Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI     DIRETTA

Edizione provinciale di Macerata


COPPA ITALIA D. Il Matelica manda ko il Mantova (2-1) e vola in finale

Traguardo storico per una squadra marchigiana, decisiva la doppietta su rigore di un glaciale Florian. Un intero paese in festa: ora la finale al Franchi di Firenze il 18 maggio contro il Messina

MATELICA. Alla fine il Matelica sigilla una pagina di storia autentica con la qualificazione alla finalissima di Coppa Italia. Pubblico delle grandi occasioni a Matelica, oltre 600 presenti (una cinquantina giunti da Mantova) per quello che può essere un pomeriggio storico per i biancorossi maceratesi, in palio un posto nella finalissima della Coppa Italia di Serie D. Gara dai ritmi alti fin dall’avvio con al 3’ Avella che si supera sul pallonetto di Alma e il portiere si ripete poco dopo su Cherubin. Al 15 il primo sussulto Matelica con Brazinaskas che dice di no in uscita a Florian mentre al 20’ è solo il palo a negare la gioia del gol a Pignat. Poco male perché tre minuti dopo Margarita ruba palla a Bertozzini si invola in area ma viene steso dall’estremo difensore ospite. Rigore che Florian trasforma per l’1-0. Poco dopo proteste mantovane per un contatto in area ai danni di Alma mentre il Matelica sfiora il raddoppio intorno alla mezz’ora. Discesa sulla sinistra di Bugaro che serve al centro Lo Sicco, il suo tiro a botta sicura è salvato miracolosamente da Bertozzini che si fa perdonare l’errore in occasione del gol. Dal possibile 2-0 all’1-1 passano due minuti esatti: discesa di Alma che serve Yeboah sul quale Avella respinge alla grande ma arriva il tap-in vincente di Ferrari. Ora è parità assoluta e tutto è da rifare e il primo tempo si chiude sul punteggio di 1-1. Nella ripresa il primo brivido lo portano gli ospiti con il palo di Ferrari ma poco dopo è Angelillia  fallire una buona occasione. Ma la svola del match è dietro l'angolo. Al 68' Florian realizza il 2-1 per il Matelica nuovamente dal dischetto seguito ad un fallo di mani in barriera. Il finale di gara vede il Mantova inserire forze fresche e sfiorare il pari con Ferrari anticipato in extremis da un ottimo Cuccato. Finale intenso con ben sei minuti di recupero che anticipano l'esultanza matelicese.
E' finale dunque (la prima in assoluto per una squadra marchigiana) da affrontare sul neutro prestigioso del Franchi di Firenze il 18 maggio: avversario il Messina (che ha battuto 3-2 il Real Giulianova). 

Matelica (4-4-1-1): Avella;   Visconti (87′ Arapi), Cuccato, De Santis S., Riccio; Angelilli, Pignat, Lo Sicco (79′ Favo), Bugaro;  Margarita (79′ Dorato); Florian (87′ Demoleon). A disp.: Luglio, Benedetti, Mancini,  De Luca, Melandri. All.: Tiozzo
Mantova (4-3-3): Brazinskas, De Santis F., Aldrovandi, Bertozzini (69′ Guglielmelli), Tosi (79′ Riccò), Cherubin (75′ Ekuban), Cuffa (57′ Antogiovanni), Varano, Alma,  Ferrari, Yeboah (69′ Scotto). A disp.: Conti, Musiani, Sbordone,   Lazzarin. All.: Morgia.
Arbitro: Jacopo Bertini di Lucca (assistenti: Pressato di Latina e Cerilli di Latina)
Reti: 23′ Florian su rig. 35′ Ferrari, 68′ Florian su rig.
Note: giornata grigia. Spettatori 600 circa, una cinquantina i mantovani. Espulso all’83’ F. De Santis per doppia ammonizione. Ammoniti: S. De Santis,  Brazinskas, Varano, Cherubin. Al 73′ allontanato dalla panchina Esposito per proteste.

(NUNZIO FORESI)

 

ARTICOLO PRECEDENTE

MATELICA. Un paio di mesi fa una situazione simile per il Matelica era forse auspicabile ma molto complicata da veder concretizzata. Dieci punti di ritardo in campionato dal Cesena e il cammino in Coppa Italia da perseguire. Il Matelica non si è perso d’animo e ha ripreso a macinare su entrambi i fronti. Risultato? Da domenica sera è tornato a -2 dal Cesena e oggi alle 15 al Giovanni Paolo II arriva il Mantova per gli ultimi 90 minuti prima della finale. E il Matelica parte con l’1-1 maturato in terra virgiliana all’andata. Insomma tanto lavoro fatto a fari spenti da Tiozzo e compagni che oggi possono scrivere una pagina storica con la qualificazione alla finale. Basterebbe un pari a reti inviolate o in alternativa un successo con qualsiasi risultato: un pareggio con due o più reti per parte qualificherebbe gli ospiti. La squadra di Massimo Morgia è una utentica corazzata: guida il proprio girone con un punto di vantaggio nei confronti del Como ma oggi non avrà a disposizione Altinier là davanti anche se le alternative non mancano. Il Matelica di certo però vive il suo momento migliore della stagione. E pensare che il turn over nell’ultimo periodo non è stato possibile alla luce dei tanti infortuni ma la quadra ha mostrato di essere viva e in condizione basa vedere il 3-1 di Forlì.
“Serve il Matelica visto a Forlì per conquistare la finale, più che quello visto a Mantova. Giocammo una gara compatta ma il Mantova ci mise in difficoltà. Non fanno la gara sugli avversari ma cercano sempre i imporre il proprio gioco – conferma Tiozzo – questo mi porta a pensare con un pareggio 0-0 o 1-1 difficilmente lo vedremo: una delle due alla fine vincerà questa gara. Ci aspettiamo un Matelica d’attacco ma anche un Matelica meno timoroso dell’andata che se la giocherà alla grande”.

Così in campo (ore 15)

MATELICA (4-2-3-1): 1 Avella; 2 Arapi, 4 Cuccato, 6 De Santis, 3 Riccio; 5 Lo Sicco, 8 Pignat; 7 Angelilli, 10 Margarita, 11 Bugaro; 9 Dorato. All. Tiozzo
MANTOVA (4-3-3): 1 Borghetto; 17 Musiani, 6 Manzo, 13 Baniya, 2 Galazzini; 20 Silvestro, 28 Cherubin, 88 Cuffa; 10 Ferri Marini, 9 Scotto, 8 Alma. All. Morgia
ARBITRO: Bertini di Lucca

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 03/04/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



A Corridonia sale la febbre: "Tutti ci chiedono: vi ripescano o no?"

CORRIDONIA. "In città tutti ci chiedono: ma vi ripescano o no?". Martino Martinelli (foto), tecnico del Corridonia fresco di riconferma, aspetta. Come aspetta la società e una città intera che ha voglia di tornare in alto. Un po' di mercato si è fatto ma tra Prima categoria e Promozione la differenza c'è...leggi
18/07/2019

Il civitanovese Michele Paolucci giocherà in Canada con il Valour Fc!

Continua l’esperienza estera del bomber civitanovese Michele Paolucci (foto): dopo la doppia parentesi maltese con le maglie di Floriana e Tarxien Rainbows (e in precedenza una breve avventura in terra rumena) per lui è arrivato il momento di volare oltre oceano. Ha appena firmato con il...leggi
17/07/2019

UFFICIALE. La Sangiustese trasloca al Polisportivo di Civitanova

Con la documentazione inviata e validata è arrivata l'ufficialità. La Sangiustese giocherà le gare interne del prossimo campionato di Serie D al "Polisportivo" di Civitanova Marche. La vicenda che durava da diversi mesi si è conclusa quindi con il trascolo dei rossoblù di Monte San Giusto in riva all'Adriatico.&nb...leggi
13/07/2019

UFFICIALE: Riparte il Muccia targato Foligno!

MUCCIA. Da una riunione tenutasi ieri sera è scaturita la tanto attesa fumata bianca, sia pure tra tante difficoltà il Muccia Calcio riparte. Grazie alla fattiva collaborazione dell'Amministrazione Comunale e di alcuni imprenditori locali, la squadra di calcio che nelle ultime stagioni ha orgogliosamente lottato nel campionato di Prima categoria, riuscendo an...leggi
12/07/2019

L'Eccellenza di Izzotti: "Equilibrio, ma Anconitana davanti a tutti"

E' senza alcun dubbio uno degli allenatori più in vista nel panorama dilettantistico locale, parliamo di Domenico Izzotti (foto) tecnico che ha diviso la sua carriera tra Marche ed Abruzzo, raccogliendo ovunque grandi successi. Nella stagione che si è appena conclusa ha guidato con ottimi risultati l'Alba Adriatica, nel c...leggi
11/07/2019


Scuffia, voglia di Pro: "Ma la regola Under penalizza i portieri over"

Nelle Marche ha difeso la porta di Maceratese (la squadra della propria città) ed Ancona, e dopo aver spiccato il volo verso la Fiorentina è stato in altre piazze importanti fra cui Catanzaro, Lecce e Rimini. Stiamo parlando di Tommaso Scuffia (foto), portiere di 27 anni, nelle ultime due stagioni protagonista con il Roccella Jonica di al...leggi
09/07/2019

Civitanovese, Rosati: "Troppa improvvisazione. E a Profili dico..."

Ha portato il Trapani in Serie B, poi ha salutato perchè è cambiata la proprietà e sono subentrate logiche politiche che non gli sono piaciute. Ha ripreso l'aereo ed è tornato a casa. Vive a Carpi, spesso anche a Cupramarittima, il suo nome è dinastico, Gianni Rosati (foto): suo padre Armando portò la Civitanovese per la p...leggi
08/07/2019

Torna la S.S. Maceratese 1922

MACERATA. Rinasce ufficialmente la Società Sportiva Maceratese 1922 la gloriosa compagine nata 97 anni fa che ha scritto la storia del calcio di Macerata. Ieri mattina infatti, nel corso di una conferenza stampa, i simboli, i colori, le denominazioni e il logo della storica società, sono stati consegnati dal sindaco Romano Carancini, a titolo g...leggi
06/07/2019


Addio alla maglia viola dopo 11 anni: Gianluca Cesari saluta Montefano

MONTEFANO. Il Montefano perde un pezzo di storia. Dopo undici anni saluta il sodalizio viola Gianluca Cesari. “E’ stata dura prendere questa decisione, ma dopo 11 anni finisce questa splendida avventura, vissuta sempre con grande entusiasmo – dice Cesari - E’ stato un onore aver indossato questa maglia ed è stato facile aver da...leggi
24/06/2019

A Muccia finisce un'epoca. La squadra non si iscriverà al campionato!

MUCCIA. Finisce un'epoca per il Muccia, la gloriosa squadra che nelle ultime stagioni ha militato con successo nel campionato di Prima categoria, agguantando anche una storica partecipazione in Promozione, non si iscriverà al prossimo campionato. Questa la decisone che la dirigenza ha deciso di adottare, sia pure a malincuore, rendendosi conto che non su...leggi
24/06/2019

Ultima apoteosi della stagione: Moie Vallesina in Promozione!

Da Loreto Diego CartechiniAlle 18,54 del 22 giugno del 2019 l'urlo di gioia del Moie Vallesina che batte un rimaneggiatissimo Corridonia e vola in Promozione! Ultimo atto della stagione di Prima categoria, al "Salvo D'Acquisto" si affrontano per lo spareggio che decreterà l'ultima squadra che salirà nel campionato di Pr...leggi
22/06/2019

Canil traccia il futuro: "A Macerata un grande progetto provinciale"

MATELICA. Il Matelica 2019-2020 si è presentato alla stampa con staff tecnico e collaboratori (il ds Francesco Micciola, l'allenatore Francesco Battistini, il direttore tecnico Alberto Virgili, la direttrice generale Roberta Nocelli, il responsabile dell’area scouting Stefano Serangeli) ma più che alla prossima stagione di ...leggi
20/06/2019



Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,09995 secondi