'ufficialità: il 29 e 30 dicembre si scende in campo

Dopo la riunione svoltasi nella sede ufficiale in Ancona, è stata confermata l'ipotesi data dalla nostra redazione in mattinata. Le squadre dilettantistiche marchigiane scenderanno in campo nel weekend tra Natale e Capodanno. Il Comitato Regionale Marche ha scelto i giorni 29 e 30 dicembre come date di recupero delle gare dall'Eccellen...leggi
10/12/2018

Cataclisma in Promozione: due sconfitte a tavolino per la Sangiorgese!

PORTO SAN GIORGIO. Due reclami delle società di Montalto ed Atletico Centobuchi hanno completamente ribaltato le ultime posizioni della classifica del girone B di Promozione. A farne le spese è stata la Sangiorgese. Il motivo? La presenza irregolare del calciatore Lamin Ndoje nella 8^ e nella 9^ giornata di campio...leggi
28/11/2018

Un Porto d'Ascoli appena maggiorenne vince in Coppa Italia Eccellenza

Conferma la sua vocazione a lavorare con i giovani il Porto d'Ascoli. La società biancazzurra, nella gara di Coppa Italia Eccellenza disputata ieri a Montefano, ha schierato in campo una squadra composta quasi esclusivamente da giocatori under, gli unici "esperti" in campo risultavano essere Schiavi ('96) e Gaglia...leggi
22/11/2018

Guido Galli: dall'intesa con Gaggiotti al derby col fratello Giorgio!

FABRIANO-CERRETO D’ESI. Domenica ha colpito da ex, senza esultare, il Monticelli con la sua ottava rete stagionale che vale al momento la vetta della classifica marcatori. Momento di grande forma quello del bomber Guido Galli, classe 1987, che guarda tutti dall’alto della classifica marcatori, 8 centri con il Fabriano Cerreto, anche se il ...leggi
20/11/2018

"Mi chiamo Keba Gassama, sono veloce, e per me è facile fare gol"

ASCOLI PICENO. Ha segnato una tripletta nella partita contro il Potenza Picena (terminata 4-0) salendo così a 4 reti in campionato. Non ci ha messo molto a far vedere le sue qualità l'attaccante senegalese Keba Gassama (foto), classe 1993, gioiello dell'Atletico Ascoli con un trascorso in piazze importanti come Nuova Cosenza, Atletico S...leggi
13/11/2018

Manoni vs Manoni: doppio derby tra Porto d'Ascoli e Grottammare

GROTTAMMARE. Quello in programma domenica prossima a Porto d'Ascoli tra la squadra locale ed il Grottammare, non sarà solo un derby molo importante per il campionato di Eccellenza, ma sarà anche un confronto a livello familiare. Da una parte l'allenatore del Grottammare Manolo Manoni (foto a sx) e dall'altra suo figlio...leggi
09/11/2018

Ora anche le reti di Grilli spingono in alto l'Atletico Azzurra Colli

COLLI DEL TRONTO. Nel girone B della Promozione che ha disputato la 7^ giornata di andata, da segnalare le ottime prestazione dell'Atletico Azzurra Colli che staziona stabilmente nelle zone nobili della graduatoria. Nell'ultino turno i ragazzi di mister Fanì hanno battuto con merito la Palmense, una matricola molto organizzata che nel primo tempo &egra...leggi
07/11/2018

Pampano e Raschioni: quanta bella gioventù nel Montalto!

MONTALTO DELLE MARCHE. Reduce da una vittoria di enorme valore contro il Montecosaro, il Montalto sale a quota 6 punti nella classifica del girone B della Promozione. Un buon bottino per mister Roberto Ricciotti che sta lavorando al meglio, lanciando anche alcuni ragazzi molto interessanti. Dagli Allievi ha già portato in prima squadra Mattia Pampano ...leggi
24/10/2018


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,11367 secondi