Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Dilettanti e calcio giovanile, c'è il Protocollo sanitario, anzi no!

Il tempo stringe, al momento solo una bozza è stata consegnata alla commissione medica della Figc che, in caso di approvazione, dovrà discuterne con gli organi governativi preposti per il via libera definitivo

L’annuncio arriva in un comunicato ufficiale pubblicato sul proprio sito internet: la Lega Nazionale Dilettanti ha definito un protocollo sanitario per il calcio dilettantistico e per quello giovanile. Il documento è necessario per la fase di preparazione che dovrebbe iniziare a brevissimo (alcune società si sono anche già radunate) e anche per lo svolgimento di tornei e campionati, con il calcio d’inizio fissato per il mese di settembre.
A darne notizia è stato il professor Carlo Tranquilli, responsabile medico della Lega Nazionale Dilettanti, che ieri ha aggiornato il Consiglio direttivo sulle novità della bozza che è stata presentata alla commissione medica della Figc, a cui ora toccherà valutarla. In caso di giudizio positivo inizierà il confronto con gli organi governativi preposti per un eventuale via libera definitivo. Nulla è dato a sapere sul contenuto del documento.

Tutto da capire quali saranno i tempi per un’approvazione che il mondo del calcio chiede in un periodo brevissimo. Da più parti si ripete che l’attività, con i tornei per le squadre giovanili, potrebbe riprendere il prossimo mese, mentre i campionati inizieranno alla fine di settembre e la prima settimana di ottobre. Considerato che prima sarà necessario effettuare una fase di preparazione si capisce come il periodo richiesto per la decisione sia davvero risicato; la risposta è attesa nei prossimi giorni per consentire al milione e mezzo di tesserati, dei quali il 65 per cento nelle categorie giovanili (570mila sono le partite ufficiali disputate in una stagione) di ripartire con un attività ferma da sei mesi.

Print Friendly and PDF


Free Image Hosting at FunkyIMG.com
  Scritto da La Redazione il 07/08/2020
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,09403 secondi