Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Ancona


E Mezzanotte va...L'addio al calcio di una leggenda della Passatempese

Dopo 25 anni con la stessa maglia, la colonna dei giallo-blu ha detto stop. L'età avanza, gli acciacchi aumentano, ma la passione è sempre la stessa. Una vita spesa sul campo senza mai tirarsi indietro, con 5 operazioni alle ginocchia e tanto sudore, per esultare insieme ad un intero paese che lo acclama

Nella foto principale, scattata 25 anni fa: un giovanissimo Gianluca Mezzanotte, già con la fascia di capitano al braccio.

PASSATEMPO di OSIMO. Con la salvezza guadagnata sul campo dalla sua Passatempese, si è chiusa sabato scorso la carriera di Gianluca Mezzanotte, da oltre 25 anni un punto di riferimento della squadra. Un ragazzo che ha dato tutto per colori giallo-blu, iniziando da bambino e chiudendo da adulto, lasciandosi alle spalle tanti momenti che ne lui, ne i tifosi, dimenticheranno facilmente.

“Ho vestito per la prima volta questa maglia all’età di 9 anni, per me che sono del posto è come una seconda pelle. A parte la stagione 2011/12, quando sono andato all’Elpidiense Cascinare in Eccellenza, per misurarmi nel massimo campionato regionale, ho sempre giocato per la squadra del mio paese. Il mio cuore è stato sempre qui e sono contento di essere arrivato a questo punto senza rimpianti, ma felice delle scelte fatte”.

Ci sono certamente dei momenti vissuti con la maglia della Passatempese che non scorderai mai.
“Ce ne sarebbero tantissimi, dovendo scegliere dico la vittoria nel playoff di Prima categoria del 2006. Venivo in pratica da due anni di inattività e 3 interventi per problemi al crociato del ginocchio. Un 3-1 dopo i tempi supplementari contro l’Offagna al Diana di Osimo, da brividi”.

La tua lunga carriera ti ha comunque regalato tanti momenti degni di nota.
“Ricordo ancora lo 0-0 al Rocchegiani di Falconara contro la Pergolese, nel playoff per salire in Eccellenza. Il pari qualificò i nostri avversari, ma per la Passatempese quello rimane il punto più alto dei suoi 50 anni di storia. Come dimenticare la cavalcata del campionato 2018/19, quando stravincemmo il campionato di Prima categoria. Entrambi questi eventi vissuti con la fascia di capitano al braccio, un’emozione ancora maggiore”.

Nella Passatempese sei ormai un’istituzione, cos’ha in più questa squadra rispetto alle altre?
“Non è una squadra, ma una famiglia è l’espressione di un’intera comunità che si riconosce totalmente nella sua squadra di calcio. Un paese intero che tifa per una squadra che è sempre al centro dei pensieri di tutti. Una sensazione magnifica.”

Più di 25 anni di carriera, ti sono costati tanto sacrificio?
“Nessun sacrificio, ciò che ho fatto è stato un piacere, una passione che ho sempre avuto dentro e che mi ha continuamente spinto avanti. Ho dovuto rinunciare a tante feste, a tante uscite con gli amici, ma non mi è mai pesato, l’ho sempre fatto con piacere. Devo ringraziare anche mia moglie Elisa, che mi ha conosciuto che già giocavo e ha sempre rispettato la mia passione. Anche lei ha dovuto rinunciare a tante uscite, specie il sabato sera, ma non me lo ha fatto mai pesare e di questo devo solo ringraziarla”.

La tifoseria ti ha salutato in maniera incredibile.
“Mi hanno organizzato una festa che neanche potevo immaginare, mi hanno commosso e stupito allo stesso tempo. I tifosi evidentemente hanno apprezzato la serietà, la professionalità, la passione che ho sempre messo in campo. Ho dato sempre il massimo, anche se non sono mancati i problemi a livello fisico. Ben 5 interventi alle ginocchia, di quelli che lasciano il segno. Nell’ultimo periodo per scendere in campo dovevo ricorrere alle infiltrazioni per combattere il dolore, ma c’era un traguardo da raggiungere e non mi sarei tirato indietro per nessun motivo. Volevo chiudere in bellezza, raggiungendo quella salvezza che era il nostro obiettivo e grazie ai miei compagni e al mister ci sono riuscito. Poi è partita la festa”.

Cosa riserva il futuro a Gianluca Mezzanotte?
“Come dicevo prima, questa società la sento anche mia, mi hanno prospettato l’opportunità di restare all’interno e vedremo. Nei prossimi giorni ci incontreremo anche per capire il ruolo che dovrò eventualmente svolgere. Intanto vorrei fare il corso allenatori, mi piacerebbe lavorare con i ragazzi delle squadre giovanili: Giovanissi, Allievi, Juniores, fare esperienza e provare tra qualche anno anche a gestire una prima squadra. Sono un malato di calcio e difficilmente mi staccherò da questo ambiente”.

La finale play-off di Prima Categoria 2006 che portò al salto in Promozione

image host

 

Nelle foto sotto: Mezzanotte in azione ed alcuni momenti della festa

image host

mezzanotte3

mezzanotte4

mezzanotte6

mezzanotte7

Print Friendly and PDF


Free Image Hosting at FunkyIMG.com
  Scritto da La Redazione il 07/06/2022
 

Altri articoli dalla provincia...





SPAREGGIO. Superato il Torrione: a salire in 1^ è la Falco Acqualagna

Falco Acqualagna – Torrione 1-0 FALCO ACQUALAGNA: Gori, Foresto (87’ Grilli), Marini G. (67’ Rebiscini), Marini F. (84’ Lupini), Angradi Fab., Angradi Fil., Cazzola, Bartoli, Carloni (71’ Marini M.), Marcucci, Ferraraccio (93’ Arradi). All. Bettelli TORRIONE: Pierantozzi Davis, Capriotti, Ottaviani, Merlini, Gabrielli, Carboni (84...leggi
25/06/2022


L'Ancona apre la sede all'interno della FIGC Marche?

L'Ancona nella sede FIGC di Via Schiavoni? La società dorica, come scrive Il Resto del Carlino, non solo starebbe pensando ad alcuni locali del Comitato regionale Marche per allestirci una sede temporanea, in attesa di investimenti ben più importanti, ma sarebbe perfino «entrata» all’interno degli uffici (naturalmente con l’autoriz...leggi
25/06/2022

Armellini: una famiglia...Eccellente!

Abbracciati, sorriso stampato sul volto, maglietta celebrativa.Non capita tutti i giorni di festeggiare una promozione in Eccellenza, ma a casa Armellini quest’anno hanno voluto proprio esagerare, festeggiandone addirittura due.Eh si, perché papà Andrea, un passato da giocatore professionista, quest’anno si è laureato campione del gi...leggi
24/06/2022

PROMOZIONE A. Portuali Ancona allo spareggio: 1-0 alla Vigor C.Fidardo

Portuali Ancona - Vigor Castelfidardo 1-0PORTUALI ANCONA: Tavoni, Rinaldi, Santoni E., Sassaroli, Savini, Gasparini, Marzioni (37st Lanari), Moretti (31'st Ribichini), Gioacchini (46'st Bianchi), Mascambruni (1'st Remedi), De Marco (37'st Polidori) All. CeccarelliVIGOR CASTELFIDARDO: Lombardi, Bandanera, Perna (25st Stacchiotti), Mosca, Marconi, Santoni M., Ciucciom...leggi
19/06/2022

La Coppa Italia Promozione è della Vigor Castelfidardo!

Potenza Picena- Vigor Castelfidardo 1-2POTENZA PICENA: Natali; Fini (dal 92' L. Baldoncini), Telloni, Pepi, Greco, Dutto, Foglia, Vecchione (dal 55' Nardacchione), Abbrunzo, Mancini, Perrella. All.: G. Santoni.VIGOR CASTELFIDARDO: Lombardi; Bandanera, Perna (dall'80' Stacchiotti), Lu. Polzonetti, Marconi, Santoni (dal 46' Terré), Gambacorta, Carini, Rombini (...leggi
25/05/2022

Senigallia Calcio: la Coppa Marche di Seconda Categoria è tua!

Bastano i 90 minuti regolamentari al Senigallia Calcio per trionfare nella finale contro l'Agraria Club ed aggiudicarsi così la Coppa Marche di Seconda Categoria 2021-22. I ragazzi di mister Gianluca Giuliani, sul campo neutro del Paolinelli di Ancona, hanno battuto la formazione sambenedettese per 2-0. Il gol che ha sbloccato l'incontro...leggi
25/05/2022

Mobili, la quinta con l'Osimana: "Tanti i meriti. E sul mio futuro..."

L'Osimana è tornata in Eccellenza dopo 12 anni di purgatorio e Roberto Mobili (foto) è il principale artefice del trionfo giallorosso. "È il mio quinto successo, ma è particolare perché venivamo da due anni di pandemia e tante difficoltà - le sue parole al Corriere Adriatico -. Un successo frutto di un...leggi
24/05/2022

L'attesa è terminata: l'Osimana è in Eccellenza!

Clicca qui: classifica Promozione girone A Sembrava un campionato interminabile per l'Osimana, ma adesso può finalmente aprire gli spumanti per il ritorno in Eccellenza, che in città e per la tifoseria mancava da troppo tempo. Il verdetto, con...leggi
21/05/2022

REAL CAMERANESE. Rossetti racconta la trionfale cavalcata rossonera

CAMERANO. Con due giornate di anticipo, la Real Cameranense ha potuto festeggiare la vittoria del campionato di Seconda Categoria, girone C. Un trionfo figlio di una stagione pazzesca, dove la Real ha collezionato una sola sconfitta, 5 pareggi e 22 vittorie, il tutto contornato da 75 gol realizzati e solo 17 subiti, che ne fanno ...leggi
19/05/2022

Real Cameranese, la matematica dice Prima Categoria

La gara contro l'Avis Arcevia vinta per 2-0 ha decretato il ritorno della Real Cameranese in Prima Categoria dopo sette anni. La squadra di mister Giorgio Pantalone (foto) si aggiudica il primo posto del campionato di Seconda Categoria C con due giornate di anticipo, dopo un testa a testa molto combattuto nel mezzo della stag...leggi
14/05/2022

Il Valle del Giano torna in Seconda Categoria!

SERRADICA. Al secondo match point il Valle del Giano non sbaglia e grazie al pareggio strappato in casa dell’Ostra, e dopo sette anni può finalmente festeggiare il ritorno in Seconda categoria. Una stagione da incorniciare per i rossoverdi, fatta di 17 vittorie, 6 pareggi e due sole sconfitte, il tutto condito da 43 reti realizzate e solo 19 subite...leggi
07/05/2022

CASTELFIDARDO. Che sta succedendo in casa biancoverde?

CASTELFIDARDO. A poche gare dal termine e con una situazione di classifica, che richiede massima concentrazione per tentare una scalata in classifica che saprebbe d’impresa, in casa Castelfidardo sembra esserci un gran caos. La società nelle ultime ore ha esone...leggi
27/04/2022


Vai all'edizione provinciale
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,12418 secondi