Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Free Image Hosting at FunkyIMG.com

Edizione provinciale di Ancona


Mobili fa mea culpa ma Campanelli ordina: Osimana, reset e si riparte!

Il tecnico si assume le responsabilità della sconfitta di Marzocca. Il presidente suona la carica: "Campionato mediocre, per sabato mi aspetto una prova maiuscola"

OSIMO. Una sconfitta che non ci voleva proprio. Passi il ko con l'Anconitana, ma tornare con zero punti dalla trasferta senigalliese contro il Marzocca non è da... Osimana. E mister Roberto Mobili fa mea culpa: "Mi assumo tutte le responsabilità - attacca il tecnico dei giallorossi al sito ufficiale della società - la prestazione di Marzocca è stata vergognosa e ne siamo coscienti. Ho sbagliato la partita, ho sbagliato tatticamente e tecnicamente e me ne assumo tutte le responsabilità”.
E’ un Mobili calmo che affronta la situazione a viso aperto: "Non sono riuscito a trasmettere quanto provato in allenamento e questo è colpa mia. Ho sbagliato sia l’approccio tecnico che caratteriale. Non ho trasmesso la voglia di reagire, siamo rimasti neutri e senza gioco quindi è giusto che me ne assuma le responsabilità. Lo dico ai ragazzi che sono sempre disponibili e seri, ma lo dico anche ai tifosi: capisco la loro civilissima protesta e non posso biasimarli. Ci sta che si sentano delusi e che abbandonino le gradinate prima della fine. Sarà nostro primo impegno recuperare il rapporto con la tifoseria e ribaltare questa situazione fin da subito perché l’ambiente merita di più. La partita con la Laurentina ultima in classifica – conclude il Mister – non deve illuderci: sarà una gara difficile e da non sottovalutare perché loro ci terranno a fare bene e per noi diventa inderogabile non solo tornare alla vittoria, ma farlo in maniera convincente".

Il presidente Antonio Campanelli ascolta e apprezza: "Le parole del mister gli fanno onore, ma quando le cose non vanno, non ci possono essere responsabilità specifiche. Nelle vittorie e nelle sconfitte, dobbiamo essere squadra e colpe ed onori, vanno distribuiti. Abbiamo un allenatore capace, una rosa importante ed una società presente, nulla che può spiegare un campionato mediocre come l’attuale. L’apatica prova di sabato, non è suffragata dai test fisici, né dall’ipotetico menefreghismo o scarso impegno dei giocatori, che sono sposati alla causa, fin dal 31 luglio, primo giorno di ritiro, con dedizione esemplare. Il mistero rimane, tanto che ieri la squadra si è chiusa in privato, nello spogliatoio per oltre un’ora, cercando di capire loro stessi, il male che li affligge. Credo che questo sia il momento in cui resettare quanto del passato, fare quadrato e concentrarci solo ed esclusivamente ai prossimi 90 minuti, cancellando perfino il nome dell’avversario. Sono sicuro dell’impegno ed attaccamento alla maglia di ogni singolo giocatore, come delle capacità del tecnico, quindi per sabato mi aspetto una prova maiuscola. Capisco anche l’umore dei nostri tifosi, che ci sono sempre vicini, ma proprio per il loro attaccamento all’Osimana, gli chiedo di sostenere i ragazzi, spingendoli oltre l’ostacolo.”

(Nella foto da sx Antonio Campanelli e Roberto Mobili)

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 12/02/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



Dopo 534 gare, 5 campionati vinti e 72 gol Leo Mancini dice stop!

SAN MARCELLO. Grande festa a San Marcello (Seconda categoria girone D) per l’addio al calcio di Leonardo Mancini. Tanti i tifosi accorsi sugli spalti per salutare Leo in occasione della partita con il Maiolati, terminata sul 2 a 2 grazie ad un gol su calcio di punizione proprio del numero 7 locale, il più atteso. Jesino, classe 1983, Leonardo Manci...leggi
15/04/2019

S.A. Castelfidardo, prima gara per la squadra dei diversamente abili!

CASTELFIDARDO. La società S.A. Castelfdardo non è soltanto un ottimo settore giovanile e una prima squadra impegnata nel girone D di Seconda categoria. Da quest'anno la dirigenza ha sposato un progetto solidale con una squadra formata da persone diversamente abili, qualche giorno fa protagonista di una giornata indimenticabile. Per la prima volta infatti la squadr...leggi
13/04/2019

La prima volta di Carlo Coppari: tripletta nella sua Filottrano!

FILOTTRANO. C'è sempre una prima volta... e la prima volta, prima tripletta in carriera, è arrivata con la maglia della sua città. Carlo Coppari (foto), 30 anni, dopo aver girato mezza Italia (e una capatina anche in Thailandia nella stagione 2011-'12), ha messo le radici a Filottrano: l'anno scorso 8 gol, quest'anno 9, con la trip...leggi
12/04/2019

LO SPECIALISTA. Guiducci azzera i playoff. Ora 38 giorni per la finale

SENIGALLIA. Cinque anni dopo, Massimiliano Guiducci (foto) compie la medesima impresa, evitare i playoff di Promozione A e andare direttamente allo spareggio finale per l’Eccellenza. Il successo di ieri permette alla sua Fc Vigor Senigallia di blindare con 68 punti la seconda posizione che significa niente playoff ma accesso dire...leggi
11/04/2019


I giocatori ex Dorica Torrette: torneremo! Un'amichevole per ripartire

ANCONA. Non si arrendono, sui profili dei giocatori spopola l'hashtag #torneremo. Che sia stata questa partita l'incipit per una nuova ripartenza del calcio torrettano? Si perchè proprio ieri sera si è disputata allo stadio Giuliani l’amichevole tra il Piano San Lazzaro e la selezione del quartiere di Torrette, composta in gran parte dagli ex giocatori della...leggi
05/04/2019

INTERVISTA. Renè Agosto: i gol a 38 anni per dimenticare l'infortunio

SANTA MARIA NUOVA. Ci sono bomber intramontabili e dai nomi romantici, uno di questi è Renè Agosto (foto), osimano di adozione ma di Castelfidardo. Compirà 39 anni a giugno, vanta oltre 200 gol in carriera ("Non li ho mai contati perchè non ho confidenza coi numeri") in quasi 30 anni di onorata militanza sui campi delle Marche. Tant...leggi
02/04/2019

MINNOZZI STORY. Parla papà Massimo: "Vi racconto il mio Matteo..."

Suo papà Massimo Minnozzi (foto a sinistra), 50 anni, è stato un attaccante di rango che ha militato in diverse importanti società come Portorecanati, Osimana, Porto Potenza e Sangiustese (solo per citarne alcune) che negli ultimi anni si è cimentato come allenatore alla guida di Nuova Picena, Montecassiano e Real Castelfidardo. Lasciato il ...leggi
02/04/2019

Gare l'11 Aprile: sale la protesta. Ma si può giocare di giovedi?

Probabilmente la maggior parte degli appassionati del calcio dilettantistico e dei dirigenti delle squadre non si erano accorti di un piccolo fatto che, con l'approssimarsi del finale di stagione, sta mettendo in un certo allarme molti addetti ai lavori. Viste le date del “Torneo delle Regioni” che si svolgerà a Matera in Basilicata dal 12 al 19 April...leggi
01/04/2019

Guido Galli si gode quota 20 gol: "E non nasco centravanti"

Quando mancano sei giornate al termine del campionato ha eguagliato il numero di reti del re dei bomber dell’Eccellenza dello scorso anno Matteo Minnozzi che chiuse la stagione regolare con 20 reti all’attivo. Per Guido Galli (foto), ascolano classe 1987 in forza al Fabriano Cerreto, è senza dubbio la stagione dei record quella che s...leggi
26/03/2019



L'INCONTRO. Malascorta agli arbitri: "Ci vuole passione. E studio"

Gustavo Malascorta (foto), Componente della Commissione Arbitri Interregionali, ha incontrato gli arbitri anconetani. Originario di Teramo e jesino di adozione, Malascorta nella sua carriera arbitrale ha diretto gare nell'allora Interregionale, per poi passare al ruolo di osservatore operando in tutte le commissioni, fino alla Commissione Arbitri Nazionale PRO.&nb...leggi
20/03/2019

Passatempese, promozione (quasi) in tasca. INTERVISTA a Busilacchi

La vittoria dello scorso fine settimana in trasferta sul campo della Cluentina ed il contemporaneo pareggio fra Casette Verdini e Corridonia hanno spianato la strada della Passatempese verso la vittoria del campionato di Prima Categoria girone C (vedi la classifica). "L&rsquo...leggi
20/03/2019

Anconitana e Valdichienti, "gemelli diversi" verso l'Eccellenza!

Un percorso a braccetto tra due realtà profondamente diverse, con storie diametralmente opposte. Una capoluogo di regione, con un passato glorioso che vanta due stagioni in A, tantissime di Serie B e una storia recente che l’ha vista ripartire dalla Prima categoria. L’altra invece per la prima volta in Promozione, nascendo come società di settore...leggi
19/03/2019


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,08034 secondi