Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Ancona


image host

Giacomo Rotoloni e il Borgo Minonna: una storia a lieto fine

Ad aprile l'infortunio che lo tiene lontano dai campi, sabato scorso il gol che regala il primo posto in classifica: "Il Borgo è casa mia"

JESI. Quinto minuto di recupero della partita fra Laurentina e Borgo Minonna (Prima categoria, girone B). Il risultato è fermo sull’1 a 1, la rete dei padroni di casa porta la firma dell'intramontabile Alessandro “Bobo” Cossa, prossimo ai 44 anni. “C’è un calcio d’angolo a nostro favore, sulla bandierina del corner si porta Mastri, il nostro giocatore più qualitativo – racconta Giacomo Rotoloni (foto) - Mi guarda, vedo che puntava me. Sul cross ho tagliato sul primo palo e di testa ho incrociato la palla. E’ è stato un bel gol”.

Gol bello ma soprattutto ricco di significato. Perché consente al Borgo Minonna di salire in testa alla classifica e perché l’autore della rete era reduce da una lunga assenza dai campi.
“Ad aprile scorso giocando ho rotto il legamento crociato del ginocchio – dice Rotoloni – Giocavamo in trasferta contro lo Staffolo, è sempre una battaglia, un campo difficilissimo. Le condizioni del terreno di gioco inoltre non erano perfette, Venivo da una settimana in cui sentivo un leggero dolore al ginocchio, avevo preso una botta nella partita precedente con la Sampaolese, alla quale non avevo dato peso. Dopo aver saltato, quando ho rimesso i piedi a terra ho sentito che il ginocchio non era più stabile. Gli esami strumentali sono stati impietosi”.

Quindi il calvario.
“Mi sono operato a giugno, da li in poi ho fatto tutto il percorso riabilitativo per recuperare, ho dovuto interrompere per vari infortuni muscolari, il lavoro mi portava via tempo. Ho fatto vari spezzoni di partita, contro la Laurentina ho indossato nuovamente la maglia da titolare. E’ stata una bella storia. Non sono ancora al cento per cento, mi ritengo comunque fortunato”.

Giacomo Rotoloni cresce nel settore giovanile del Borgo Minonna, a parte due brevi parentesi con la Belvederese, li rimane.
“Il Borgo è casa mia, la società mi vuole bene, io voglio bene a loro, sto bene li. Ho rifiutato spesso e volentieri altre offerte”.

E il primo posto?
“Ci sono squadre che hanno speso più di noi, hanno altre ambizioni. Noi siamo partiti per fare bene, veniamo dalla finale playoff della passata stagione, però la società non ci ha dato mai pressione. Oramai però siamo in ballo e balliamo”.

Quali sono le squadre candidate alla vittoria finale?
“Il campionato si sta delineando. I Portuali Ancona e la Sampaolese sono molto attrezzate. I Portuali hanno giocatori anche di categoria superiore, hanno un gioco ben delineato. Invece la Sampaolese è più di categoria, sono forti fisicamente, davanti hanno giocatori di qualità. Noi abbiamo preso tre gol a San Paolo di Jesi, con i Portuali siamo riusciti a vincere con una partita quasi perfetta. La nostra forza è il gruppo e l’allenatore che ci segue da cinque anni”.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Andrea Cesca il 14/01/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



Il Castelfidardo tenta la fuga. Capponi: "Primo posto meritato"

CASTELFIDARDO. Raggiunto il primo posto, il Castelfidardo ora tenta la fuga. La neo capolista di Eccellenza potrà anche approfittare del big match Anconitana - Vigor Senigallia: un passo falso dei dorici e i fidardensi vittoriosi ad Urbania, ecco che si potrebbe concretizzare una prima mini fuga."La vittoria con l'Anconitana è stata molto importante...leggi
21/02/2020

LA STORIA. Papà muore dopo l'esordio del figlio in un club 'pro'

Il sogno di suo figlio era anche il suo ed è stato più forte della malattia, alla quale si è arreso solo dopo aver visto il figlio calciatore firmare per una squadra professionistica. E’ la storia di Roberto Paglialunga, operaio metalmeccanico in un'azienda di Castelfidardo morto lunedì scorso all'età di 49 anni, dopo aver condiviso col ...leggi
19/02/2020


Vicenda Martiniello. L'assordante silenzio del Palazzo. VIDEO Mediaset

Calcio marchigiano su tutte le prime pagine di giornali, telegiornali e siti on line, per un episodio non certo edificante: il primo caso nazionale di Daspo comminato ad un arbitro, a seguito dei fatti avvenuti nel dopo partita di Borgo Mogliano – Montottone Grottese, valida per il campionato di Seconda categoria. Tutti ne parlano, ad esempio le maggiori ...leggi
12/02/2020

Frankie, il pappagallo amico di Scarponi, si è dato al calcio

Frankie, il pappagallo che accompagnava regolarmente il compianto Michele Scarponi durante gli allenamenti di ciclismo, si è dato al calcio. Il simpatico pennuto, la cui storia è stata raccontata anche da una tv australiana, la NTD Television, ha superato l’operazione ad un’ala spezzata a causa di un investimento, ed anche sabato scors...leggi
10/02/2020


Francoletti, terzo rigore parato. E l'Olimpia Ostra Vetere sorride

OSTRA VETERE. Contro il Varano è arrivata la quarta vittoria su cinque partite nel girone di ritorno per l’Olimpia Ostra Vetere (Seconda categoria girone C). Buona parte del merito è anche del portiere Francesco Francoletti (foto by Manolin Enciso), che ha neutralizzato il calcio di rigore di Abate. Non è una novità pe...leggi
07/02/2020


"Punto sulla Biagio! Ma qualche euro anche sulla Vigor Castelfidardo"

Una matricola terribile. La Vigor Castelfidardo (Promozione girone A) in serie positiva da dodici giornate, nell’arco di una settimana ha mandato al tappeto prima l’Osimana poi il Gabicce Gradara assestandosi in seconda posizione di classifica. “Eravamo partiti con altro obiettivi, vale a dire la salvezza – afferma il direttore sportivo, ...leggi
04/02/2020


Andrea Capecci, le ex squadre sono avvisate: pericolo tripletta!

E' subito dietro i 'classici' bomber del campionato (Promozione A), i vari Messina, Mongiello, Bracci e Api, ecco che a quota 8 c'è Andrea Capecci (foto, vedi scheda) del Barbara protagonista nell'ultimo turno con una tripletta nella vittoria per 4-1 sul Moie Vall...leggi
20/01/2020

Ecco le cooperative del gol in Prima e Seconda categoria

Superata la metà della stagione, nei campionati di Prima e di Seconda categoria, è già tempo per stilare i primi bilanci e dare un'occhiata alle statistiche. Prendiamo oggi in esame le reti segnate nei vari gironi, mettendo in evidenza anche le squadre che stanno dimostrando di aver maggior dimestichezza con le reti avversarie. ...leggi
16/01/2020

La Coppa Marche 3 di Ancona è dell'Argignano

L'Argignano si aggiudica la Coppa Marche di Terza categoria della provincia di Ancona. Al campo Comunale "Sorrentino" di Collemarino la formazione fabrianese ha la meglio sull'Europa Calcio Costabianca per 1-0 grazie al rigore conquistato e segnato da Ramiz Mahmuti nei primi minuti del primo tempo supplementare (al 90' la sfida si è...leggi
11/01/2020

E' grave il fondatore dei Portuali Ancona: "Mirko, siamo con te"

ANCONA. Un malore improvviso, mentre era fuori a cena con la sua compagna. Ora è ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Cesena, dov’è stato sottoposto a una delicata operazione, Mirko Pisoni, 41 anni, ex presidente dei Portuali Calcio Ancona, il club dorico che milita nel campionato di Prima Categoria.A lui la societ&agra...leggi
08/01/2020

Lieto fine per il caso-Miramontes: "All'Osimana con orgoglio"

E' stato al centro del calciomercato di questo fine 2019: scaricato dalla Civitanovese, costretto a dire no all'Atletico Ascoli, corteggiato e infine tesserato dall'Osimana che in Promozione A punta a disputare un girone di ritorno a mille. Matias Martin Miramontes (foto), classe 1981, vanta trascorsi in serie B e C con Venezia, Ancona, Cremonese, Triestina e Fro...leggi
27/12/2019


Vai all'edizione provinciale
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,16983 secondi