Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Ancona


image host

PROMOZIONE A al via! Ecco favorite e outsider...

Scatta sabato con le prime 6 partite il girone A di Promozione, nobilitato dalla presenza dell’Anconitana. Alle spalle dei biancorossi, favoriti assoluti per struttura societaria, assortimento di rosa e tifoseria senza eguali a questi livelli, si piazzano però le nobili Fc Vigor Senigallia e Osimana, desiderose di tornare agli splendori di un tempo, oltre al Loreto, rinforzato da tanti ex dorici. In definitiva sarà il campionato più competitivo degli ultimi anni che richiamerà tanto interesse mediatico.
Sulla carta si può indicare una griglia di partenza con 4 diverse fasce.

Fascia 1 – Grandi favorite. In pole position c’è l’Anconitana che ha stravinto a suon di record la Prima Categoria e prova a fare altrettanto in Promozione con un organico profondamente rinnovato e ricco di giocatori con trascorsi importanti tra i professionisti: su tutti la Vipera Mastronunzio, Lori e Colombaretti. Grande attesa anche per il difensore argentino Trombetta con qualche interrogativo però sul suo grado di adattamento al calcio italiano e di integrazione con l’altro centrale mancino Mercurio. L’unico punto interrogativo sembra il parco under, poco assortito, con limitate esperienze in un campionato difficile come la Promozione e con qualche limite sotto l’aspetto fisico e strutturale.
Fuoriquota validi che non mancano all’Fc Vigor Senigallia che si piazza subito dietro all’Anconitana avendo allestito un organico di assoluto livello affidandosi a un tecnico preparato come Massimiliano Guiducci. L’attacco non ha nulla da invidiare a quello dell’Anconitana con Falcinelli, Pesaresi, D’Errico, Sabbatini e Gresta. Tanto assortimento anche negli altri reparti: i rossoblù hanno le carte in regola per vivere una stagione da protagonisti. Stesso discorso per l’Osimana che conta sulla garanzia assoluta di Roberto Mobili in panchina e sui gol assicurati dei due totem Cerbone e Dell’Aquila. In mediana spetterà all’ex Civitanovese Micucci il compito di dettare i tempi della manovra. Il poker d’assi è completato dal Loreto, desideroso di riscatto dopo la retrocessione dall’Eccellenza, che può vantare la competenza di mister Lelli al timone, affiancato dal vice Pesaresi, e su diverse individualità di spicco come Degano, Spagna, Mandorino e Ferrini.

Fascia 2 – Pronte a inserirsi. Altre quattro squadre proveranno a lottare per traguardi importanti. Due hanno già raggiunto i playoff la scorsa stagione e non nascondono la volontà di riprovarci: stiamo parlando della Filottranese, che ha confermato mister Giuliodori e l’ossatura della squadra puntellando l’attacco con Daidone, Negozi e Mattia Santoni al posto di Duranti, Meschini e Coppari, e del Mondolfo, che vanta un centrocampo di ferro con Brocca, Savelli e De Angelis e un reparto avanzato niente male con Bracci, Messina e l’ultimo acquisto Mossotti. Dopo due salvezze sofferte prova ad alzare l’asticella il Gabicce Gradara che ha consegnato la panchina a Papini puntellando la rosa con Celato e il blocco di ex Valfoglia composto da Passeri, Vaierani, Bastianoni e Vegliò. Occhio alla matricola Santa Veneranda del confermato tecnico Clara, tornata in Promozione dopo 27 anni, che non ha nulla da invidiare alle big forte di un centrocampo da Eccellenza con Thomas Paoli (ex capitano dell’Atletico Gallo), Del Pivo (ex Vis Pesaro), Rossi (10 reti con il Valfoglia) e Morelli (ex Mondolfo). Davanti Roselli supporterà l’ex Vigor Coppa, in difesa l’esperienza non manca con Gambelli e Tebaldi.

Fascia 3 – Primo obiettivo guardarsi alle spalle. Le squadre dotate di un buon potenziale che potrebbero essere le mine vaganti del girone A di Promozione sono tre. Reduce dalla storica parentesi in Eccellenza, vuol tornare a stupire il Barbara che ha iniziato un nuovo ciclo con Antonello Mancini al timone rinnovando l’organico che può contare su tre top player assoluti: Cardinali, Marco Carboni e Rossini. Dopo i playoff centrati la scorsa stagione, ha cambiato tutto o quasi il Valfoglia che punta su Alessandro Carta, uno dei mister più quotati della Promozione. All’ex Atletico Alma spetterà il compito di amalgamare i tanti volti nuovi e di sfruttare l’imprevedibilità dell’asso Sacchi (ex Urbania), stella della squadra. Il finale esaltante della scorsa stagione è la base sulla quale ripartire per il Cantiano, guidato dall’emergente Luchetti, che ha un attacco atomico con Bucefalo, Simone Luchetti e l’eterno Cossa, 42 anni e non sentirli, oltre 200 gol in carriera. Un buon contributo difensivo lo darà anche Carletti Orsini (ex Laurentina, Barbara e Mondolfo), difensore col vizio del gol: 21 in tre anni.

Fascia 4 – Pronte a lottare per evitare i guai. Sulla carta partono in ultima fila cinque squadre che proveranno a sconfessare le previsioni con grinta e voglia di emergere. Sono lontani i tempi faraonici e le ambizioni d’Eccellenza del patron Cerioni per l’Olimpia Marzocca che ha confermato mister Giuliani e gran parte della rosa dello scorso campionato chiuso al sesto posto perdendo però tre pedine fondamentali: Nacciarriti (centrocampista con l’innato fiuto del gol: ben 8), Costantini (jolly prezioso) e Gresta (tra gli under più forti del girone A). I nuovi arrivati Marini, Brunori e Bassotti proveranno a non farli rimpiangere, ma il limite più grande è rappresentato dalla mancanza di un impianto idoneo per le gare casalinghe e dalla necessità di emigrare da una struttura all’altra: nelle ultime due stagioni al Bianchelli di Senigallia, quest’anno al Di Gregorio di Montemarciano. Ha ringiovanito molto la Laurentina che scommette sul mister esordiente Peruzzini e si affida all’esperienza di Boinega, Berardi e Biagetti per trascinare un gruppo dalla carta d’identità colorata di verde. Reduce dalla salvezza ai playout della scorsa stagione, vorrebbe soffrire meno il Villa Musone che ha consegnato la panchina a Cetera senza stravolgere l’organico. Al debutto assoluto in Promozione le armi in più dell’Osimo Stazione del confermato Menghini saranno l’entusiasmo, derivato dalle due promozioni consecutive, e i gol assicurati di Giuseppe Bugiolacchi, implacabile cannoniere forgiato da mille battaglie sui palcoscenici più disparati. Si affaccia per la prima volta in Promozione anche il Villa San Martino, che ha rinnovato la fiducia al tecnico Romani, compiendo innesti mirati sul mercato: su tutti Capecci, ex Villa San Martino. Il mestiere di Commitante (ex Recanatese) e Virgili (ex Atletico Gallo) è una garanzia per rialzare la testa nei momenti di difficoltà.

Print Friendly and PDF


Free Image Hosting at FunkyIMG.com
  Scritto da La Redazione il 20/09/2018
 

Altri articoli dalla provincia...



"Solo in Serie D si retrocede per Covid 19": 31 club diffidano la FIGC

Sono 31 alla fine le squadre che protestano e diffidano la federazione per la richiesta di retrocessione in Eccellenza: ecco il comunicato ufficiale. “Si fa seguito alla illegittima, irricevibile ed umiliante proposta dell’ultimo Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti che vorrebbe sancire oltre che la sospensione dei campionati pure la retr...leggi
26/05/2020

Osimana, allenatori dal cuore d'oro: rinunciano ai rimborsi!

OSIMO. La dirigenza dell'Osimana nella giornata di ieri ha incontrato gli esponenti del settore giovanile per fare un punto della situazione, dopo il periodo di quarantena. Presente e futuro, gli argomenti trattati, che verranno ufficializzati nei prossimi giorni. Da sottolineare il gesto generoso degli allenatori che hanno deciso di rinunciare alle ultime 3 mensilità pe...leggi
22/05/2020

Sibilia (LND) a RadioTua: "In D non rinunceremo alle 9 promozioni"

Il Presidente della Lega Nazionale Dilettanti, Cosimo Sibilia (foto), oggi pomeriggio è intervenuto telefonicamente al programma “Puntobiancorosso” sulle frequenze di Radiotua e RMM606 toccando vari aspetti del calcio dilettantistico. STAGIONE 2019-2020. "Personalmente ancora spero che i campionati possano concludersi sul campo,...leggi
28/04/2020

"Questo stop servirà ad allontanare certi avventurieri dal calcio"

ANCONA. "Non vedo possibile una ripresa dei campionati dilettantistici, ormai non ci credo più. Il discorso vale anche per la serie D dove, eventualmente, ci sarebbero movimenti, trasferte. Siamo già tornati alla normalità? Non mi sembra e non succederà in un lasso di tempo breve. Nello stesso tempo quando si ripartirà vanno premiate le società che poss...leggi
07/04/2020

"L'Osimana è sopravvissuta alla guerra e supererà anche la pandemia"

OSIMO. Presidente Antonio Campanelli (foto), come ha vissuto questo mese senza calcio?"Surreale perché all’astinenza da calcio, si sono sommate paure, incertezze e disagi inusuali. Il momento è questo, affrontiamolo nel migliore dei modi e teniamoci pronti a ripartire, appena possibile, nella massima sicurezza, facendo tesoro ...leggi
31/03/2020

Cellini: "Il calcio regionale saprà rialzarsi ma non sarà come prima"

"Ho letto i numeri e sono consapevole del pericolo che l'emergenza economica lascerà strascichi negativi sulle nostre società". Il presidente della FIGC Marche Paolo Cellini (foto) ha espresso il suo pensiero sulla probabile crisi che investirà lo sport ed il calcio al termine dell'emergenza del Covid-19. "Adesso è difficile...leggi
27/03/2020

Il Covid-19 e il rientro in Spagna: l'Odissea di Paquito Morales

Ha approfittato della sospensione dei campionati "Paquito" Francisco Morales (foto) per tornare a Siviglia e trascorrere i giorni con i suoi familiari, in un momento tanto delicato a livello internazionale come l'emergenza coronavirus. Ma il viaggio di rientro in Spagna è stata una vera e propria odissea, come ha raccontato...leggi
15/03/2020

Cosimo Sibilia: "Fermiamoci tutti e combattiamo contro il vero nemico"

Pubblichiamo il comunicato del Presidente della Lega Nazionale Dilettanti Cosimo Sibilia (foto), che spiega nel dettaglio le motivazioni che hanno spinto alla decisione della sospensione fino al 3 aprile di tutto il calcio dilettantistico nazionale. "Ritengo doveroso rivolgermi a tutti coloro che, a vario tiolo – calciatrici e ca...leggi
09/03/2020

UFFICIALE. Il calcio dilettantistico si ferma fino al 3 aprile

Adesso è ufficiale. Tutto il calcio dilettantistico e giovanile nazionale resterà fermo fino al 3 aprile: Stop a tutti i campionati dalla Serie D a scendere. L'ufficialità è arrivata nel primo pomeriggio dalla Lega Nazionale Dilettanti attraverso un Comunicato Ufficiale n. 273. Si comunica che il Consiglio Direttivo della Lega Nazion...leggi
09/03/2020

Presidenti, Eccellenza a porte chiuse o stop di un mese?

In base al Decreto di ieri sera del Governo si profila lo stop completo dei campionati dilettantistici fino al 3 Aprile. Una situazione anomala e mai verificatasi, che sta senza alcun dubbio mettendo in difficoltà le società, i calciatori, gli staff tecnici e naturalmente le persone preposte a prendere delle decisioni. Di oggi anche la presa di posizione della...leggi
05/03/2020

Jesina, the end: via i big, si finisce la stagione con i baby

JESI. La Jesina perde con il Porto Sant'Elpidio (19esima sconfitta stagionale) e smobilita. La società prende la palla al balzo e schiera la linea verde da qui alla fine: via i big, si finirà la stagione con i baby. Così il vicepresidente operativo Alessandro Cossu: "E' una scelta della società perché non è giusto debba...leggi
02/03/2020

Gli allenamenti al tempo del Coronavirus

Quello attuale è certamente un momento storico diverso dagli altri, anche il calcio locale si trova ad affrontare una settimana di sosta dei campionati, dettata dal timore del famigerato Coronavirus. Un stop al calcio giocato che non era in preventivo, ed allora abbiamo voluto tastare il polso di alcune squadre dei principali campionati regionali, al fine di capire come gli allenatori si...leggi
28/02/2020

Il Castelfidardo tenta la fuga. Capponi: "Primo posto meritato"

CASTELFIDARDO. Raggiunto il primo posto, il Castelfidardo ora tenta la fuga. La neo capolista di Eccellenza potrà anche approfittare del big match Anconitana - Vigor Senigallia: un passo falso dei dorici e i fidardensi vittoriosi ad Urbania, ecco che si potrebbe concretizzare una prima mini fuga."La vittoria con l'Anconitana è stata molto importante...leggi
21/02/2020

LA STORIA. Papà muore dopo l'esordio del figlio in un club 'pro'

Il sogno di suo figlio era anche il suo ed è stato più forte della malattia, alla quale si è arreso solo dopo aver visto il figlio calciatore firmare per una squadra professionistica. E’ la storia di Roberto Paglialunga, operaio metalmeccanico in un'azienda di Castelfidardo morto lunedì scorso all'età di 49 anni, dopo aver condiviso col ...leggi
19/02/2020



Vai all'edizione provinciale
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,12683 secondi