Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Macerata


image host

image host

Civitanovese, Rosati: "Troppa improvvisazione. E a Profili dico..."

"Due anni fa preferì farmi la guerra e invece insieme avremmo potuto fare grandi cose - racconta l'ex dt del Trapani - mi dispiace per questa situazione ma non si può fare calcio senza un'idea di fondo"

Ha portato il Trapani in Serie B, poi ha salutato perchè è cambiata la proprietà e sono subentrate logiche politiche che non gli sono piaciute. Ha ripreso l'aereo ed è tornato a casa. Vive a Carpi, spesso anche a Cupramarittima, il suo nome è dinastico, Gianni Rosati (foto): suo padre Armando portò la Civitanovese per la prima volta in C2, suo zio Tom vinse 7 campionati facendo gioire piazze come Salerno e Pescara, l'altro zio Franco giocò in serie A con Messina e Pescara.

Gianni Rosati due anni fa tentò di prendere la Civitanovese ("Vorrei che diventasse un piccolo Chievo", disse illustrando il suo progetto) ma prevalse la cordata di Mauro Profili. Oggi Rosati guarda al mondo rossoblu e se ne dispiace: "Avevo largamente preventivato quello che sta succedendo oggi - ci dice - non si può fare calcio improvvisato e anche le alternative (il riferimento è alla possibilità che al Polisportivo arrivi la Sangiustese, ndr) non mi sembrano credibili. Per fare calcio ci vuole programmazione e deve farlo chi ha dimostrato di saperlo fare con i risultati, bisogna prima di tutto avere un'idea".

Rosati torna al giugno del 2017: "Mauro Profili è un bravo ragazzo ma non conosce le dinamiche del calcio - ammette - quell'anno lì invece di fare la guerra potevamo metterci insieme e avremmo fatto grandi cose. Io avevo un imprenditore importante alle spalle pronto a darmi una mano. Ma contro ci si è messo anche il Comune... E poi in una piazza non possono comandare gli ultras, ecco dove comandano loro quella non può essere la mia squadra. Ci vuole la divisione dei ruoli. Mi dispiace per quello che sta succedendo a Civitanova, io in fondo mi sento un civitanovese-fermano, mio padre al Polisportivo ha vinto campionati e ci ha chiuso la carriera... Mi dispiace ma l'avevo previsto in tempi non sospetti".

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 08/07/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



"Martiniello subito sospeso e segnalato alla Procura dell'AIA"

E’ scattato il provvedimento di sospensione da parte dell’AIA nei confronti di Antonio Martiniello, l’arbitro di calcio colpito da Daspo da parte della Questura di Macerata in seguito ai fatti di cronaca che hanno coinvolto la giacchetta nera al termine della partita fra Borgo Mogliano e Montottone (Seconda ca...leggi
15/02/2020

CLAMOROSO. Arresti domiciliari per l'arbitro Martiniello!

Si arricchisce di un nuovo episodio la vicenda dell'arbitro Antonio Martiniello, recentemente punito con il DASPO per aver colpito con una testata il portiere del Borgo Mogliano Matteo Ciccioli. Come riportato dalla pagina online de Il Resto del Carlino di Macerata, è stata emessa oggi la misura cautelare degli...leggi
14/02/2020


Vicenda Martiniello. L'assordante silenzio del Palazzo. VIDEO Mediaset

Calcio marchigiano su tutte le prime pagine di giornali, telegiornali e siti on line, per un episodio non certo edificante: il primo caso nazionale di Daspo comminato ad un arbitro, a seguito dei fatti avvenuti nel dopo partita di Borgo Mogliano – Montottone Grottese, valida per il campionato di Seconda categoria. Tutti ne parlano, ad esempio le maggiori ...leggi
12/02/2020

L'arbitro della testata a Ciccioli? Un anno di DASPO!

Il cartellino rosso questa volta se lo prende l'arbitro: DASPO di un anno al direttore di gara per aver colpito con una testata un giocatore, il 1° febbraio scorso a Mogliano dopo l’incontro di calcio valevole per il campiona...leggi
11/02/2020

Finisce il sogno di Coppa del Tolentino: il Fasano cala il poker

Città di Fasano - Tolentino 4-0 (andata 1-1)Città di Fasano: Suma, De Vitis, Pedicone, Ganci (45'st Cochis), Rizzo (41'st Cassano), Gonzales, Gomes (23'st Serri), Bernardini, Diaz (38'st Cavaliere), Prinari (31'st Titarelli), Lanzone. A disp. Mennella, Panebianco, Scarricchio, Schena. All. Giuseppe Laterza...leggi
12/02/2020

Il legale di Ciccioli: "Arbitro denunciato: sì all'indagine federale"

MOGLIANO. "Abbiamo presentato denuncia contro l’arbitro, sulla squalifica auspichiamo che al più presto venga aperta un'indagine federale, questa storia dovrà essere vagliata dalla Procura federale a Roma". Queste le parole dell’avvocato Esildo Candria (foto) che assiste Matteo Ciccioli (foto piccola), il 38enne portiere...leggi
07/02/2020

Maceratese, la giostra dei n°1: con Nocera tre partite e tre portieri

MACERATA. Terza partita, terzo portiere impiegato dal primo minuto. Con l’avvento di Francesco Nocera in panchina, la Maceratese nelle ultime tre gare di campionato ha schierato tre portieri differenti. Prima Federico Giustozzi, poi Matteo Gentili e infine Sebastiano Farroni (foto). Quest’ultimo, to...leggi
07/02/2020


Mercanti ci crede: "I 100 anni di storia meritano l'Eccellenza"

CIVITANOVA MARCHE. "L’Atletico Ascoli non molla ed è molto difficile da raggiungere visto anche il passo che sta tenendo. Se sta lassù è solo per merito suo e non per demerito degli altri perché non è affatto semplice tenere un simile cammino". Emiliano Mercanti (foto), capitano della Civitanovese...leggi
05/02/2020

"Testata dell'arbitro, sicuri che sia andata proprio così?"

MACERATA. "È nostro compito capire quanto è accaduto e ricostruire la realtà dei fatti". Queste le parole a Il Resto del Carlino di Andrea Fugante (foto), presidente della sezione Aia di Macerata che ha in organico il 30enne Antonio Martiniello, ...leggi
03/02/2020

"Colpo di fortuna, ma punto importante". Giacomelli para e... segna!

Mirko Giacomelli (foto) tiene vive le speranze salvezza del Morrovalle (Seconda categoria E). Il numero 1 della squadra allenata da Giuliano Torresi mette a segno la rete del pareggio nella difficile trasferta sul campo della Vigor Sant’Elpidio Viola. “E’ stato un colpo di fortuna – racconta Giacomelli – ...leggi
03/02/2020


SENTENZA CHOC: Ciccioli squalificato fino al 2022. Falsità nel referto

Clamoroso l'epilogo della vicenda di Mogliano, dove l'arbitro Martiniello della sezione di Macerata ha dato una testata al giocatore Ciccioli al termine di Borgo Mogliano - Montottone. La sentenza del giudice sportivo descrive un'altra partita, rispetto ai fatti e alle testimonianze raccolte. Mano pesante su ...leggi
05/02/2020

Corner Player. Dove si incontrano società e calciatori

Il movimento calcistico regionale si appresta a vivere la fase decisiva della stagione, si avvicina il gran finale con le squadre che puntano a vincere, a salvarsi o a chiudere in tranquillità il campionato. Con la recente chiusura del mercato invernale resta per le società la possibilità di tesserare i calciatori svincolati, eventuali rinforzi dell'ultima ora, pronti a dar...leggi
31/01/2020


Vai all'edizione provinciale
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,10653 secondi