Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Macerata


Zannini: "A Potenza Picena un ottimo mix di gioventù ed esperienza"

Tecnico e società hanno saputo correggere in corsa l'organico dopo un avvio difficoltoso. Determinante l'apporto della "vecchia guardia" nella maturazione dei tanti ragazzi provenienti dal settore giovanile

POTENZA PICENA. Dopo un periodo difficile il Potenza Picena si sta tirando fuori dalla zona pericolosa del girone B della Promozione. Alcuni risultati positivi hanno proiettato la formazione giallorossa in una posizione di classifica più sicura e confortevole, rispetto a quella occupata solo poche settimane addietro. Superata la metà del cammino abbiamo fatto con il tecnico Gianfranco Zannini (foto) un punto della situazione:

“ E’ fuori discussione che l’avvio è stato difficoltoso – ammette l’allenatore – siamo partiti con un certo ritardo, ed abbiamo commesso anche degli errori che hanno finito per pesare. A mio modo di vedere sono tre le componenti fondamentali di una buona squadra: società, staff tecnico e giocatori, noi abbiamo la fortuna di averne anche una quarta importantissima, ovvero una tifoseria che non ha eguali in queste categorie, per numero, calore e vicinanza alla squadra. L’unità d’intenti di tutti questi fattori permette di portare avanti un lavoro costruttivo e proficuo anche dal punto di vista dei risultati. Purtroppo ad inizio stagione i nostri dirigenti, per questioni legate al lavoro, non potevano esserci vicini come avrebbero voluto. Il mercato ha risentito di tutto questo, ci siamo mossi in maniera slegata, costruendo una squadra che non rispondeva alle nostre esigenze e alle nostre aspettative. Valutata, a mio modo di vedere, con grande intelligenza la situazione, abbiamo cercato di apportare dei correttivi. La dirigenza è tornata pienamente operativa e nel mercato di dicembre sono arrivati dei giocatori molto motivati, come Ionni, Mercuri, Marcantoni che hanno dato subito un contributo determinante".

"In fondo - continua Zannini - i nostri obiettivi sono chiari, raggiungere una salvezza tranquilla cercando di dare il maggiore spazio possibile ai tanti ragazzi che provengono da un settore giovanile ottimamente gestito. Per fare questo è necessario che i più esperti si mettano a completa disposizione ed io non mi stancherò mai di ringraziare, oltre ai nuovi arrivati, degli atleti straordinari come Natali e Pantone e quegli uomini che hanno ormai sposato la causa del Potenza Picena, penso ad esempio a Sulce, Tomassini e Monaco. Grazie al contributo fondamentale di tutti questi uomini veri possiamo portare avanti il nostro progetto, basato su un gran numero di giovani che sono la parte preponderante del nostro organico. C’è voluto del tempo, ma pian piano siamo cresciuti, un momento di svolta è stata l’eliminazione dalla Coppa Italia arrivata per differenza reti. In quel momento abbiamo capito che era necessario rimboccarsi ancora di più le maniche, tutti lo hanno fatto con grande professionalità ed abbiamo imboccato la strada giusta. Chiaramente non abbiamo conquistato ancora nulla, siamo in mezzo al guado e vediamo la riva opposta, ma potrebbe arrivare una corrente e farci tornare indietro".

"Ora è il momento di dare continuità al nostro percorso, anche se i pericoli sono sempre all’ordine del giorno in un campionato di altissimo valore come questo. Raramente - sottolinea il mister - mi era capitato di vedere avversari tanto forti ed organizzati come quelli di quest’anno e pertanto, in un contesto del genere, aver conquistato una posizione di classifica più che dignitosa è motivo di onore, ma ci sarà tanto ancora da lavorare e da lottare per mantenerla fino al termine. A distanza di qualche mese dal mio arrivo, posso dire di essere soddisfatto di tutti questi ragazzi, del loro impegno e della loro straordinaria disponibilità. Ho avuto anche modo di conoscere meglio il presidente Andrea Savoretti che dimostra ogni giorno di più di essere un eccellente dirigente, con un legame indissolubile con l’ambiente, una passione smisurata per la sua società ed un modo di fare, specialmente con i più giovani, estremamente pratico e formativo. Pur avendo un lavoro che non gli consente di esserci tanto vicino quanto vorrebbe, si fa davvero in due per dare il massimo ed il suo esempio è uno sprone per tutto l’ambiente”.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 12/02/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



Emanuele Fermani, 8 campionati vinti e un "no" alla Triestina in B...

“Il campionato non è ancora terminato, solo alla fine deciderò cosa fare”. Emanuele Fermani (foto), classe 1977, difensore del Valdichienti Ponte, si racconta a il Resto del Carlino. Ha indossato le maglie di Grottese, Sangiustese, Morro d’Oro, Castelfidardo, Recanatese, Tolentino, Lorese, San Marco Lorese. Ques...leggi
23/04/2019

INTERVISTA. Zannini: "A Potenza Picena vissuta un'annata strepitosa!"

POTENZA PICENA. Si chiuderà il prossimo 25 aprile la stagione del Potenza Picena nel girone B del campionato di Promozione, ma quando manca ancora una gara al termine, i giallorossi possono già andare fieri di una posizione in classifica di tutto rispetto. Una salvezza tranquilla ed anche una piccola possibilità, ora sfumata, di agganciare ...leggi
19/04/2019

"Voglio restare al Tolentino e aprire un ciclo come Castori"

TOLENTINO. "Spero che mister Castori sia orgoglioso di me per questo successo. Nel corso dell’anno mi è stato vicino e mi ha dato tanti consigli: questa vittoria è stata anche la sua". Queste le parole del tecnico del Tolentino Andrea Mosconi (foto) il giorno stesso della vittoria del campionato. Ma Mosconi si spinge oltre riguardo il tecnico di San...leggi
18/04/2019

HR Maceratese ko a testa alta: l'Anconitana trionfa in Coppa Italia

Coppa Italia Promozione - Finale: HR Maceratese - Anconitana 2-3 HR Maceratese: Tomba, Bigoni, Brugiapaglia (1'st Argalia), Arcolai, Capparuccia, Campana, Girotti (1'st Massini), Moriconi (35'st Agostinelli), Ridolfi, Mongiello, Suwareh (1'st Andreucci). A disp. Farroni, Falco, Tartabini, Ghannoui, Cervigni. All. Francesco MoriconiAnconita...leggi
14/04/2019

INTERVISTA. Campionato, Coppa, papà e... politica: Ruggeri fa poker!

TOLENTINO. E’ il simbolo della squadra cremisi tornata finalmente in Serie D ma per Federico Ruggeri (foto) è stata un’annata senza dubbio da ricordare. Contro il Montefano ha timbrato la presenza numero 200 (durata appena dieci minuti causa infortunio) con questa maglia, giocando tutte le gare stagionali nonostante le 35 primavere. Lo scorso...leggi
12/04/2019

Recordman Iommi: 4° successo di fila ed 8° in carriera. Un mostro!

MONTE SAN GIUSTO. Nel Valdichienti Ponte che ha festeggiato ieri pomeriggio l'approdo nel campionato di Eccellenza, uno dei calciatori che può esultare con maggiore entusiasmo è senza alcun dubbio Giacomo Iommi (foto), che ha raggiunto l'incredibile traguardo di 8 campionati vinti. “Effettivamente è così, la mia o...leggi
11/04/2019

Tolentino, è qui la festa. Dopo 10 anni ritorna la Serie D!

DA TOLENTINO Diego Cartechini.Bastava un punto per festeggiare, e un punto col Montefano è arrivato. Finisce 0-0 al Della Vittoria e con il +10 in classifica a tre giornate dal termine il Tolentino si assicura il campionato di Eccellenza e dopo 10 anni ritrova la Serie D. Primo tempo di marca locale (al 10' il Tolentino perde il capitano Rugge...leggi
10/04/2019

Valdichienti Ponte hurrà: poker al Montalto e vola in Eccellenza!

MONTE SAN GIUSTO. Il Valdichienti Ponte è in Eccellenza. La squadra di Luigi Giandomenico aveva un compito ben preciso nel match casalingo con il Montalto: fare tre punti per non aspettare nessun altro risultato e puntualmente ha compiuto il suo dovere. Un primo tempo con l’acceleratore premuto è st...leggi
10/04/2019

Renzo Morreale selezionatore per la Juniores Cup: "Sono orgoglioso!"

PORTO SANT'ELPIDIO. “Non vedevo l’ora di rimettere quelle scarpette e tornare sul rettangolo di gioco, mi mancava troppo”. E’ entusiasta al telefono Renzo Morreale (foto) che proprio ieri ha iniziato ufficialmente la sua nuova avventura. Attenzione, nessun cambio di panchina in Eccellenza o giù di li. E’ in realtà il selezion...leggi
10/04/2019

Sorichetti, e 7! "San Severino ha dimostrato di avere fame di calcio"

SAN SEVERINO MARCHE. Nella vittoria della Settempeda (promossa in Prima categoria) c'è tanto di Roberto Sorichetti (nella foto con il sindaco di San Severino Marche, Rosa Piermattei), 50 anni a luglio, circa 800 presenze in tutte le categorie e... sette campionati vinti. Ricapitoliamo: due a Pollenza, uno a Tolentino, uno a Matelica, uno a San S...leggi
09/04/2019


Ribichini family, Andrea a Mattia: "Onora la maglia e fatti valere!"

Bomber di padre in figlio. Il papà è Andrea Ribichini, per tutti "Furia" (foto in alto a destra), un mito a Corridonia, oltre 25 anni di onorata carriera e circa 320 reti segnate con cinque campionati vinti indossando sedici maglie in tutte le categorie, il figlio è Mattia (foto, ...leggi
03/04/2019

COPPA ITALIA D. Il Matelica manda ko il Mantova (2-1) e vola in finale

MATELICA. Alla fine il Matelica sigilla una pagina di storia autentica con la qualificazione alla finalissima di Coppa Italia. Pubblico delle grandi occasioni a Matelica, oltre 600 presenti (una cinquantina giunti da Mantova) per quello che può essere un pomeriggio storico per i biancorossi maceratesi, in palio un posto nella finalissima della Co...leggi
03/04/2019

MINNOZZI STORY. Parla papà Massimo: "Vi racconto il mio Matteo..."

Suo papà Massimo Minnozzi (foto a sinistra), 50 anni, è stato un attaccante di rango che ha militato in diverse importanti società come Portorecanati, Osimana, Porto Potenza e Sangiustese (solo per citarne alcune) che negli ultimi anni si è cimentato come allenatore alla guida di Nuova Picena, Montecassiano e Real Castelfidardo. Lasciato il ...leggi
02/04/2019

Fabrizia Ghergo, una presidente...Real: "La vittoria del gruppo"

CIVITANOVA MARCHE. Una donna maceratese che vince a Civitanova Marche. Può sembrare un fatto anomalo ma non lo è se conosci la protagonista e gli artefici dell'impresa. Il Real Citanò vola in Seconda categoria (con 3 giornate di anticipo) dopo aver dominato il girone F di Terza categoria (...leggi
01/04/2019


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,06022 secondi