Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI     DIRETTA

Edizione provinciale di Ascoli Piceno


Dilettanti in crisi? Lucarelli ammette che i pro vivono sulla Luna

Le dichiarazioni dell'ex bomber ed attuale allenatore della Ternana la dicono lunga sullo scollamento tra un super professionismo milionario ed una realtà molto diversa per tutte le altre componenti del pianeta calcio

E’ certamente un’ovvietà ma siamo tutti ben consapevoli che il calcio dilettantistico è in crisi profonda. Il Covid-19 ha finito per dare il colpo di grazia ad un movimento già in grossa difficoltà, sia a livello economico che organizzativo. Da quasi un anno ormai la stragrande maggioranza delle squadre non affrontano gare ufficiali (Prima, Seconda, Terza categoria, giovanili, ecc...) e chissà quanto si dovrà aspettare ancora per tornare alla normalità.

Anche in una contingenza difficile come questa, non cessa purtroppo nel nostro paese la strana voglia di generalizzare. In Italia quando si parla di calcio lo si fa sempre in maniera superficiale, con banalità e luoghi comuni che creano solo danni a tutto il sistema. E’ triste da ammettere, ma per la maggioranza dei nostri connazionali il calcio è solo quello professionistico, milioni di euro, trasferimenti a cifre assurde, ville da sogno, veline affamate di pubblicità e via di questo passo. Quattro arbitri, Var, e gol-line tecnology, discussioni sui centimetri del fuorigioco e presunti errori arbitrali. Che ne sanno queste persone (purtroppo la maggioranza), che dopo la Promozione l’arbitro è da solo e non ci sono nemmeno gli assistenti. Tecnologia neanche a parlarne, impianti spesso obsoleti e con norme igieniche da terzo mondo. Campi di gioco che nella maggior parte dei casi, specie in inverno, rischiano continuamente l’impraticabilità. Soldi pochi, a volte nemmeno quelli promessi, tanta passione e voglia comunque di andare avanti, superando difficoltà, intoppi, tamponi, regole e soprattutto correndo dei grossi rischi a livello personale. Non parliamo solo di calciatori, ma anche di dirigenti e di giovani arbitri desiderosi di portare avanti la loro passione.

In tutto questo discorso si inserisce una dichiarazione rilasciata al Corriere dello Sport, che forse molti di voi hanno già visto su Facebook, di Cristiano Lucarelli (foto). L’ex bomber di Livorno, Napoli, Atalanta, Valencia, Torino ed anche con diverse presenze nella Nazionale azzurra, negli ultimi giorni ha scoperto qualcosa che noi sappiamo da sempre. Pur essendo per tradizione, provenienza e cultura, piuttosto attento alle situazioni difficili, solo da poco tempo sembra essere sceso sul pianeta Terra. L’amara constatazione che possiamo fare è solo una, se lui che viene dalla Livorno operaia si accorge solo ora della situazione del calcio minore, figuriamoci come stanno messi gli arci-pluri-miliardari delle squadre metropolitane o addirittura gli assi stranieri della Serie A. A loro un caloroso saluto di benvenuto sul pianeta Calcio Dilettanti, augurando a tutti che l’epoca delle vacche grasse possa non finire mai, altrimenti se dovessero davvero fare i conti con la realtà non sappiamo proprio dove andrebbero a sbattere la testa.

Di seguito le parole di Cristiano Lucarelli.
"Da poco ho scoperto che i ragazzi che vengono ad arbitrarci in Serie C prendono 120 euro a partita. Se va bene e ne fanno quattro in un mese, racimolano meno di 500 euro. Sono ragazzi che lavorano, a volte costretti per questo a fare sacrifici e a saltare gli allenamenti. Ecco, da quel momento il mio atteggiamento verso gli arbitri è cambiato radicalmente. Adesso ho un ben altro rispetto. Quando ero giocatore ci mettevo la faccia, ero il riferimento dei compagni, era compito mio dire due cose pure all'arbitro se occorreva. Ma quelli erano arbitri al top, professionisti diciamo. Ora vedo questi ragazzi e capisco che il loro mondo è diverso".

 

Print Friendly and PDF


Free Image Hosting at FunkyIMG.com
  Scritto da La Redazione il 04/12/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



Panichi: "Obiettivo voltare pagina. Dialogo aperto con tutti"

Primo giorno di lavoro per la nuova dirigenza del Comitato Regionale Marche della LND. Fissata infatti per oggi la riunione che darà il via ufficiale al mandato del Presidente Ivo Panichi (foto), vincitore al primo turno della contesa elettorale svoltasi sabato scorso. Con il neo eletto Presidente abbiamo voluto fare un punto della situazione in...leggi
13/01/2021


Ivo Panichi sbanca al primo turno: eletto presidente della FIGC Marche

Ivo Panichi (foto) vince al primo turno ed è il nuovo Presidente del Comitato FIGC delle Marche. Il dirigente ascolano ha raccolto 204 voti. Molto distanziati gli sfidanti: Angelo Camilletti si ferma a 113, il presidente uscente Paolo Cellini a 76. Una riflessione: la 'novità' rappresentata da Camilletti non...leggi
09/01/2021

Panichi: "Al fianco delle società condividendo le loro esigenze"

Mancano due settimane alla data fissata dalla Federazione per lo svolgimento delle Elezioni per il rinnovo delle cariche nel Comitato Regionale Marchigiano. Sarà una corsa a tre, che in questi giorni sta vivendo i suoi momenti cruciali, e vede al centro dell’interesse le varie società disseminate sul territorio regionale. Abbiamo voluto sentire il punto di v...leggi
24/12/2020

Elezioni FIGC Marche. Ivo Panichi: la squadra, le idee, il programma

Arriva l’ufficialità della candidatura di Ivo Panichi (foto) alla carica di Presidente del Comitato Regionale Marche LND. In una lettera che di seguito pubblichiamo integralmente, il vice presidente uscente della Federazione ha esposto il suo pensiero, le sue idee, il suo programma ed i nomi delle persone che lo accompagneranno in questa s...leggi
17/12/2020

ASCOLI, esonerato Bertotto! Arriva Delio Rossi

La sconfitta di Venezia è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso e l'Ascoli ha deciso di cambiare guida tecnica dopo aver raccolto appena 5 punti nelle prime 8 gare del campionato di Serie B. Valerio Bertotto è stato esonerato: "L’Ascoli Calcio 1898 FC S.p.A. comunica di aver sollevato dall’incarico di responsabile tecnico della prim...leggi
29/11/2020

Shiba: "Cambiare format all'Eccellenza falserebbe la stagione"

Secondo Henri Shiba, attaccante del Porto d'Ascoli con una lunga militanza nel professionismo tra C2 e C1, i sentimenti sulla ripartenza del calcio marchigiano sono contrastanti: "Dal nostro punto di vista non è facile allenarsi individualmente e non avere la possibilità di giocare alla domenica - ha detto al Corriere Adriatico -. ...leggi
27/11/2020

Fabio Poli: "Per ora niente campo, solo lavoro e calcio in tv"

Fabio Poli (foto) sente il Covid sulla propria pelle. L'allenatore del Castel di Lama, squadra di Prima categoria E, è il responsabile dell'ossigeno negli ospedali ascolani e quindi vive la pandemia in prima persona. E il calcio, viene dopo.  Poli, come sta trascorrendo le giornate calcisticamente parlando?...leggi
23/11/2020

Per Riccardo Orsolini ecco il secondo gol in maglia Azzurra

Riccardo Orsolini (foto) si toglie la soddisfazione del secondo gol con la maglia della Nazionale maggiore. Nella facile amichevole dell'Italia contro l'Estonia, vinta per 4-0, l'attaccante marchigiano (originario di Rotella) è subentrato al minuto 71, si procura e trasforma il calcio di rigore ...leggi
11/11/2020

Allo studio una nuova riforma: iscrizione all'Inps per i Dilettanti

Con il nuovo decreto legislativo attuativo, anche i calciatori Dilettanti saranno iscritti all’Inps. Una legge che era già in programma addirittura dal Governo Conte I, ma che dopo un incontro tra lo stesso premier e il ministro Spadafora è stato ulteriormente limato. Questo è quanto riportato dal portale ...leggi
09/11/2020


"Recanatese favorita, Tolentino outsider. Castelfidardo farà bene"

"Bisogna giocare, in qualsiasi modo”. Guido Di Fabio non ha dubbi. L’allenatore del Castelnuovo Vomano, che nelle Marche ha scritto pagine indelebili sia da giocatore che come tecnico, non vede di buon occhio uno stop al campionato di Serie D. “Secondo me è il caso di andare avanti, dipendesse da me continuerei a giocar...leggi
02/11/2020

ECCELLENZA. Stop dopo 5 giornate: il parere dei diretti interessati

Lo stop imposto all’attività sportiva dilettantistica dal Dpcm emanato ieri dal Governo, anche se atteso, ha finito per creare non pochi disagi alle società di Eccellenza che avevano già iniziato la stagione. Abbiamo voluto fare un punto della situazione, chiedendo ai diretti interessati se c’era la possibilità di andare ...leggi
26/10/2020

UFFICIALE. Promozione al via sabato. 1^ e 2^ categoria a metà novembre

La riunione odierna del Consiglio Direttivo della FIGC ha stabilito le linee guida per i campionati dilettantistici. Dopo il summit con il Governatore Acquaroli che aveva espresso la volontà di non bloccare per ora i campionati, in serata è arrivata la decisione da tutti attesa. - Andrà avanti regolarmente il campionato di Eccellenza. - ...leggi
22/10/2020

Comitato Regionale chiamato a decidere, ma sabato non si parte!

Scorrono veloci questi giorni di frenetica attività, sia sul fronte delle società, quanto su quello della FIGC Marche. Intanto si avvicina la data di avvio per i campionati, prevista per sabato 24 ottobre. In considerazione degli appuntamenti già programmati nei prossimi giorni, domani in FIGC a Roma e giovedi con il nuovo Governatore delle Marche Francesco...leggi
20/10/2020


Vai all'edizione provinciale
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,10631 secondi