Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI     DIRETTA

Edizione provinciale di Ancona


Lo sfogo di Giovanni Anconetani: "Dalla Jesina nessuna chiamata"

Il rammarico del portiere leoncello per non sapere ancora quale futuro lo attenda

JESI. Consegna il suo sfogo ai social Giovanni Anconetani, come tutti i ragazzi della sua età, lui classe '01, portiere della Jesina. Anconetani, jesino doc e tifoso dei leoncelli da generazioni, a detta sua, non ha ricevuto nessuna chiamata dalla società per capire quale futuro sportivo lo attenda. 


Lo sfogo di Anconetani:

Ringrazio a tutti.
Alla mia famiglia, che mi ha sempre supportato.
A mio padre e mio fratello, anche loro giocatori della Jesina, che sono stati per me fonte d’ispirazione.
A Lucrezia, la mia fidanzata, che c’è sempre, sempre, sempre stata.
Ai miei amici, anche se non molto presenti allo stadio, sempre pronti a chiedermi come andava con il calcio.
Ai ragazzi della Curva, che non ci hanno MAI lasciato soli e ci sono sempre stati vicino macinando km su km, portando e difendendo orgogliosamente il nome di Jesi in giro per l’Italia.
Ad ogni mio compagno di squadra, con cui ho condiviso momenti indimenticabili dentro lo spogliatoio.
Ad ogni mio allenatore e dirigente, che mi ha dato questa possibilità e mi ha accompagnato in questo lungo viaggio, facendomi crescere.
A Lucio, Sandro, Andrea, più di semplici mister.
A Primo, Claudio, Ennio, Sergio che non ci hanno mai fatto mancare niente e sono la vera anima della Jesina.
A chi non c’è più, Gilberto, Sandro e Celeste, che hanno sempre creduto in me e mi hanno spinto a dare il massimo e a non mollare.
Ho avuto la fortuna di realizzare il mio sogno da bambino, giocare con la maglia della mia Città, dal Settore Giovanile alla Prima Squadra. Dalla prima panchina a Campobasso a 16 anni ad oggi, passando per la prima partita in casa e vittoria per 1 a 0 contro il Matelica, al Manuzzi contro il Cesena con più di 10mila spettatori, al Derby vinto contro l’Ancona dopo 37 anni, alla Finale Play Off di quest’anno. Orgoglioso di aver avuto la possibilità di indossare la maglia con il Leone rampante di Jesi.
In questi ultimi anni, ho trascorso più tempo allo Stadio che a casa, ho passato più tempo con i miei compagni che con la mia famiglia.
Ho sempre messo prima la squadra e poi me stesso, nelle vittorie non mi sono mai permesso di prendere la scena, mentre nelle sconfitte e nei momenti più difficili, ci ho sempre messo la faccia, anche versando lacrime, nonostante fossi uno dei più piccoli o non fossi in campo. Sempre pronto a fine partita a richiamare la squadra per andare a salutare e ringraziare i nostri tifosi.
Ho cercato di ONORARE e DIFENDERE questi colori il più possibile, andando contro, anche a muso duro, ad avversari che si permettevano di prendere in giro i miei compagni o i nostri tifosi.
Per la Jesina ho dato tutto quello avevo e che potevo dare, senza mai risparmiarmi, facendo sacrifici, mettendola sempre prima di tutto.
Fin dal primo momento, ho cercato di far capire ad ogni mio compagno l’importanza della MAGLIA della Jesina, di quanta passione ci sia in questa piazza e dell’entusiasmo che siamo riusciti a riportare, soprattutto quest’anno, creando un rapporto speciale tra Squadra e Tifosi che è molto raro e che ho avuto la fortuna di vivere in prima persona.
Dall’EMOZIONE UNICA di correre verso la curva, i miei amici, ed esultare tutti insieme a fine partita, all’emozione di quando vai in giro con il pullman della Jesina e le macchine suonano, alle persone che quando ti vedono in giro ti chiedono qualcosa della squadra o ti scrivono messaggi per darti forza, ai bambini allo stadio che ti riconoscono in giro e ti salutano… Emozioni che non scorderò mai.
In questi anni, ne ho vissute veramente tante, dalle delusioni più dolorose alle vittorie più belle. Vedendo più di una volta cambiare Presidente e Dirigenti, allenatori e preparatori e più di 100 giocatori. Io ci sono sempre stato, rimanendo anche l’unico ragazzo di Jesi in rosa.
Io l’unico che è rimasto negli ultimi 6 anni, uno dei ragazzi, di quest’anno, con più presenze con questa maglia, mi aspettavo almeno una telefonata per sapere del mio futuro. Dalla fine del campionato, 22 maggio, ad oggi sono l’unico ragazzo della squadra a non aver ricevuto una telefonata diretta e notizie sulla scelta della società.
Quest’anno ho masticato veramente amaro, ma nonostante ciò ho dato tutto me stesso per la squadra. Mi sono messo a completa disposizione senza mai mettere il muso ma cercando di essere più utile possibile, aiutando i miei compagni, facendomi trovare pronto e provando ad essere un ESEMPIO.
Mi auguro che i ragazzi di Jesi abbiano il giusto riconoscimento, che il progetto li veda protagonisti e non solamente comparse. Perché sono loro a vivere la città e a metterci sempre la faccia. L’obiettivo principale dovrebbe essere la crescita personale del ragazzo e del calciatore, non solamente a parole ma con i fatti. Non essere utilizzati per un paio di anni per poi essere lasciati in balia del proprio destino.
Come già detto, per me la Jesina è stata CASA, FAMIGLIA, un SOGNO da bambino.
Da tifoso a giocatore, non c’è un giorno che passi senza che parli della Jesina.
Spero di aver lasciato un buon ricordo di me, di essere stato un esempio, sia dentro che fuori dal campo.
È veramente un piacere aver fatto parte della Storia di questa maglia storica, emozioni indimenticabili che porterò sempre dentro di me.
Consapevole che ancora avrei potuto dare tanto, mi auguro di poter continuare a dimostrare quanto valgo!
“Bianco Rosso è il nostro cuore,
BiancoRosso sempre sarà..”

Print Friendly and PDF


Free Image Hosting at FunkyIMG.com
  Scritto da La Redazione il 01/07/2022
 

Altri articoli dalla provincia...



OSIMANA. Sguardo alla prima amichevole stagionale

Altra settimana di lavoro per l’Osimana agli ordini di mister Roberto Mobili e del suo staff. La settimana di lavoro si è conclusa con l’amichevole in famiglia di sabato 6 Agosto da cui il trainer giallorosso ha potuto trarre altre indicazioni utili in vista della terza settimana in cui il programma prevedrà sia doppie sedute, mattina e pomeriggio, olt...leggi
08/08/2022

VILLA MUSONE. Primo ritrovo in vista dell'avvio della preparazione

Mercoledì 3 Agosto il Villa Musone si è ritrovato presso il “Carotti”, insieme allo staff tecnico e dirigenziale, in vista dell’avvio della preparazione per la prossima stagione. Lo “start” per i gialloblu è fissato per lunedì 22 agosto, con gli impegni di Coppa Marche ad inizio settembre a cui seguirà l’avv...leggi
06/08/2022

MERCATO. Il Colle 06 si assicura Terenziu

ANCONA. Bel colpo di mercato per il Colle '06, che si assicura le prestazioni di un difensore di categorie superiori come Marzio Tereziu. Il classe '00 sarà al debutto in Prima Categoria, dopo aver disputato campionati di Eccellenza e Serie D, con le maglie di Marina, Jesina e Porto Sant'Elpidio. Lo scorso anno l'esperto difensore ha ves...leggi
06/08/2022

Pieralisi: "Spero possa essere l'anno mio e della Biagio Nazzaro"

CHIARAVALLE. Era un ragazzo quando, sei anni fa, segnò la rete storica che consentì alla Biagio Nazzaro di battere il Tolentino dopo ventiquattro anni e di accedere alla finale playoff. Si trattava della sua prima stagione in rossoblù, da under. Da allora Tommaso Pieralisi, classe ’98 (nella foto), non ha più...leggi
05/08/2022

VILLA MUSONE. Nuovo preparatore dei portieri in casa gialloblù

Nuovo innesto nello staff tecnico del Villa Musone. Dopo la separazione con Alberto Petrini, i villans inseriscono Emilio Cionfrini come nuovo preparatore dei portieri. Un profilo giovane, classe ’84, e preparato quello su cui ha puntato la dirigenza gialloblu, che nella scorsa stagione ha rivestito analogo ruolo con la Monteluponese. Alle spalle per lui ...leggi
05/08/2022

Domenichetti: "Fiero di essere ancora alla Biagio Nazzaro"

CHIARAVALLE Non era stato confermato dopo la retrocessione dall'Eccellenza del 2019 e dopo aver militato nella Biagio per undici stagioni consecutive ma, di fatto, nonostante una stagione a Fabriano e due a Jesi, non aveva mai lasciato Chiaravalle. Troppo forte il legame maturato con i colori rossoblù, che lo ha reso il secondo giocatore con più presenze nella centenaria...leggi
04/08/2022

MERCATO. Per Mattia Lucarini chance in Serie D con il Pineto

Si aprono le porte della Serie D per Mattia Lucarini. Il giovane difensore classe 2002 della Jesina, dopo aver svolto un test con il Latina Calcio, passa alla società del Pineto Calcio. La società leoncella ha comunicato la cessione in prestito del calciatore alla compagine abruzzese guidata dal tecnico marchigiano Daniele Amaolo....leggi
04/08/2022

MERCATO. Il Castelfidardo si assicura Cesca

CASTELFIDARDO. Altro innesto in casa Castelfidardo, che dopo l'annuncio di mister Giuliodori in panchina, ha iniziato a muovere i primi passi sul mercato, assicurandosi il forte centrocampista Matteo Cesca. Il classe '97, vanta una discreta carriera alle spalle, trascorsa tra Serie D ed Eccellenza, vestendo le maglie di Sangiustese, Maceratese,...leggi
04/08/2022

FILOTTRANESE. Nuovo presidente e Malavenda in panchina

FILOTTRANO. Estate di grandi cambiamenti quella della Filottranese. Dopo la retrocessione in Prima categoria c'è stato un avvicendamento societario e l'arrivo di un nuovo staff tecnico. Il nuovo consiglio direttivo è composto dal nuovo presidente Mauro Giachetta e dal direttore sportivo Mattia Coppari. Per...leggi
04/08/2022

MERCATO. All'Osimana anche il giovane Lorenzo Guercio

Non si ferma il mercato in entrata per l’Osimana. La società giallorossa comunica di aver tesserato Lorenzo Guercio, centrocampista centrale classe 2003 di grandi prospettive.  Giocatore giovane ha già alle spalle un bel bagaglio d’esperienza: nato a Portorecanati, ha esordito in prima squadra proprio con gli “orange&rd...leggi
03/08/2022


Olimpia Ostra Vetere fa incetta di premi. Caimmi: "Orgogliosi di noi"

OSTRA VETERE. Olimpia Ostra Vetere grande protagonista nella giornata di premiazioni presso la sede del Comitato Regionale Marche. La società rossoblu infatti è stata al centro dell’attenzione al momento delle premiazioni, aggiudicandosi ben 6 premi in 4 diverse categorie che di seguito riepiloghiamo:Campionato Juniores Provinciale AN Cam...leggi
03/08/2022

CORINALDO. Via alla stagione tra conferme e novità

Il Corinaldo comunica di aver confermato tutto lo staff tecnico della scorsa stagione.L'allenatore sarà nuovamente Enrico Pistarelli, coadiuvato dal suo vice Danilo Servizi e dal preparatore dei portieri Bruno Merlin.Di seguito i nuovi arrivi nella rosa giocatori:Il portiere Lattanzi Luigi, ex Pergolese;Tarsi Mattia, un ritorno do...leggi
03/08/2022

CASTELFIDARDO. Il nuovo allenatore è Marco Giuliodori

Novità in casa Castelfidardo per la panchina. La dirigenza biancoverde comunica che il nuovo allenatore per la prossima stagione sarà mister Marco Giuliodori. Un tecnico preparato con un bagaglio d’esperienza importante alle spalle, che arriva con tanto entusiasmo in questa piazza. Giuliodori da calciatore ha militato tra C1 ed Eccellenza, v...leggi
02/08/2022

MERCATO. L'Osimana si aggiudica il giovane Fermani

OSIMO. Altro colpo in prospettiva per l'Osimana, che rinforza il pacchetto difensivo con l'arrivo di Riccardo Fermani. Il classe '03, è un esterno, che dopo aver mosso i primi passi nel settore giovanile dell'Academy Civitanovese, ha vissuto le esperienze con la Primavera del Matelica prima e dell'Ancona poi. Ora arriva quindi la grande ...leggi
02/08/2022


Vai all'edizione provinciale
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,10722 secondi