Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Free Image Hosting at FunkyIMG.com

Edizione provinciale di Ascoli Piceno


Bomber a Malta con la Samb nel cuore: la favola di Gianmarco Piccioni

Gioca (e segna) nel Mosta, suo papà Enrico è l'allenatore: "Questo è un posto splendido. Il sogno? Rivedere in alto la mia squadra del cuore"

Un attaccante marchigiano bomber nel cuore del Mediterraneo, a Malta: 12 gol in 18 partite. Nome: Gianmarco Piccioni (foto), figlio di Enrico, ex glorioso centrocampista della Samb, esperienze in Bulgaria attualmente allenatore proprio dell'F.C. Mosta, la squadra in cui fa faville suo figlio. 

"Mi avevano chiamato a luglio – racconta l'attaccante di San Benedetto del Tronto a Tuttosport – ma non se ne era fatto nulla perché mi volevano due squadre della serie A bulgara, dove ero appena stato. Poi il passaggio non si è concretizzato e allo stesso modo è successo con qualche club italiano. A ottobre mi ha così richiamato il presidente, mi ha chiesto se stavo bene. Sono tornato a Malta e ho firmato fino a giugno, sono convinto di aver finalmente fatto la scelta giusta". Parole dettate da una carriera giovane (Piccioni compirà 23 anni il 18 luglio) ma già intensa: "Ho cominciato da ragazzo con la Samb, poi sono stato in C1 a Vicenza, in C2 a L'Aquila sfiorando la promozione e in C1 a Lanciano, vincendo i playoff con il Trapani. Sono tornato a L'Aquila ma avevo voglia di provare qualcosa di differente. Nel 2013 mi ha chiamato appunto lo Shumen, serie B bulgara dove allenava papà. La società navigava in brutte acque ma io sono stato contento comunque: è vero che non prendevo soldi però a 21 anni uno non ci pensa troppo, specie se sta bene con le persone, come è capitato a me. Non rimpiango nulla anche se, adesso, sono davvero contento di aver detto sì al Mosta".

A Malta le dimensioni sono ridotte: 400.000 abitanti con una capitale (La Valletta) di 7.000, in tre quarti d'ora la giri tutta. La città più grande è Birkirkara, con 22.000 abitanti, Mosta ne conta 16.000. "E io mi trovo benissimo. Sono qui con Annalisa, la mia fidanzata, ci sono i posti giusti per i giovani. I maltesi sono belle persone, se ti comporti bene ti danno il cuore senza farti mancare nulla. E' come se fossi a casa mia, nelle Marche. Sliema è splendida, a St. Julian's sembra di essere a Ibiza, il mare è un favola... Ma io penso solo al calcio". Un livello del campionato non eccelso ma comunque più che dignitoso: "Quando sono arrivato a luglio, non mi aveva fatto una grande impressione. Poi mi sono ricreduto. Non posso paragonarlo alla nostra serie A o B, mi manca la conoscenza diretta. Ma le partite sono sempre tirate e i club si stanno evolvendo molto, imparano in fretta dall'estero". Il Mosta era partito con un obiettivo: "Arrivare almeno sesto. Il campionato è formato da 12 squadre, alla fine della stagione regolare le prime 6 lottano per lo scudetto, le altre per non retrocedere. Siamo quarti, abbiamo cambiato marcia da quando è arrivato mio padre a gennaio. Il tecnico precedente, un serbo, aveva idee un po' strane. Papà ha introdotto alcuni solidi concetti italiani, oggi giochiamo da squadra e non per noi stessi. Puntiamo ai preliminari di Europa League". Non è semplice per un calciatore avere il proprio padre in panchina: "E' una situazione particolare, in allenamento devo sempre dimostrare qualcosa in più per non passare per raccomandato... Ho un bel rapporto con lui, anche se come carattere siamo agli opposti: lui è un buono, uno tranquillo; io a volte eccedo, mi lascio trasportare. Sa tirare fuori il meglio di me. Sono una prima punta, ma mi adatto facendo di tutto. A Lanciano e L'Aquila ho giocato anche da esterno. Non mi ricordo di papà giocatore (una carriera da centrocampista quasi ventennale, con la Cremonese in A come vertice, ndr), ero troppo piccolo. Ma mi bastano le foto, un motivo di orgoglio e un fardello positivo, che mi spinge".

Il prossimo traguardo di Piccioni è quello comune a chi vive di pallone: "E' una massima serie, ovviamente. Ma vivo il momento, mi interessa soltanto dimostrare quello che valgo. Qui sto bene, mi vedo anche con gli altri italiani appena è possibile. Il pubblico è splendido e numeroso, ti fa sentire uno di famiglia. Vivono la squadra, sono molto attaccati. A fine campionato vedrò, se arriva l'Europa League posso pensarci. Ma non c'è nulla di definitivo, anche a Malta vengono molti club da fuori a seguire le partite. Quindi...". E il sogno è quello legato alle radici: "Rivedere la Samb in alto. E' la squadra dove sono cresciuto, è la squadra per cui tifo. Una piazza del genere merita avversarie all'altezza: facciamo 3.000 spettatori in Eccellenza e vedo piazze in Prima e Seconda divisione con 200, 300 presenze allo stadio. La mia città vale ben altro".

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 28/04/2014
 

Altri articoli dalla provincia...



"Giovà, per la cabrio pensaci tu". Barzagli, aneddoto di Fioravanti

Dopo 206 presenze e 2 gol con la maglia della Juventus (e una lunga carriera tra serie A - dove ha iniziato con le maglie di Chievo e Palermo - e in Bundesliga con il Wolfsburg) Andrea Barzagli (foto) ha deciso di ritirarsi. Al 15' del secondo tempo della partita contro l'Atalanta, ha lasciato il campo tra gli applausi di tutto lo Stadium e non è riuscito a trat...leggi
20/05/2019

L'FC Vigor Senigallia può finalmente gridare: ECCELLENZA!

FC Vigor Senigallia - Atletico Ascoli 2-1FC Vigor Senigallia: Minardi, Candolfi, Guerra, Morganti, Magi Galluzzi, Vitali, Carbonari, Alessandro Pesaresi (30'st Gresta), Denis Pesaresi, D'Errico (30'st Siena), Cinotti (15'st Sabbatini). A disp. Morbidelli, Rosi, Marzano, Cuomo, Roberto, Falcinelli. All. Massimiliano GuiducciAtletico Ascoli:...leggi
19/05/2019

"La mia Under 19 campione regionale! Siamo partiti con 5 ragazzi..."

ASCOLI PICENO. Un weekend di grandi soddisfazioni per l’Atletico Ascoli che sabato ha conquistato il passaggio in finale playoff di Promozione B superando la Maceratese mentre domenica è arrivato addirittura il titolo regionale Under 19 con il successo finale sull'FC Vigor Senigallia. Grande la soddisfazione del direttore sportivo Mario Mar...leggi
08/05/2019

Manni & Matricardi: sono loro i gemelli del gol delle Marche!

COSSIGNANO. Si è conclusa in gloria la stagione regolare della Cossinea, che per la prima volta nella sua storia è approdata nel campionato di Prima categoria. Un successo forse inatteso per una società piccola, ma seria ed organizzata, magistralmente diretta da due grandi appassionati di calcio come Quintilio Silvestri e Pacifico Barbizzi ...leggi
30/04/2019



La Cuprense saluta Daniel Angelici, presidente del Boca Juniors

CUPRA MARITTIMA. Una piacevole domenica mattina quella vissuta a Cupra Marittima, è infatti tornato a fare visita alla sua città di origine un personaggio illustre del mondo dello sport, stiamo parlando di Daniel Angelici, presidente di una delle squadre più famose ed importanti del mondo: il Boca Juniors. Il numero...leggi
29/04/2019

LA RIFLESSIONE. Tre gare non disputate... 25 Aprile scelta sbagliata!

Con il senno di poi forse è troppo facile prendere un certo tipo di posizione, ma siamo certi che giocare una giornata decisiva di campionato il 25 Aprile sia stata un'idea geniale? Al di la della Festa Nazionale che forse sarebbe giusto rispettare, si trattava per i campionati di Promozione e Seconda categoria dell'ultima di campionato, decisiva in alcu...leggi
26/04/2019

Orsolini: l'ascolano tra la salvezza del Bologna e il sogno Juve

Sta diventando sempre più interessante la lotta per non retrocedere in Serie A, con squadre come il Bologna, l’Empoli, l’Udinese ed il Cagliari impegnate in questo rush finale che si annuncia ricco di sorprese e di colpi di scena. Proprio nel Bologna, squadra allenata da mister Sinisa Mihajlovic, gioca uno...leggi
19/04/2019

Cossinea in 1^ cat: parlano gli artefici di una storia straordinaria

COSSIGNANO. La Cossinea scrive la storia! Potrebbe sembrare la solita frase retorica, invece sabato scorso è accaduto davvero qualcosa di incredibile. Vincendo una gara non facile di campionato, la squadra di un piccolo comune dell'entroterra ascolano, si è guadagnata con una gara di anticipo, l'accesso al prossimo campionato di Prima categoria. P...leggi
16/04/2019

A Cossignano è festa: per la Cossinea una fantastica Prima categoria

Cossinea - Petritoli: 2-1 Cossinea: De Benedittis, Fiorino,Capriotti, Massari, D'Angelo N. , Lucidi (75'  Mestichelli), Straccia, Celestini (70' Silvestri), Matricardi , Manni , Giudici.  All. VolponiPetritoli: Monaldi, Lupi, Buozzi, Rossi, Ilari, Galosi, Nerla, Tomassini, Tiburzi, Brilli, Rastelli (62' Vallati). All. Bu...leggi
13/04/2019

Nessuno come Theo Senghor! 26 gol e non vuole fermarsi

CASTEL DI LAMA. Taglia il traguardo, anche con un certo anticipo, il Santa Maria Truentina, assoluta dominatrice del girone H della Seconda categoria. Una cavalcata straordinaria per la squadra allenata da mister Gabriele Cori che sabato scorso, battendo la Rotellese, ha raggiunto per la prima volta nella sua storia in campionato di Prima categoria. L'uomo cope...leggi
09/04/2019

Compagnoni: "A Rotella Orsolini supera il... Porco Festival"

Per arrivare a Federico Chiesa o a Nicola Zaniolo si vocifera che la Juventus riscatterà Riccardo Orsolini (foto) dal Bologna per una cifra che si aggira sui 15 milioni di euro. L’attaccante ascolano attualmente in forza al Bologna è andato a segno nuovamente in campionato: nella partita con l’Atalanta ha realizzato un gol straordinari...leggi
05/04/2019

40 anni, 11 gol e la Serie D col Muravera: infinito Giorgio La Vista!

Compirà 40 anni esatti venerdì ma gli piace ancora troppo calcare quel rettangolo verde. E anche vincere. Si perché Giorgio La Vista (nella foto) proprio domenica ha vinto ancora un campionato…e lo ha fatto da protagonista. Siamo in Eccellenza sarda e precisamente a Muravera, pochi chilometri da Cagliari, do...leggi
03/04/2019

Gare l'11 Aprile: sale la protesta. Ma si può giocare di giovedi?

Probabilmente la maggior parte degli appassionati del calcio dilettantistico e dei dirigenti delle squadre non si erano accorti di un piccolo fatto che, con l'approssimarsi del finale di stagione, sta mettendo in un certo allarme molti addetti ai lavori. Viste le date del “Torneo delle Regioni” che si svolgerà a Matera in Basilicata dal 12 al 19 April...leggi
01/04/2019


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,09444 secondi