Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Ascoli Piceno


Amarcord: quando l’Ascoli vinse una coppa europea

L’Ascoli fatica da tempo a rinvigorire le proprie ambizioni verso la massima serie. Una serie A conquistata per la prima volta dai compianti Carletto Mazzone ed il presidente Rozzi.

Adesso l’Ascoli si trova in piena zona retrocessione al terzultimo posto in classifica, in pochi se ne ricordano, ma il club delle Marche vanta un record piuttosto particolare, nella sua storia ha vinto una coppa europea.

Il 16 novembre 1986, una data che rimarrà nella storia dell’Ascoli

Ben 37 anni fa, il 16 novembre 1986, allo Stadio Del Duca l’Ascoli sollevò al cielo un trofeo internazionale che oggi non esiste più. Parliamo della storia Mitropa Cup, una coppa affascinante e che era contesta tra squadre in rappresentanza dell’ex Europa centrale, dall’Austria alla Cecoslovacchia, dalla Jugoslavia alla Romania, passando per l’Ungheria e l’Italia.

Organizzata dal 1927 al 1992, dagli anni ’80 la competizione fu riservata ai vincitori dei rispettivi campionati di seconda serie (in Italia, la Serie B). Considerato che l’Ascoli vinse il campionato cadetto nella stagione 1985/86, la squadra bianconera ottenne il diritto di partecipare alla Mitropa Cup che si sarebbe dovuta disputare qualche anno dopo.

La finale della manifestazione si giocò proprio tra le mura amiche contro il Bohemians Praga. I bianconeri – la squadra che, per intenderci, annoverava Pazzagli e Iachini, Barbuti e Trifunovic tra gli altri, ed era guidata da Ilario Castagner – portò a casa una partita difficile, in equilibrio fino al calcio di rigore che Fulvio Bonomi riuscì a segnare a pochi minuti dalla fine, decretando così la vittoria dell’Ascoli.

Venne così a concludersi un ciclo davvero emozionante e, soprattutto, venne altresì ad essere condiviso un momento di particolare felicità: la stagione era infatti partita non nel migliore dei modi per la neopromessa, nonostante un risultato di successo contro il Milan nella prima giornata. Anche grazie all’euforia maturata e alla presa di convinzione della propria forza, l’Ascoli riuscì a conquistare la salvezza con il dodicesimo posto in classifica.

La storia della Mitropa Cup

Più volte oggetto di nostalgie, la Mitropa Cup, o Coppa dell’Europa Centrale, fu ideata da un segretario della federcalcio austriaca come trofeo internazionale che potesse fungere da anticamera a un vero e proprio campionato europeo da disputarsi tra le stesse nazioni. Un’idea che poi venne però archiviata per diversi problemi organizzativi.

Negli anni successivi la Mitropa Cup visse fortune alterne. Ad una prima espansione (anche a Svizzera e Romania), seguì una contrazione favorita anche dallo scoppio del conflitto. Negli anni ’50 cambiò anche nome e regole, per poi integrarsi con le altre coppe europee a partire dal 1966, quando venne assunto il modello organizzativo delle coppe europee, invitando squadre di metà classifica escluse dalla Coppa dei Campioni e dalla Coppa UEFA.

Nei decenni successivi, però, la Mitropa Cup perse via via sempre più importanza. Negli anni ’80 ci furono altri tentativi di rivitalizzarla, ma il risultato è che nel 1992 si tenne l’ultima edizione.

Oggi della Mitropa Cup rimangono solamente delle storie quasi mitologiche, delle avventure sportive che hanno permesso a club meno blasonati di poter sollevare un trofeo dalla caratura internazionale e dei record molto particolari. Ad esempio, l’edizione del 1932 fu assegnata d’ufficio al Bologna senza che si rendesse necessario disputare la finale. Il motivo è unico nel panorama del calcio europeo: le due squadre dell’altra semifinale, la Juventus e lo Slavia Praga, furono infatti contemporaneamente squalificate.

Ma per quale motivo si rese necessaria la squalifica delle due semifinaliste? Il 10 luglio 1932 la gara di ritorno fu interrotta sul 2-0 per la Juventus appena iniziato il secondo tempo. Lo Slavia Praga, ancora in vantaggio nel computo dei gol tra andata e ritorno, attuò una serie di comportamenti finalizzati alla mera perdita di tempo. La cosa ebbe come effetto quello di irritare il pubblico torinese che iniziò al lanciare oggetti in campo. In questa confusione il portiere dello Slavia Praha, Frantisek Planicka, si accasciò al suolo sostenendo di essere stato colpito da un sasso: la squadra abbandonò il campo per protesta, ma i medici non riscontrarono alcuna ferita al capo. Il Comitato Organizzatore ritenne entrambi i club colpevoli di questa degenerazione, estromettendoli dalla competizione.


Print Friendly and PDF


Free Image Hosting at FunkyIMG.com
  Scritto da La Redazione il 26/04/2024
 

Altri articoli dalla provincia...



ASCOLI. Pulcinelli: "Il club si iscriverà regolarmente in Serie C"

Il patron dell'Ascoli Calcio Massimo Pulcinelli è intervenuto attraverso una nota ufficiale in merito alle notizie circolate nelle scorse ore sulla situazione del club. "Intervengo per porre fine alla campagna denigratoria operata da alcuni organi di informazione, o forse di disinformazione, che mettono a forte rischio l’iscrizione dell’Ascoli Calcio al prossimo C...leggi
16/05/2024

Il Bari esonera Giuseppe Iachini

Giuseppe Iachini non è più l'allenatore del Bari. Il tecnico ascolano, subentrato ad inizio febbraio a Pasquale Marino, è stato esonerato, fatali per lui le 6 sconfitte in 8 giornate che hanno fatto precipitare la squadra del capoluogo pugliese in zona play-out di Serie B....leggi
15/04/2024

ASCOLI. Esonerato Castori, Carrera è il nuovo allenatore

Scossone in casa Ascoli Calcio il giorno dopo il ko in casa della Sampdoria. In serata è arrivata l'ufficialità dell'esonero di Fabrizio Castori e del suo staff composto dal vice Riccardo Bocchini, il collaboratore Tommaso Marolda, il preparatore atletico Carlo Pescosolido, il match analyst Marco Castori.La società bianconera ha comunicato ...leggi
12/03/2024

Serie B, c’è la Sampdoria sul cammino salvezza dell’Ascoli

Chi si aspettava un successo nella sfida casalinga contro la Reggiana è rimasto un po’ deluso, ma il pareggio che è scaturito rappresenta comunque un risultato positivo. Capace di prolungare la striscia di risultati utili a quattro gare (tre pari ed una vittoria) e in una situazione di classifica delicata come quella dell’As...leggi
08/03/2024

PINETO. Il nuovo allenatore è Roberto Beni

Il dopo Daniele Amaolo al Pineto è sempre marchigiano. A guidare la squadra abruzzese nel prosieguo della stagione toccherà infatti al sambenedettese Roberto Beni (foto), la cui ultima recente esperienza è stata alla Cremonese in qualità di collaboratore tecnico di Davide Ballardini. Marchigiano sarà anche il vic...leggi
08/02/2024

Beppe Iachini riparte dal Bari

Nuova avventura per Giuseppe Iachini. Il tecnico ascolano, dopo le ultime esperienze alla guida di Sassuolo, Empoli, Fiorentina e Parma, riparte in Serie B. E' ufficialmente il nuovo allenatore del Bari subentrando a Pasquale Marino. A lui il compito di fare uscire la squadra da una classifica complicata.(foto: ufficio stampa SSC Bari)...leggi
07/02/2024

ASCOLI. Ufficiale: William Viali esonerato, torna Fabrizio Castori

Sconfitta casalinga con il Como fatale per William Viali (foto) che non è più l'allenatore dell'Ascoli. Il club ha comunicato l'esonero del tecnico lombardo. C'è il nome del successore. Ufficiale il ritorno in bianconero di Fabrizio Castori che ha firmato un contratto fino al termine della stagione....leggi
13/11/2023

ALLENATORI PRO. Cudini e Antognozzi nel mirino di Foggia e Rimini

Dopo l’esperienza alla Fidelis Andria, purtroppo finita male ma non certo per colpa sua, è pronto a rimettersi in pista l’allenatore fermano Mirko Cudini. Il tecnico ed il suo fidato collaboratore Giuseppe Antognozzi stanno valutando alcune offerte di società di Lega Pro. Una del girone B, l’altra del girone C. Secon...leggi
16/07/2023

SERIE B. Il calendario dell'Ascoli

E' stato presentato ieri il calendario di Serie B 2023-24. L'Ascoli inizierà con due trasferte, a Cosenza (ex squadra di mister William Viali) e Modena. Ecco l'elenco delle gare dei bianconeri. Andata 1^ giornata 19/08/23Cosenza - Ascoli 2^ giornata 26/08/23Modena - Ascoli 3^ giornata 29/08/23...leggi
12/07/2023

ASCOLI. C'è il nome del nuovo allenatore

L’Ascoli Calcio 1898 FC S.p.A. comunica che dal prossimo 1° luglio la conduzione tecnica della prima squadra sarà affidata a William Viali. Quarantottenne di Vaprio D’Adda (MI), è una vecchia conoscenza del calcio ascolano, avendo militato da difensore nelle file bianconere nella s.s. 1996/97. È reduce dall’esperie...leggi
19/06/2023

FIDELIS ANDRIA. Il miracolo non è avvenuto, arriva la retrocessione

Lo avevamo detto, per salvare la Fidelis Andria ci sarebbe voluto un mezzo miracolo. L’ultima giornata del Campionato di Serie C purtroppo ha portato brutte notizie, ovvero la retrocessione dei pugliesi e della Viterbese. Fatale la sconfitta di Latina che non ha permesso di mantenere le distanze dalle squadre in lotta nella zona play-out. Resta comunque posit...leggi
26/04/2023

CUDINI. Ritorno in panchina ok! La Fidelis Andria vince a Monopoli

ANDRIA - Riprende nel migliore dei modi la seconda esperienza di Mirko Cudini (foto) alla guida della Fidelis Andria in Serie C. Il tecnico marchigiano, dopo essere stato esonerato a dicembre, è stato richiamato in settimana per guidare la squadra verso una salvezza che avrebbe del miracoloso. Ottima la prima uscita oggi sul campo del Monopoli, settimo i...leggi
12/03/2023

UFFICIALE. Cudini torna alla Fidelis Andria. Le sue prime impressioni

ANDRIA. E’ ripartita oggi l’avventura di Mirko Cudini alla Fidelis Andria, nel girone C della Serie C. Il tecnico originario di Sant’Elpidio a Mare, coadiuvato dal suo fidato collaboratore, il comunanzese Giuseppe Antognozzi, è chiamato a compiere un vero e proprio miracolo, cercare di salvare una squadra i...leggi
07/03/2023

ASCOLI. Panchina a Roberto Breda

Dopo l'esonero di Cristian Bucchi, l'Ascoli ha scelto il nuovo allenatore che ha firmato un contratto fino al termine della stagione: è Roberto Breda, ex tecnico tra le altre di Perugia, Entella, Livorno e Pescara.Il comunicato - L’Ascoli Cal...leggi
06/02/2023

ASCOLI. Esonerato Cristian Bucchi

Sconfitta per 3-0 con il Cittadella fatale per Cristian Bucchi. L'Ascoli ha comunicato ufficialmente l'esonero dell'allenatore poco dopo la fine della partita."L’Ascoli Calcio 1898 FC S.p.A. comunica di aver sollevato dall’incarico di allenatore della prima squadra il Sig. Cristian Bucchi e i suoi collaboratori.Il Club bianconero saluta Mister Bucchi e il suo staff e aug...leggi
04/02/2023


Vai all'edizione provinciale
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,15347 secondi