Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI     DIRETTA

Edizione provinciale di Ancona


Ma a livello nazionale chi gestisce il calcio dilettantistico?

I dirigenti nazionali avrebbero dovuto provare a salvare almeno il torneo di Eccellenza ed il lavoro delle Scuole Calcio. Ora rischiamo di perdere una intera generazione di calciatori

Ed allora tutti a casa, se fossimo ancora in estate potremmo dire tutti al mare, parafrasando un celebre motivetto di qualche anno fa. La circolare diffusa ieri dal Gabinetto del Ministro dell'Interno, in chiaro contrasto con quanto era stato detto l'altro giorno dal Dipartimento dello Sport, toglie ogni dubbio sul possibile svolgimento degli allenamenti, anche individuali, per le squadre non impegnate nelle competizioni.

Queste le parti del della circolare che non lasciano spazio ai dubbi: ...vengono sospese non solo le gare e le competizioni ludico-amatoriali, confermando quanto già disponeva il precedente d.P.C.M., ma altresì tutte le altre attività connesse, praticate a livello dilettantistico di base, le scuole e l'attività formativa di avviamento; sicché sono ricomprese nella generale sospensione anche le attività di allenamento svolte in forma individuale.
Manca ancora l’interpretazione della FIGC per fare tombola, ma proprio non si vedono margini di manovra. Ed in effetti in queste ultime ore stanno piovendo, anche nella nostra Redazione, le comunicazioni delle varie società che sospendono ogni tipo di attività, restando in attesa di ulteriori informazioni.

Tenendo conto che per un mese le squadre non potranno allenarsi, è difficile prevedere la ripresa delle gare in tempi brevi, anche per l’approssimarsi delle festività Natalizie. A questo punto, anche volendo essere ottimisti, è quasi impossibile che si possa tornare in campo prima della metà di gennaio. Con il nuovo format che prevede gironi da 12/13 squadre, Promozione, Prima e Seconda categoria, se il Covid allenta la presa, potrebbero farcela a disputare una stagione regolare. I problemi più grossi li avrà l’Eccellenza che, a parte alcuni recuperi, deve disputare ancora 29 giornate senza contare la Coppa ed eventuali play off e play out. Se anche nel massimo torneo regionale si tornasse in campo a gennaio sarebbe necessario giocare ogni 3 giorni come tra i professionisti. Sicuri che non si potesse fare qualcosa di diverso? Qualcuno potrà obiettare che davanti alle tragedie di una pandemia, quello del calcio è un problema minore. Verissimo! Le priorità sono altre, ma anche movimento dilettantistico ha diritto di far sentire la sua voce. Visto che il campionato di Eccellenza era già avviato in tutte le regioni ed è strettamente legato alla Serie D che ieri ha espresso a larga maggioranza l’intenzione di andare avanti, non era il caso di valutare un eventuale aggancio dell’Eccellenza ai tornei di interesse nazionale?

A questo discorso si lega tutto il lavoro delle Scuole Calcio costrette a perdere, forse per sempre, una generazione di giovani calciatori, sui quali avevano lavorato ed investito, i quali dopo oltre un anno di forzata inattività (in particolare i 14/15enni) molto probabilmente non torneranno più a giocare al calcio. Un danno enorme e difficilmente quantificabile, sul quale ora è partito lo scaricabarile, ma delle considerazioni vanno fatte.
Può darsi che il Governo abbia agito senza sentire nessuno? Che gli organi competenti non siano stati informati? E qui non parlo del Comitato Regionale, che effettivamente in questa occasione non poteva avere voce in capitolo, ma degli esponenti nazionali, in primis il presidente Cosimo Sibilia che ora si dice in disaccordo con i provvedimenti, ma non ci fa sapere come si è mosso nei giorni scorsi per cercare di evitare almeno la chiusura del campionato di Eccellenza e la salvezza delle Scuole Calcio. Forse sarebbe stata una inutile presa di posizione nel caso nei prossimi giorni, come in Francia o altre Nazioni, saremo costretti a subire un lockdown generale, ma almeno chi rappresenta il mondo del calcio dilettantistico avrebbe dato prova di avere a cuore le sorti di un movimento, del quale ci si ricorda solo quando si devono pagare le iscrizioni, ma evidenziamo anche, quando si vota per il rinnovo delle cariche.

Print Friendly and PDF


Free Image Hosting at FunkyIMG.com
  Scritto da La Redazione il 28/10/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



Il 5 Marzo decisione definitiva sul campionato di Eccellenza

Nella giornata di oggi durante la trasmissione "Campioni del Mondo" in onda su Radio2, il presidente della FIGC Gabriele Gravina (foto) ha rilasciato delle importanti dichiarazioni in merito alla ripresa dei campionati di Eccellenza. Queste le sue parole: "La situazione dei dilettanti mi preoccupa tantissimo e non a caso nel prossimo Consiglio Federale ...leggi
27/02/2021

"Se l'Eccellenza non riparte dove vado a marzo?"

ANCONA. Sono giorni di attesa per i giocatori dell'Anconitana che ormai da mesi sognano di ritornare in campo. Prendete Vito Falconieri, per esempio, uno che in carriera di soddisfazioni se ne è tolte tante: trascorre la giornata in compagnia della sua famiglia, dei suoi affetti, ma è dura stare fermi in disparte per chi ha sempre avuto il pallone...leggi
26/02/2021


IL CASO. "Qui comandiamo noi". No alla partita live del Montegiorgio!

Ha alzato la voce il Montegiorgio per quanto accaduto nella giornata di ieri a Castelfidardo. I fatti riguardano il divieto di effettuare la diretta streaming della gara sulla pagina Facebook ufficiale del Montegiorgio. Andiamo con ordine. Il Montegiorgio, come fatto anche per diverse altre trasferte, ha comunicato il giorno prima della gara che avrebbe effettuato l...leggi
22/02/2021

Promozione e Prima categoria: non sembra esserci la volontà di partire

Si è svolta questo pomeriggio, mediante collegamento sulla piattaforma Cisco Webex, la riunione programmata tra i rappresentanti del Comitato Regionale e le società di Promozione e Prima categoria. Da quanto è emerso dalla discussione sembrerebbero ridotte al lumicino le possibilità di riprendere l’attività agonistica in...leggi
11/02/2021

Attesi i pareri di CONI e FIGC prima di dare il via all'Eccellenza

Dalla riunione svolta ieri (mercoledì 10 febbraio) in videoconferenza tra la Figc Marche, rappresentata dal numero uno Ivo Panichi (foto), e i club dell’Eccellenza regionale è emersa sostanzialmente la voglia da parte di tutti di farsi trovare pronti. Nell’ottica della ripartenza su cui la Lega Naziona...leggi
11/02/2021

Riunione Comitato - Società di Eccellenza: ripartenza più vicina

Filtra ottimismo su una eventuale ripartenza del campionato di Eccellenza. Dalla riunione in corso tra il presidente del Comitato Marche Ivo Panichi e le società del massimo torneo regionale, trapela la volontà di proseguire la stagione. Secondo quanto esposto da Panichi, il campionato di Eccellenza acquisterebbe valenza nazion...leggi
11/02/2021


Che succederà in Eccellenza? Sono 3 gli scenari possibili

Il Consiglio direttivo della Lega Nazionale Dilettanti in programma venerdì potrebbe decidere le sorti stagionali dell’Eccellenza (e di riflesso anche del resto delle categorie regionali). Dal summit che il presidente Cosimo Sibilia terrà con i rappresentanti dei Comitati Regionali, potrebbero emergere sostanzialmente tre sc...leggi
02/02/2021

MERCATO - Un baby dorico in A: Pietro Giordani alla Fiorentina!

"Pietro è forte, tanto in campo quanto fuori: sfonderà". Lo dicevano tutti, alla Giovane Ancona. Apprezzatissimo dai tecnici per la sua tecnica e il carisma, pupillo dei magazzinieri per la sua educazione e gentilezza, con quel sorriso sempre pronto a sbocciare. Pietro Giordani ha mantenuto le promesse: nell’ultimo giorno di mercato, l...leggi
01/02/2021


Ivo Panichi sbanca al primo turno: eletto presidente della FIGC Marche

Ivo Panichi (foto) vince al primo turno ed è il nuovo Presidente del Comitato FIGC delle Marche. Il dirigente ascolano ha raccolto 204 voti. Molto distanziati gli sfidanti: Angelo Camilletti si ferma a 113, il presidente uscente Paolo Cellini a 76. Una riflessione: la 'novità' rappresentata da Camilletti non...leggi
09/01/2021

ELEZIONI FIGC. Confermata la corsa a tre. Tutti i candidati

Ufficializzate le candidature per le elezioni federali di sabato prossimo. Confermata la corsa a tre tra Cellini, Panichi e Camiletti. Riportiamo integralmente il Comunicato del Tribunale Federale Territoriale. TRIBUNALE FEDERALE TERRITORIALEpresso il Comitato Regionale Marcheriunito in speciale Collegio di Garanzia Elettorale...leggi
06/01/2021

Panichi: "Al fianco delle società condividendo le loro esigenze"

Mancano due settimane alla data fissata dalla Federazione per lo svolgimento delle Elezioni per il rinnovo delle cariche nel Comitato Regionale Marchigiano. Sarà una corsa a tre, che in questi giorni sta vivendo i suoi momenti cruciali, e vede al centro dell’interesse le varie società disseminate sul territorio regionale. Abbiamo voluto sentire il punto di v...leggi
24/12/2020

Elezioni FIGC Marche. Ivo Panichi: la squadra, le idee, il programma

Arriva l’ufficialità della candidatura di Ivo Panichi (foto) alla carica di Presidente del Comitato Regionale Marche LND. In una lettera che di seguito pubblichiamo integralmente, il vice presidente uscente della Federazione ha esposto il suo pensiero, le sue idee, il suo programma ed i nomi delle persone che lo accompagneranno in questa s...leggi
17/12/2020


Vai all'edizione provinciale
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,08711 secondi