Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Macerata


image host

image host

LA STORIA. Ciro Hosseini Varde'I: "Io, dal Tolentino all'Armenia"

Ha iniziato nel 2013 nella società cremisi con Pagliari e Gesuelli, dal gennaio 2018 è il preparatore atletico del Pyunik, squadra che giovedì affronterà ai preliminari di Europa League il Wolverhampton dell'ex Milan Cutrone

"Lavorare con Raffaele Gesuelli è stato molto formativo, è un periodo che ricordo volentieri". Un lustro dopo eccolo preparatore atletico del Pyunik, squadra professionistica armena che giovedì sfiderà il Wolverhampton dell'ex Milan Patrick Cutrone ai preliminari di Europa League. Ne ha fatta di strada Ciro Hosseini Varde'I, 29 enne di Tolentino che nel 2013 iniziò da tirocinante al Tolentino Calcio con Ivo Pagliari. Tre anni in cremisi tra settore giovanile e scuola calcio e poi l'incarico di preparatore atletico nella Juniores provinciale di Gesuelli.
Mamma italiana e papà iraniano, la sua famiglia gestisce il Bar Jolly di Tolentino.
"Tutto è iniziato grazie al Tolentino Calcio - ci racconta via telefono dall'Armenia - poi ho deciso di prendere un dottorato all'Università di Urbino". Da lì l'ingresso alla K-Sport, azienda fondata dal montelabbatese Mirko Marcolini che monitora partite ed allenamenti dal punto di vista tecnologico con l'utilizzo di telecamere, Gps e magliette sensorizzate. "Qui sono stato due anni - prosegue - ho fatto dal consulente fino al testing dei nuovi prodotti e dell'hardware".
Ed eccoci al contatto con il Pyunik, la squadra più titolata dell'Armenia con 14 campionati nazionali vinti e 8 coppe in bacheca. "Hanno acquistato del materiale ma volevano che uno dell'azienda svolgesse sul posto due mesi di formazione, sono andato io, alla fine mi hanno proposto di restare e ricoprire il ruolo di preparatore atletico... dal gennaio del 2018 sono qui a Yerevan, capitale dell'Armenia".

Meno di tre milioni di abitanti, un terzo dei quali residente nella capitale Yerevan, l'Armenia è un'ex repubblica sovietica situata nella regione montuosa del Caucaso, a cavallo tra Asia ed Europa. Confina con la Turchia a ovest, la Georgia a nord, l'Azerbaigian e la repubblica de facto dell'Artsakh (già Nagorno Karabakh) a est, l'Iran e l'exclave azera del Nakhchivan a sud. "Mi trovo bene, la società mi ha messo a disposizione un abitazione, con l'Italia siamo due ore avanti come fuso orario, il clima è continentale e accettabile - racconta - a livello calcistico si stanno facendo progressi importanti, sia dal punto di vista tecnico che di impianti sportivi. La società ha di recente una nuova proprietà e l'impulso verso una ulteriore professionalizzazione è notevole, l'accesso al terzo turno dei preliminari di Europa League ne è una dimostrazione. Un altro esempio sono i luoghi dei ritiri: noi li abbiamo fatti in Turchia, a Cipro... La lingua? Inizialmente avevo un traduttore a disposizione, con l'allenatore attuale Alexander Tarkhanov che non parla inglese comunico in russo".

La rosa è formata prevalentemente da calciatori armeni, presenti 4-5 russi, 2 macedoni, un ucraino... ci sono elementi di qualità, su tutti spicca Erik Vardanyan con un passato al settore giovanile del Barcellona poi rientrato in patria per problemi fisici. La Serie A armena è formata da 10 squadre, sette sono della capitale, in Armenia ci sono alcuni stadi di livello, quello di Yerevan contiene circa 15 mila spettatori e giovedì contro il Wolverhampton si annuncia il tutto esaurito. "Il campionato, come quello russo, si ferma nel periodo invernale e a dicembre ne approfitto per tornare a Tolentino - conclude Ciro - poi ritorno ancora verso maggio/giugno, il volo non è diretto, si fa scalo a Mosca o in Turchia". Hajoghut’yun Ciro! (In bocca a lupo!).  

 
Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 06/08/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



Jachetta scaricato dalla Maceratese fa la fortuna del Valdichienti...

“Luca Jachetta ci sta prendendo per mano in questo periodo”. Così Luigi Giandomenico, allenatore del Valdichienti Ponte (Eccellenza). L’esterno offensivo, originario di Fabriano, ha debuttato con i colori della nuova maglia l’8 dicembre al "Bianchelli" di Senigallia, dopo di che ha messo a segno 6 reti l’ultima in ordine di tempo contro il Sassoferr...leggi
24/02/2020

Elfa Tolentino unica imbattuta dei Campionati Regionali. Il riepilogo

I campionati regionali marchigiani sono giunti tutti alla 22^ giornata e le squadre si preparano per la volata finale, che decreterà il salto di categoria o l'eventuale partecipazione ai playoff. In tutto il panorama calcistico regionale, prendendo in esame campionati con lo stesso numero di squadre, quindi dall'Eccellenza alla Seconda categ...leggi
18/02/2020

"Martiniello subito sospeso e segnalato alla Procura dell'AIA"

E’ scattato il provvedimento di sospensione da parte dell’AIA nei confronti di Antonio Martiniello, l’arbitro di calcio colpito da Daspo da parte della Questura di Macerata in seguito ai fatti di cronaca che hanno coinvolto la giacchetta nera al termine della partita fra Borgo Mogliano e Montottone (Seconda ca...leggi
15/02/2020

CLAMOROSO. Arresti domiciliari per l'arbitro Martiniello!

Si arricchisce di un nuovo episodio la vicenda dell'arbitro Antonio Martiniello, recentemente punito con il DASPO per aver colpito con una testata il portiere del Borgo Mogliano Matteo Ciccioli. Come riportato dalla pagina online de Il Resto del Carlino di Macerata, è stata emessa oggi la misura cautelare degli...leggi
14/02/2020


Vicenda Martiniello. L'assordante silenzio del Palazzo. VIDEO Mediaset

Calcio marchigiano su tutte le prime pagine di giornali, telegiornali e siti on line, per un episodio non certo edificante: il primo caso nazionale di Daspo comminato ad un arbitro, a seguito dei fatti avvenuti nel dopo partita di Borgo Mogliano – Montottone Grottese, valida per il campionato di Seconda categoria. Tutti ne parlano, ad esempio le maggiori ...leggi
12/02/2020

L'arbitro della testata a Ciccioli? Un anno di DASPO!

Il cartellino rosso questa volta se lo prende l'arbitro: DASPO di un anno al direttore di gara per aver colpito con una testata un giocatore, il 1° febbraio scorso a Mogliano dopo l’incontro di calcio valevole per il campiona...leggi
11/02/2020

Finisce il sogno di Coppa del Tolentino: il Fasano cala il poker

Città di Fasano - Tolentino 4-0 (andata 1-1)Città di Fasano: Suma, De Vitis, Pedicone, Ganci (45'st Cochis), Rizzo (41'st Cassano), Gonzales, Gomes (23'st Serri), Bernardini, Diaz (38'st Cavaliere), Prinari (31'st Titarelli), Lanzone. A disp. Mennella, Panebianco, Scarricchio, Schena. All. Giuseppe Laterza...leggi
12/02/2020

Il legale di Ciccioli: "Arbitro denunciato: sì all'indagine federale"

MOGLIANO. "Abbiamo presentato denuncia contro l’arbitro, sulla squalifica auspichiamo che al più presto venga aperta un'indagine federale, questa storia dovrà essere vagliata dalla Procura federale a Roma". Queste le parole dell’avvocato Esildo Candria (foto) che assiste Matteo Ciccioli (foto piccola), il 38enne portiere...leggi
07/02/2020

Maceratese, la giostra dei n°1: con Nocera tre partite e tre portieri

MACERATA. Terza partita, terzo portiere impiegato dal primo minuto. Con l’avvento di Francesco Nocera in panchina, la Maceratese nelle ultime tre gare di campionato ha schierato tre portieri differenti. Prima Federico Giustozzi, poi Matteo Gentili e infine Sebastiano Farroni (foto). Quest’ultimo, to...leggi
07/02/2020


Mercanti ci crede: "I 100 anni di storia meritano l'Eccellenza"

CIVITANOVA MARCHE. "L’Atletico Ascoli non molla ed è molto difficile da raggiungere visto anche il passo che sta tenendo. Se sta lassù è solo per merito suo e non per demerito degli altri perché non è affatto semplice tenere un simile cammino". Emiliano Mercanti (foto), capitano della Civitanovese...leggi
05/02/2020

"Testata dell'arbitro, sicuri che sia andata proprio così?"

MACERATA. "È nostro compito capire quanto è accaduto e ricostruire la realtà dei fatti". Queste le parole a Il Resto del Carlino di Andrea Fugante (foto), presidente della sezione Aia di Macerata che ha in organico il 30enne Antonio Martiniello, ...leggi
03/02/2020

"Colpo di fortuna, ma punto importante". Giacomelli para e... segna!

Mirko Giacomelli (foto) tiene vive le speranze salvezza del Morrovalle (Seconda categoria E). Il numero 1 della squadra allenata da Giuliano Torresi mette a segno la rete del pareggio nella difficile trasferta sul campo della Vigor Sant’Elpidio Viola. “E’ stato un colpo di fortuna – racconta Giacomelli – ...leggi
03/02/2020



Vai all'edizione provinciale
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,41232 secondi