Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Ancona


image host

Aveva smesso, fa il difensore, ha 44 anni: Boncompagni-gol nel derby!

“Per me questa rete contro il Pietralacroce vale tantissimo, sono tre anni che ho riniziato a giocare con il Varano, avevo lasciato il calcio da un pezzo. Li c’è un gruppo di amici, di ragazzi che conosco, mi hanno coinvolto"

Fare gol non è mai facile, soprattutto se di ruolo fai il difensore. Fabrizio Boncompagni, 44 anni compiuti, ha messo a segno il gol vittoria nella partita contro il Pietralacroce (Seconda categoria girone C, vedi il campionato) vinta dai padroni di casa per 1-0. “Ho avuto la fortuna di trovarmi al posto giusto nel momento giusto” afferma Boncompagni. Al minuto 23’ del primo tempo dopo un calcio d’angolo la palla esce fuori dall’area di rigore, un compagno la ributta in mezzo “ho stoppato, ho guardato il portiere e di collo esterno l’ho direzionata verso l’angolo più lontano, il portiere l’ha toccata ma la palla è entrata lo stesso”.

“Per me questo gol vale tantissimo – racconta Boncompagni - sono tre anni che ho riniziato a giocare con il Varano, avevo smesso da un pezzo. Li c’è un gruppo di amici, di ragazzi che conosco, mi hanno coinvolto. Siamo partiti dalla Terza Categoria, sport e divertimento puro, poi siamo saliti in Seconda, l’impegno è un po’ cresciuto. Erano tre anni che speravo di regalare un gol ai compagni e al mister, sono veramente meravigliosi. Sono tornato bambino, come quando da piccolo andavo sotto casa a giocare a pallone sull’asfalto. E’ un divertimento vero al Varano, non si vede l’ora di stare insieme, il gruppo è eccezionale, per me è un piacere aver fatto questo gol. Il derby contro il Pietralacroce è uno di quelli più sentiti, si conoscono un po’ tutti, ci tenevano tantissimo”.

Boncompagni, non è facile giocare titolare a 44 anni suonati.
Quest’anno in teoria non doveva essere così perché la rosa è stata rinforzata e ringiovanita. La squadra ha un’età media abbastanza alta. Sto entrando in forma, qualche acciacco c’è ma lo reggo, ed ho iniziato titolare da subito. Non pensavo di finire la partita, oltretutto ero anche influenzato, non avevo la febbre, ma mal di gola e raffreddore si. Con il sole caldo di inizio pomeriggio poi… è andato tutto bene”.

La carriera di Fabrizio Boncompagni è lunga. Fa tutta la trafila nelle giovanili dell’Ancona, due anni in Primavera, quando la prima squadra era in Serie A. “Dopo il fallimento avevo pensato di smettere, poi il mister mi ha convinto a ripartire”. Piobbico, Ostra Vetere, Recanatese, Belvederese, Real Vallesina, Mondolfo, Filottranese. “A 30 anni pensavo di smettere per davvero, il Camerano mi ha cercato e sono rimasto li nove anni. Alla fine collaboravo con l’allenatore in prima squadra. Dopo tre anni si è conclusa, è finita in modo inaspettato”.

Più di una volta è stato sul punto di smettere, ma è sempre ripartito. Quando pensa di appendere davvero gli scarpini al chiodo?
“Penso che ormai ci siamo – sorride – per quanto sia grande la passione e la voglia purtroppo è una lotta contro i mulini a vento. Prima o poi bisognerà fermarsi. Mi sto divertendo, per me è il massimo in questo momento”.

Ha pensato mai di fare l’allenatore?
“Non lo so. Non ho fatto corsi, non ho conseguito patentini. Anche qui al Varano con mister Danilo Tacchi do una mano, ma non mi intrometto. Non mi ci sento nel ruolo di allenatore. Quando smetterò di fare il giocatore mi piacerebbe restare nel giro. E’ una di quelle cose a cui non penso”.

Il suo prossimo obiettivo?
“Non me ne pongo. La sto vivendo finché dura. Per il Varano mi auguro invece una salvezza tranquilla e crescere insieme".

 

L’hanno festeggiata per questo gol. In un filmato all’interno dello spogliatoio i suoi compagni saltavano tutti di gioia.
Siamo andati a bere e mangiare insieme, come tutte le partite. Conta il Varano, nessuno in particolare”.

 

 

 

 

 

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Andrea Cesca il 16/09/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



Il Castelfidardo tenta la fuga. Capponi: "Primo posto meritato"

CASTELFIDARDO. Raggiunto il primo posto, il Castelfidardo ora tenta la fuga. La neo capolista di Eccellenza potrà anche approfittare del big match Anconitana - Vigor Senigallia: un passo falso dei dorici e i fidardensi vittoriosi ad Urbania, ecco che si potrebbe concretizzare una prima mini fuga."La vittoria con l'Anconitana è stata molto importante...leggi
21/02/2020

LA STORIA. Papà muore dopo l'esordio del figlio in un club 'pro'

Il sogno di suo figlio era anche il suo ed è stato più forte della malattia, alla quale si è arreso solo dopo aver visto il figlio calciatore firmare per una squadra professionistica. E’ la storia di Roberto Paglialunga, operaio metalmeccanico in un'azienda di Castelfidardo morto lunedì scorso all'età di 49 anni, dopo aver condiviso col ...leggi
19/02/2020


Vicenda Martiniello. L'assordante silenzio del Palazzo. VIDEO Mediaset

Calcio marchigiano su tutte le prime pagine di giornali, telegiornali e siti on line, per un episodio non certo edificante: il primo caso nazionale di Daspo comminato ad un arbitro, a seguito dei fatti avvenuti nel dopo partita di Borgo Mogliano – Montottone Grottese, valida per il campionato di Seconda categoria. Tutti ne parlano, ad esempio le maggiori ...leggi
12/02/2020

Frankie, il pappagallo amico di Scarponi, si è dato al calcio

Frankie, il pappagallo che accompagnava regolarmente il compianto Michele Scarponi durante gli allenamenti di ciclismo, si è dato al calcio. Il simpatico pennuto, la cui storia è stata raccontata anche da una tv australiana, la NTD Television, ha superato l’operazione ad un’ala spezzata a causa di un investimento, ed anche sabato scors...leggi
10/02/2020


Francoletti, terzo rigore parato. E l'Olimpia Ostra Vetere sorride

OSTRA VETERE. Contro il Varano è arrivata la quarta vittoria su cinque partite nel girone di ritorno per l’Olimpia Ostra Vetere (Seconda categoria girone C). Buona parte del merito è anche del portiere Francesco Francoletti (foto by Manolin Enciso), che ha neutralizzato il calcio di rigore di Abate. Non è una novità pe...leggi
07/02/2020


"Punto sulla Biagio! Ma qualche euro anche sulla Vigor Castelfidardo"

Una matricola terribile. La Vigor Castelfidardo (Promozione girone A) in serie positiva da dodici giornate, nell’arco di una settimana ha mandato al tappeto prima l’Osimana poi il Gabicce Gradara assestandosi in seconda posizione di classifica. “Eravamo partiti con altro obiettivi, vale a dire la salvezza – afferma il direttore sportivo, ...leggi
04/02/2020


Andrea Capecci, le ex squadre sono avvisate: pericolo tripletta!

E' subito dietro i 'classici' bomber del campionato (Promozione A), i vari Messina, Mongiello, Bracci e Api, ecco che a quota 8 c'è Andrea Capecci (foto, vedi scheda) del Barbara protagonista nell'ultimo turno con una tripletta nella vittoria per 4-1 sul Moie Vall...leggi
20/01/2020

Ecco le cooperative del gol in Prima e Seconda categoria

Superata la metà della stagione, nei campionati di Prima e di Seconda categoria, è già tempo per stilare i primi bilanci e dare un'occhiata alle statistiche. Prendiamo oggi in esame le reti segnate nei vari gironi, mettendo in evidenza anche le squadre che stanno dimostrando di aver maggior dimestichezza con le reti avversarie. ...leggi
16/01/2020

Giacomo Rotoloni e il Borgo Minonna: una storia a lieto fine

JESI. Quinto minuto di recupero della partita fra Laurentina e Borgo Minonna (Prima categoria, girone B). Il risultato è fermo sull’1 a 1, la rete dei padroni di casa porta la firma dell'intramontabile Alessandro “Bobo” Cossa, prossimo ai 44 anni. “C’è un calcio d’angolo a nostro favore, sulla bandierina del corner si porta Mast...leggi
14/01/2020

La Coppa Marche 3 di Ancona è dell'Argignano

L'Argignano si aggiudica la Coppa Marche di Terza categoria della provincia di Ancona. Al campo Comunale "Sorrentino" di Collemarino la formazione fabrianese ha la meglio sull'Europa Calcio Costabianca per 1-0 grazie al rigore conquistato e segnato da Ramiz Mahmuti nei primi minuti del primo tempo supplementare (al 90' la sfida si è...leggi
11/01/2020

E' grave il fondatore dei Portuali Ancona: "Mirko, siamo con te"

ANCONA. Un malore improvviso, mentre era fuori a cena con la sua compagna. Ora è ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Cesena, dov’è stato sottoposto a una delicata operazione, Mirko Pisoni, 41 anni, ex presidente dei Portuali Calcio Ancona, il club dorico che milita nel campionato di Prima Categoria.A lui la societ&agra...leggi
08/01/2020


Vai all'edizione provinciale
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,12500 secondi