Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI     DIRETTA

Edizione provinciale di Macerata


SERIE C. Finisce il sogno del Matelica: passa il Renate

Renate - Matelica 1-1
RENATE (3-5-2): 1 Gemello; 28 Silva, 21 Damonte, 24 Possenti; 8 Guglielmotti, 8 Kabashi, 4 Ranieri (24’ st 17 Vicente), 20 Rada, 7 Anghileri; 14 Galuppini (39’ st 19 Lakti), 9 Nocciolini (24’ st 5 Maistrello). A disposizione: 22 Bagheria, 10 Giovinco, 11 Langella, 13 Santovito, 16 Magli, 23 Burgio, Allenatore: Aimo Diana.
MATELICA (4-3-3): 22 Martorel; 14 Tofanari, 4 De Santis, 24 Seminara, 3 Di Renzo; 8 Pizzutelli, 30 Mbaye (14’ pt 29 Alberti), 11 Balestrero; 7 Volpicelli, 17 Moretti, 10 Leonetti (42’ st 6 Barbarossa). A disposizione: 12 Minerva, 31 Mosca, 32 Sansaro, 13 Santamarianova, 26 Ruani. Allenatore (in deroga) Alberto Virgili.
ARBITRO: Sig. Paolo Bitonti della sezione di Bologna.
ASSISTENTI: Sig. ri Luca Dicosta della sezione di Novara e Luca Testi della sezione di Livorno.
QUARTO UOMO: Sig. Marco Acanfora della sezione di Castellammare di Stabia.
RETI: 34’ pt Kabashi, 13’ st Volpicelli.
NOTE: gara a porte chiuse; prima del fischio d’inizio osservato un minuto di raccoglimento in memoria di Burgnich; ospiti in divisa biancorossa, pantaloncini e calzettoni rossi e portiere bianco; locali in divisa nerazzurra, pantaloncini neri e calzettoni neri e portiere verde; corner 9-3; ammoniti Balestrero, Alberti, Maistrello, Possenti, Guglielmotti e De Santis; recupero 2’ pt, 3’ st.

MEDA - Immenso Matelica: nella gara di ritorno del primo turno dei playoff nazionali contro il Renate la squadra biancorossa scrive un’altra pagina epica nel libro della stagione 20/21 che resterà per sempre nella storia.
L’emergenza Covid rende ancora più battagliero lo spirito dei ragazzi di Virgili che tirano fuori ancora una volta quella determinazione che nel corso dell’anno ha permesso loro più volte di fare l’impresa e che anche al Città di Meda li rende protagonisti di un altro meraviglioso capitolo.
Ridotti ai minimi termini e senza molte frecce al proprio arco, i biancorossi erano chiamati a superarsi dopo aver sfiorato l’impresa già domenica nel match di andata, quando si erano registrate le prime positività e conseguenti defezioni. A Macerata, tre giorni fa, a pochi minuti dal termine all’inzuccata vincente di Mbaye aveva risposto la punizione di Silva. Un risultato che costringeva i biancorossi alla vittoria come unica condizione per passare il turno ed accedere alla fase successiva.
Contro la formazione lombarda un Matelica da libro “Cuore”, replica il risultato dell'andata, ma la rete di Volpicelli che rimette in equilibrio il match dopo il vantaggio di Kabashi non basta: passano il turno i padroni di casa in virtù del terzo posto nella classifica finale.
Scelte ancora più obbligate per i marchigiani che ritrovano Leonetti nel tridente avanzato titolare con Moretti e Volpicelli. Out Bordo per squalifica, le tre casacche in mediana sono rispettivamente appannaggio di Pizzutelli, Mbaye e Balestrero. Martorel tra i pali e Maginot composta da Seminara al rientro dal primo minuto dopo l’infortunio e De Santis al centro, con Tofanari e Di Renzo sulle corsie esterne.
Renate di certo più in palla rispetto a qualche giorno fa quando veniva da 20 giorni di stop, con mister Diana che confermava gli undici di Macerata, con l’unica eccezione in avanti dove Nocciolini prendeva il posto di Maistrello. Matelica più frizzante in avvio di gara con Leonetti sugli scudi che per tutti i primi 45’ con i suoi guizzi teneva in apprensione tutta la retroguardia locale. Già incerottati, probabilmente complici caldo e fatica, al quarto d’ora i biancorossi perdevano anche Mbaye per un infortunio muscolare. Al suo posto scendeva in campo Alberti. Il Renate cresceva dopo i primi 20’, affacciandosi più volte pericolosamente da parte di Martorel fino alla rasoiata vincente di Kabashi al 34’ pt. I ragazzi di Virgili non demordevano e prima dell’intervallo sfioravano il pari ancora con un ispirato numero dieci. Nella ripresa gli ospiti gettavano il cuore oltre l’ostacolo ed una magia di Volpicelli al 13’ st riequilibrava l’incontro. Il neo entrato Maistrello sprecava un match ball incredibile alzando sopra la traversa un’occasione incredibile, ma i biancorossi erano vivi e continuavano a portare con le ultime energie disponili pericoli dalle parti di Gemello. Comunque un capolavoro per un Matelica ferito, più forte di tutto, capace di combattere e vincere la propria battaglia anche contro il nemico invisibile del Covid, che negli ultimi gironi li ha pesantemente condizionati sia a livello fisico che psicologico, ma che li ha resi ancora più uniti e forti di prima, fornendo loro ulteriori motivazioni. Una prestazione in ogni caso da applausi, chiusa tra le lacrime, ma dedicata ai tanti assenti che in questi mesi hanno contribuito a scrivere la favola Matelica e a portarla tra le migliori squadre della serie C nazionale e che oggi avranno fatto il loro tifo da casa.

Print Friendly and PDF


Free Image Hosting at FunkyIMG.com
  Scritto da La Redazione il 26/05/2021
 

Altri articoli dalla provincia...




L'INTERVISTA. Conti: "Ds da 13 anni, mai lavorato nella mia provincia"

Alle sue spalle Montegranaro (4 anni), Fermana (9 anni)... ora il Crotone. Il direttore sportivo maceratese Fabio Massimo Conti si racconta a Il Resto delo Carlino. "Perchè Crotone? È stata una proposta entusiasmante perché si tratta di un club che negli ultimi anni ha frequentato la serie A e la B. Ecco, è per me un motivo di orgoglio ...leggi
18/09/2022

Dai dilettanti alla Nazionale: ascesa inarrestabile di Walid Cheddira

Era quasi certo, ma adesso è ufficiale: Walid Cheddira giocherà con la Nazionale maggiore del Marocco. L'attaccante classe '98 è stato convocato dal ct Hoaldi Regragui per i prossimi impegni del 23 e 27 settembre contro Cile e Paraguay. Per Cheddira convocazione più che meritata dopo lo straripante inizio con la maglia del...leggi
12/09/2022

UFFICIALE. Usciti i calendari di Seconda Categoria

Le Delegazioni Provinciali dela FIGC Marche hanno pubblicato i calendari dei campionati di Seconda Categoria, che partiranno nel fine settimana del 24 e 25 settembre. Ogni delegazione ha dei gironi di propria competenza. La delegazione di Pesaro-Urbino gestirà i gironi A e B, C e D vanno ad Ancona, E ed F a Macerata, G a Fermo ed H ad Ascoli Piceno. Di seguito le prime g...leggi
12/09/2022

LA TRAGEDIA. Gironella muore durante una partita di calcio in Perù

Michele Gironella, 26 anni di Villa Potenza di Macerata, è morto mentre si trovava in vacanza in Perù. Avrebbe dovuto iniziare tra pochi giorni la preparazione con l'Helvia Recina, società appena ripartita in Terza categoria. La tragica notizia è arrivata in queste ore in Italia. Informata anche l'ambasciata che sta seguendo la situa...leggi
19/08/2022

ARBITRI. Juan Luca Sacchi approda in Europa!

MACERATA. Continua a scalare le gerarchie Juan Luca Sacchi. L’arbitro di Appignano questa sera debutterà ufficialmente in una competizione europea. Per Sacchi, che si sta imponendo tra i migliori direttori del nostro campionato, è infatti arrivata la designazione come quarto uomo nella sfida dei preliminari di...leggi
18/08/2022

La prima volta in Eccellenza dell'ex pro Gianluca Bugaro

MACERATA. L’attaccante esterno anconetano Gianluca Bugaro (nella foto con il direttore Enzo Vissani), classe 1993, è uno degli ultimi volti nuovi della Maceratese, lo scorso anno era in Serie C con la Fermana: "È molto buona l’impressione sulla Maceratese - ha detto al Resto del Carlino - la società &egrav...leggi
17/08/2022

PRIMA CATEGORIA. Ufficiali i quattro gironi

Il Comitato Regionale Marche ha diramato i quattro gironi regionali della Prima Categoria 2022-23. La ripescata Esanatoglia prenderà parte al girone C. PRIMA CATEGORIA - girone A 1. ATHLETICO TAVULLIA 2. AUDAX PIOBBICO 3. AVIS MONTECALVO 4. F...leggi
11/08/2022

Pollenza: ecco perchè smettiamo. Scelta dolorosa ma inevitabile

POLLENZA. Riceviamo e pubblichiamo una lettera dell'Asd Pollenza in merito alla cessazione dell'attività e la fusione con il Sarnano. Di seguito il testo del comunicato: L'Asd Pollenza, dopo due anni, seppur vittoriosi, ha deciso di chiudere (fusione) l'attività calcistica. La difficile scelta, presa con immenso rammarico,...leggi
02/08/2022


UFFICIALE. Arrivato l'ok dalla FIGC: Sarnano in Prima categoria!

SARNANO. E’ arrivata finalmente l’ufficialità per una notizia che circolava ormai da diversi giorni. Il Sarnano disputerà il prossimo campionato di Prima categoria. Nella giornata di ieri con una lettera ufficiale da Roma, la FIGC ha dato l’ok definitivo alla fusione con l'ASD Pollenza, che aveva già deciso di non par...leggi
28/07/2022

UFFICIALE. Una nuova realtà in Seconda categoria: il Real Telusiano

MONTE SAN GIUSTO. Nella città di Monte San Giusto nasce una nuova realtà sportiva: il Real Telusiano. Una società che vede la luce grazie all'unione delle forze di Real Molino e Telusiano. Due squadre con alle spalle un'esperienza ventennale per la prima, e addirittura quarantennale per la seconda. Alla presidenza Eugenio Cardinali, affianc...leggi
09/07/2022

Con la testa e con il cuore. Amaolo e Cska Amatori insieme per la vita

CORRIDONIA. Nel calcio, in quello dilettantistico in particolare, talvolta si intrecciano delle storie difficili da trovare in altri contesti, storie di vita vissuta che vale la pena di raccontare. Legami forti, autentici, che si rafforzano con il passare del tempo, dando un senso ben definito alle storie dei protagonisti. Sacha Amaolo è un ragazzo che, in simbiosi con l...leggi
07/07/2022

BONVECCHI: "Dopo il sogno la dura realtà. Serve grande organizzazione"

CHIESANUOVA. Passano i giorni dopo l’approdo nel Campionato di Eccellenza e pian piano, in paese e all’interno della dirigenza del Chiesanuova, si inizia a prendere coscienza di ciò che è avvenuto. Un evento sportivo di portata enorme, per una piccola frazione di circa 800 abitanti, che si troverà a competere nel massimo torneo ...leggi
01/07/2022



Vai all'edizione provinciale
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,15745 secondi