Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Ancona


Giovane Offagna SBA, Zhupa: "Lavoreremo duro per il bene dei ragazzi"

Intervista al nuovo coordinatore del settore giovanile presieduto da Alessandro Andreoli

OFFAGNA. Una scelta importante, pensata, per qualcuno coraggiosa ma sicuramente entusiasmante. Il nuovo responsabile tecnico e coordinatore degli allenatori della Giovane Offagna San Biagio Anconitana è Sokol Zhupa (nella foto con il presidente Alessandro Andreoli), 30enne albanese ma italiano d’adozione. Molto giovane diranno alcuni per un ruolo simile, alla sua prima esperienza da coordinatore, ma già con un bagaglio alle spalle invidiabile. Non solo studi e formazione appropriata, ma anche esperienze di 7 anni come allenatore di settore giovanile in società importanti fino addirittura alla Cina, dove dal 2017 ha potuto imparare molto a livello professionale e umano. E poi, motivo in più per sceglierlo, è stato averlo già avuto in squadra, come allenatore dei più piccoli tre anni fa. Il suo entusiasmo, la sua mania per il calcio e la sua preparazione hanno fatto la differenza e saranno da stimolo a tutti per migliorarsi ancora. Ecco perché il presidente Alessandro Andreoli ha voluto lui, per lasciare spazio alle idee dei giovani, giovani preparati e qualificati e al contempo affidabili e noti all’ambiente biancorossoblù. Ecco dunque Zupha nell’intervista di bentornato alla Giovane che è anche quella di esordio come responsabile tecnico.

Sokol, intanto bentornato alla Giovane Offagna San Biagio. Raccontati a chi non ti conosce ancora: anni, studi, passioni, esperienze lavorative.
“Ho 31 anni a settembre, sono nato a Valona in Albania ma da 20 anni vivo ad Osimo. Passioni oltre ad essere fanatico di calcio, mi piace viaggiare e conoscere il mondo. Come formazione, ho studiato scienze motorie all’Università di Urbino e poi ho fatto la specialistica in scienze dello sport. Come allenatore di settore giovanile sono stato tre anni a Fermignano, poi un anno a Castelfidardo, uno con la Giovane Offagna San Biagio, due in Cina ed ora eccomi qua, sono tornato a casa”.

Partiamo dall’ultima esperienza di quasi due anni in Cina, raccontaci a fare che cosa e che cosa hai imparato.
“Sono andato a fare una esperienza grazie ad un mio amico che mi aveva informato di una agenzia che cercava allenatori italiani per insegnare calcio nelle scuole e negli asili. Sono diventato dopo tre mesi referente locale di questa compagnia. E’ stata una esperienza molto formativa, ho imparato tantissimo, compresa una nuova cultura, in Cina è tutto un altro mondo”.

Come mai sei tornato in Italia e hai scelto di accettare l’offerta della Giovane Offagna San Biagio?
“Sono tornato perché ok, in Cina esperienza bellissima, ma nella città dove stavo, Chengdu, non c’era possibilità di crescita individuale come allenatore ed è per questo che sono voluto tornare in patria. Credetemi, mi sono confrontato con allenatori spagnoli ed inglesi ma la nostra preparazione non ha eguali, il livello italiano è più alto e sono ritornato per continuare a formarmi”.

image host

Da quando eri istruttore dei Piccoli Amici della Giovane Offagna San Biagio sono cambiate tante cose, come la nascita della squadra Allievi, la gestione dello stadio Vianello e l’accordo con l’Anconitana: cosa ne pensi di queste novità e come hai ritrovato la società rispetto a quando l’hai lasciata?
“Noi avevo dubbi che la società sarebbe cresciuta. Quando parlai con Alessandro Andreoli la prima volta, ormai 3 anni fa, ho visto in lui una persona molto concreta, sincera e determinata. Sono contentissimo di come sono andate le cose in mia assenza, perché questo accordo con l’Ancona fa capire che in due anni i dirigenti hanno lavorato molto bene”.

Il presidente Andreoli ti ha affidato due gruppi come istruttore ma soprattutto ti ha voluto come coordinatore tecnico del settore giovanile. E’ la tua prima esperienza in questo ruolo di grande responsabilità: che aspettative hai?
“Durante i miei due anni in Cina con Alessandro ci siamo continuati a sentire. Dopo che ho lasciato la Giovane non ho chiuso i rapporti, anzi, la nostra amicizia si è rafforzata anche di più. Sono molto concento della sua proposta, allenare due gruppi e fare il responsabile tecnico della società è un compito difficile e stimolante, per me è la prima volta con questo ruolo, ma durante la mie esperienze passate ho avuto bravissimi coordinatori, dai quali ho imparato molto. Lavorerò durissimo per non deludere le aspettative. Poi sono stato fortunato, perché in Cina ho conosciuto anche l’allenatore di Cristiano Ronaldo e Luis Figo che aveva il massimo incarico dell’agenzia e da lui ho imparato, tanto che in seguito anche io ho assunto un ruolo di coordinamento a Chengdu”.

Un messaggio che manderesti a tutto lo staff tecnico come nuovo responsabile?
“Se lavoriamo uniti e collaboriamo tra di noi cresceremo molto non solo a livello di società ma anche individuale”.

E invece cosa diresti alle famiglie dei ragazzini biancorossoblù?
“Ai genitori dico di essere felici di portare i bambini a fare calcio, molti bimbi non vogliono fare sport ma è importante nella crescita. E poi durante le partite chiedo ai genitori di incoraggiare sempre i bambini, dare loro messaggi positivi e se c’è qualcosa che non va di parlare direttamente con me per trovare soluzioni. Di darci fiducia e lasciarci lavorare per i loro figli”.

Quali saranno i punti di forza della Giovane?
“La forza è la società stessa, composta da persone fantastiche, con i loro pregi e difetti ma tutte quante tengono molto alla crescita dei ragazzi”.

Inizio attività?
“Il mio gruppo dei Giovanissimi ha iniziato ieri 5 agosto. Faremo preparazione di una settimana e poi riprenderemo il 19. Gli Allievi iniziano il 21 agosto mentre tutte le altre categorie a cavallo tra agosto e settembre”.

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 06/08/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



Osimana, la bella storia degli Allievi: ai Regionali per merito

OSIMO. C'è una bella storia da raccontare nei campionati provinciali, quasi una favola: ragazzi che giocano insieme fin dai Primi Calci e che qualche anno dopo, tutti insieme e senza nessun rinforzo esterno, approdano alla Fase Regionale. Sono gli Allievi dell'Osimana allenati da Francesco Giacco (foto), 41 anni, figlio di Giovanni, attu...leggi
03/12/2019

Brunetti e Ripanti portano Allievi e Giovanissimi alla Fase Regionale

SENIGALLIA. L'FC Vigor Senigallia piazza le formazioni Allievi e Giovanissimi alla Fase Regionale (nella foto i rispettivi allenatori Brunetti e Ripanti). Una doppia soddisfazione per tutta la dirigenza, per il responsabile Rino Frulla e per i dirigenti di una delle società più importanti a livello region...leggi
29/11/2019

Gioia SA Castelfidardo: i ragazzi di Bilò e Guazzaroni ai Regionali

CASTELFIDARDO. Doppietta della società SA Castelfidardo che piazza Giovanissimi e Allievi alla Fase Regionale (nella foto da sinistra i tecnici Guazzaroni e Bilò). Un risultato che premia una società da anni impegnata seriamente nella crescita dei ragazzi del territorio e sapientemente coordinata dal punto di vista...leggi
28/11/2019

Giovane Offagna SBA: due ragazzi di prospettiva. Campo "Vianello" ok!

Ha 31 anni, è nato a Valona (Albania) ma da 20 vive ad Osimo. Ama viaggiare e conoscere il mondo. Ha studiato Scienze motorie all’Università di Urbino e poi ha conseguito la specialistica in Scienze dello Sport. Come allenatore di settore giovanile è stato tre hanni a Fermignano, un anno a Castelfidardo, uno con la Giovane Offagna San Biagio, due in Cina ed ora eccolo...leggi
07/11/2019

Full immersion a Coverciano per gli Esordienti della SA Castelfidardo

Una giornata intensa e indimenticabile quella di oggi per il gruppo Esordienti 2008 della società SA Castelfidardo, giornata trascorsa a Coverciano, cuore pulsante del calcio tricolore. La comitiva è partita stamattina da Castelfidardo, arrivati sul posto intorno alle 11, i ragazzi si sono cambiati ed hanno svolto un allenam...leggi
05/11/2019


Vigor Senigallia, Anderlecht e Bologna: triangolo di crescita

SENIGALLIA. Continua il percorso di crescita del settore giovanile della Vigor Senigallia – Scuola Calcio Vigorina. Il progetto di valorizzazione dei ragazzi prosegue a vele spiegate grazie soprattutto alle consolidate collaborazioni con le società Anderlecht e Bologna.Nella settimana in corso è presente il Responsabile del Progetto Anderlecht &l...leggi
25/10/2019

SA Castelfidardo, altro baby nei pro: esordio di Pasqualini all'Ascoli

CASTELFIDARDO. Altro debutto tra i professionisti per un altro ragazzo cresciuto nel vivaio della società SA Castelfidardo. Stiamo parlando di Nicolas Pasqualini (foto), classe 2006, che domenica ha esordito con la nuova società Ascoli Calcio 1898 FC SpA nel campionato di categoria. Determinazione, passione ed entusiasmo lo hanno sempre caratteriz...leggi
22/10/2019


"Al lavoro per un calcio propositivo", SA Castelfidardo al via

CASTELFIDARDO. Anche per questa stagione a svolgere il ruolo di responsabile tecnico della società SA Castelfidardo sarà ricoperto da Alessandro Pirani (foto). A fianco a lui ci saranno i tecnici che in questi anni si sono distinti per qualità e professionalità: Damian Javier Fernando, David Guazzaroni, Francesco Pigini, Giacomo Pigi...leggi
23/09/2019

Anche il Villa Musone apre al calcio in rosa. Parla Finocchi

Il settore giovanile del Villa Musone continua il suo percorso di crescita. Confermato il Responsabile Tecnico Davide Finocchi (foto) la società gialloblu mira, nell'ottica della continuità, a sviluppare un progetto in forte espansione con alcune interessanti novità. Ne parliamo proprio con Davide Finocchi che ci presenta il progetto per la...leggi
20/09/2019

Record Giovane Ancona: mezza squadra Giovanissimi promossa tra i pro!

ANCONA. La scuola calcio Giovane Ancona si conferma una bottega di talenti. Negli ultimi anni si sono moltiplicati i casi di baby calciatori allevati dalla società del Patron Schiavoni e del Presidente Franzoni che sono stati scelti da squadre professionistiche.Tra i casi più importanti ad esempio quello del portiere Giacomo Moretti, cr...leggi
12/09/2019

Osimana, Bellucci fissa le priorità: "Più lavoro a livello motorio"

OSIMO. Proprio in questi giorni le varie categorie giovanili stanno riprendendo l'attività agonistica e lui, dall'alto della sua esperienza da calciatore professionista, accoglie l'arrivo dei ragazzini illustrando il progetto giallorosso che quest'anno, per prima cosa, punterà a lavorare a livello motorio e coordinativo. "Perchè - spiega Francesco Bellucci ...leggi
10/09/2019

Gioia Osimana: Leonardo Straccio vola all'Inter!

OSIMO. Leonardo Straccio (foto) è un giocatore dell’Inter. E’ ufficiale infatti il trasferimento in nerazzurro del centrocampista classe 2004 cresciuto nelle file dell’Osimana. Dopo una sola stagione trascorsa al Delfino Pescara, ieri è stato perfezionato a Milano il trasferimento di S...leggi
27/08/2019

S.A.Castelfidardo: Thomas Bellucci nei pro col Pontedera

CASTELFIDARDO. Un altro ragazzo cresciuto nel settore giovanile della società SA Castelfidardo passa al mondo dei professionisti.Parliamo di Thomas Bellucci (foto), classe 2005, difensore che si è già unito alla società Pontedera (Serie C, girone A) per la prossima stagione 2019/2020.Thomas negli ultimi anni si &...leggi
26/08/2019


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 39,75983 secondi