Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI     DIRETTA

Edizione provinciale di Ancona


Free Image Hosting at FunkyIMG.com

Aveva smesso, fa il difensore, ha 44 anni: Boncompagni-gol nel derby!

“Per me questa rete contro il Pietralacroce vale tantissimo, sono tre anni che ho riniziato a giocare con il Varano, avevo lasciato il calcio da un pezzo. Li c’è un gruppo di amici, di ragazzi che conosco, mi hanno coinvolto"

Fare gol non è mai facile, soprattutto se di ruolo fai il difensore. Fabrizio Boncompagni, 44 anni compiuti, ha messo a segno il gol vittoria nella partita contro il Pietralacroce (Seconda categoria girone C, vedi il campionato) vinta dai padroni di casa per 1-0. “Ho avuto la fortuna di trovarmi al posto giusto nel momento giusto” afferma Boncompagni. Al minuto 23’ del primo tempo dopo un calcio d’angolo la palla esce fuori dall’area di rigore, un compagno la ributta in mezzo “ho stoppato, ho guardato il portiere e di collo esterno l’ho direzionata verso l’angolo più lontano, il portiere l’ha toccata ma la palla è entrata lo stesso”.

“Per me questo gol vale tantissimo – racconta Boncompagni - sono tre anni che ho riniziato a giocare con il Varano, avevo smesso da un pezzo. Li c’è un gruppo di amici, di ragazzi che conosco, mi hanno coinvolto. Siamo partiti dalla Terza Categoria, sport e divertimento puro, poi siamo saliti in Seconda, l’impegno è un po’ cresciuto. Erano tre anni che speravo di regalare un gol ai compagni e al mister, sono veramente meravigliosi. Sono tornato bambino, come quando da piccolo andavo sotto casa a giocare a pallone sull’asfalto. E’ un divertimento vero al Varano, non si vede l’ora di stare insieme, il gruppo è eccezionale, per me è un piacere aver fatto questo gol. Il derby contro il Pietralacroce è uno di quelli più sentiti, si conoscono un po’ tutti, ci tenevano tantissimo”.

Boncompagni, non è facile giocare titolare a 44 anni suonati.
Quest’anno in teoria non doveva essere così perché la rosa è stata rinforzata e ringiovanita. La squadra ha un’età media abbastanza alta. Sto entrando in forma, qualche acciacco c’è ma lo reggo, ed ho iniziato titolare da subito. Non pensavo di finire la partita, oltretutto ero anche influenzato, non avevo la febbre, ma mal di gola e raffreddore si. Con il sole caldo di inizio pomeriggio poi… è andato tutto bene”.

La carriera di Fabrizio Boncompagni è lunga. Fa tutta la trafila nelle giovanili dell’Ancona, due anni in Primavera, quando la prima squadra era in Serie A. “Dopo il fallimento avevo pensato di smettere, poi il mister mi ha convinto a ripartire”. Piobbico, Ostra Vetere, Recanatese, Belvederese, Real Vallesina, Mondolfo, Filottranese. “A 30 anni pensavo di smettere per davvero, il Camerano mi ha cercato e sono rimasto li nove anni. Alla fine collaboravo con l’allenatore in prima squadra. Dopo tre anni si è conclusa, è finita in modo inaspettato”.

Più di una volta è stato sul punto di smettere, ma è sempre ripartito. Quando pensa di appendere davvero gli scarpini al chiodo?
“Penso che ormai ci siamo – sorride – per quanto sia grande la passione e la voglia purtroppo è una lotta contro i mulini a vento. Prima o poi bisognerà fermarsi. Mi sto divertendo, per me è il massimo in questo momento”.

Ha pensato mai di fare l’allenatore?
“Non lo so. Non ho fatto corsi, non ho conseguito patentini. Anche qui al Varano con mister Danilo Tacchi do una mano, ma non mi intrometto. Non mi ci sento nel ruolo di allenatore. Quando smetterò di fare il giocatore mi piacerebbe restare nel giro. E’ una di quelle cose a cui non penso”.

Il suo prossimo obiettivo?
“Non me ne pongo. La sto vivendo finché dura. Per il Varano mi auguro invece una salvezza tranquilla e crescere insieme".

 

L’hanno festeggiata per questo gol. In un filmato all’interno dello spogliatoio i suoi compagni saltavano tutti di gioia.
Siamo andati a bere e mangiare insieme, come tutte le partite. Conta il Varano, nessuno in particolare”.

 

 

 

 

 

 

Print Friendly and PDF


Free Image Hosting at FunkyIMG.com
  Scritto da Andrea Cesca il 16/09/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



Presidenza Figc Marche: per il Ministro Spadafora Cellini ineleggibile

Si profila un duello stellare per il ruolo di Presidente nel Comitato Regionale Marche della Figc alle prossime elezioni, che dovrebbero svolgersi nel prossimo autunno. Sembra ormai più che probabile un testa a testa tra il presidente uscente Paolo Cellini ed il suo vice Ivo Panichi, mentre non è esclusa la candidatura di qualche ...leggi
14/07/2020

Michele Marinelli, la forza di un mister vero: "Ho respinto la bestia"

ANCONA. Il suo post su Facebook ha commosso tutti: "Andare sui social per certe cose non è il massimo ma l'affetto riscontrato ovunque mi ha convinto a postare questa immagine (un paio di scarpe da calcio, ndr) simbolo del mio percorso di questi mesi. A dicembre ho indossato di nuovo le scarpe a 6 tacchetti e tirato su le maniche come facevo in campo nella mia vita da median...leggi
13/07/2020


RIFORMA. E se l’Eccellenza diventasse a 24? Ecco come sarebbe!

La riunione del Comitato Regionale di oggi di certo ufficializzerà promozioni e retrocessioni, lo sappiamo. Una ratifica di quanto il Consiglio Federale e la Lnd hanno stabilito. L’attenzione si deve poi spostare alla nuova stagione che indicativamente inizierà non prima della metà di ottobre. E qui nasce il problema principale. Se dalla Prom...leggi
29/06/2020

Riguarda "NOI DILETTANTI" con Lauro, Tittarelli e Marzetti

Guarda in replica la 4^ puntata di Noi Dilettanti. . Parleremo principalmente delle squadre vincitrici del campionato di Eccellenza e dei due gironi di Promozione che nella prossima stagione affronteranno la categoria superiore. Ospiti: l'allenatore del Castelfidardo Maurizio Lauro, il direttore tecnico della Biagio Nazzaro Daniele Tittar...leggi
26/06/2020

Riguarda "NOI DILETTANTI" con le regine della Prima Categoria

E' andata in archivio la terza puntata di "Noi Dilettanti" con le squadre vincitrici dei gironi di Prima Categoria. Ospiti il direttore generale della Fermignanese (girone A) Gabriele Di Lorenzi, il direttore sportivo dei Portuali Calcio Ancona (girone B) Giacomo Caimmi, il presidente del Castignano (girone D) Roberto Rossetti...leggi
24/06/2020

Riguarda "NOI DILETTANTI" con Nicolini, Bonvecchi e Romanelli

Guarda in replica la prima puntata di Noi Dilettanti. A condurre Giuliano Santucci, ospiti della prima puntata: Aldo Nicolini (addetto stampa Marina, categoria Eccellenza), Luciano Bonvecchi (presidente Chiesanuova, Promozione) e Stefano Romanelli (direttore tecnico Monsa...leggi
17/06/2020

"Retrocessione? Un'ingiustizia. Noi gli unici penalizzati dal Covid"

"La retrocessione l'abbiamo presa con molto rammarico, non tanto per la discesa di categoria in sè, ma per quanto riguarda le modalità di come è avvenuta. Visto quanto accaduto in serie D e dalle voci che circolavano, sapevamo che le probabilità di rimanere in Eccellenza erano attaccate ad un filo, ma scoprire di essere l'unica società a livello regionale a do...leggi
12/06/2020

Cellini: "Eccellenza a 18 con girone unico. Via ai primi di ottobre"

“Non ci sono ancora date precise, ma la nostra volontà è quella di iniziare i campionati con un paio di settimane di ritardo rispetto agli anni passati e comunque non oltre i primi di ottobre”. Il presidente del Comitato Marche della Figc Paolo Cellini (foto) inizia a gettare le basi in vista della prossima stagione agonistica.Non c...leggi
04/07/2020

"Grazie alla tua entrata, mi sono avvicinato al Signore"

"Ti devo ringraziare Stefano. Se non mi avessi fatto quell’entrata non avrei avuto la fortuna di avvicinarmi al Signore". E’ la confidenza fatta da padre Stefano Albanesi (foto sx) a Stefano Marcucci (foto dx), ex difensore di Sirolese e Maceratese. Padre Stefano, frate minore in convento a Santa Maria degli Angeli di Assisi, nelle...leggi
11/06/2020

CONSIGLIO FEDERALE. Primo hurrà: il Matelica vola in Serie C!

Oggi è il giorno del Consiglio Federale nella sede della Figc a Roma: alle ore 12 dunque il via ad una tappa fondamentale per il futuro del calcio italiano ad ogni livello. Si attendono decisioni importanti in merito alla ripartenza dei professionisti (A, B e Lega Pro) mentre nei dilettanti l'attenzione è concentrata sui ver...leggi
08/06/2020

"Solo in Serie D si retrocede per Covid 19": 31 club diffidano la FIGC

Sono 31 alla fine le squadre che protestano e diffidano la federazione per la richiesta di retrocessione in Eccellenza: ecco il comunicato ufficiale. “Si fa seguito alla illegittima, irricevibile ed umiliante proposta dell’ultimo Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti che vorrebbe sancire oltre che la sospensione dei campionati pure la retr...leggi
26/05/2020

Osimana, allenatori dal cuore d'oro: rinunciano ai rimborsi!

OSIMO. La dirigenza dell'Osimana nella giornata di ieri ha incontrato gli esponenti del settore giovanile per fare un punto della situazione, dopo il periodo di quarantena. Presente e futuro, gli argomenti trattati, che verranno ufficializzati nei prossimi giorni. Da sottolineare il gesto generoso degli allenatori che hanno deciso di rinunciare alle ultime 3 mensilità pe...leggi
22/05/2020

"Questo stop servirà ad allontanare certi avventurieri dal calcio"

ANCONA. "Non vedo possibile una ripresa dei campionati dilettantistici, ormai non ci credo più. Il discorso vale anche per la serie D dove, eventualmente, ci sarebbero movimenti, trasferte. Siamo già tornati alla normalità? Non mi sembra e non succederà in un lasso di tempo breve. Nello stesso tempo quando si ripartirà vanno premiate le società che poss...leggi
07/04/2020

"L'Osimana è sopravvissuta alla guerra e supererà anche la pandemia"

OSIMO. Presidente Antonio Campanelli (foto), come ha vissuto questo mese senza calcio?"Surreale perché all’astinenza da calcio, si sono sommate paure, incertezze e disagi inusuali. Il momento è questo, affrontiamolo nel migliore dei modi e teniamoci pronti a ripartire, appena possibile, nella massima sicurezza, facendo tesoro ...leggi
31/03/2020


Vai all'edizione provinciale
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,13017 secondi