Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Ancona


FC OSIMO. La società replica all’Osimana e chiude la polemica

OSIMO. Riceviamo e pubblichiamo integralmente la replica del FC Osimo che chiude la polemica con l'Osimana.

Da dove iniziamo? Leggendo l'ultimo comunicato dell'Osimana sembra che siamo noi i cattivi e loro i paladini della verità. No, non è così e accostarci al disinteresse di un lutto di un loro ragazzino ci lascia esterrefatti e increduli. Noi siamo dispiaciuti per la morte di una ragazzo di 13 anni e siamo solidali con l'Osimana, ma soprattutto con la famiglia del ragazzo che ci ha lasciato troppo presto. L'Osimana non può accusarci di insensibilità e di aver comunicato il nostro articolo nel giorno del suo funerale. E' da vigliacchi accostarci a questo lutto. Noi non sapevamo e eravamo dispiaciuti per la famiglia, per la loro perdita e aggrapparsi a questa scusa è qualcosa di vergognoso e intollerabile.

L'Osimana e il suo presidente dovrebbero vergognarsi di aver scritto certe cose. Noi dell'FC Osimo facciamo del rispetto per tutti il nostro primo obiettivo, poi possiamo perdere in campo come vincere ma sempre nel rispetto di tutti, classe arbitrale e avversari. Dovrebbe pur dire qualcosa che, in fatto di multe di aggressioni agli avversari, non siamo mai stati penalizzati dagli organi federali. Può dire la stessa cosa l'Osimana? Vista l'ultima annata, con aggressioni e violenze, sanzionate dal Giudice Sportivo nell'ultima partita di Coppa. Direi di no. Il signor Campanelli si deve sciacquare la bocca prima di parlare male dell'FC Osimo che ha sempre onorato gli impegni presi con la stessa Osimana e con altri club. Il rispetto non è priorità di tutti, ma solo di pochi e l'Osimana e il suo presidente dovrebbero leggere sul vocabolario cosa significa la parola rispetto.

Andiamo oltre. Ci accusa di non voler pagare l'utilizzo del Santilli, ma si dimentica di dire che abbiamo versato 2.500 euro per un loro tesserato, allenatore delle giovanili, che loro hanno deciso di far pagare a noi che non c'entriamo nulla con questa storia. Ma per avere buoni rapporti abbiamo accettato e stiamo pagando questo ragazzo loro tesserato. Ma quando mai è successa una cosa del genere nel mondo del calcio che io debba pagare un tuo assistito e tesserato? Solo con l'Osimana succedono queste cose. E perchè Campanelli non spiega come mai le altre società osimane come San Biagio, Osimo Stazione, Passatempese ed ora noi dell'Fc Osimo, abbiano con loro rapporti al limite della decenza e del rispetto. No caro presidente, lei dice che è nel calcio da dieci anni, chi le scrive è nel calcio da 45 anni e mai si è trovato in questa situazione, nella quale un presidente gestore dei campi, decide unilateralmente e abusivamente di togliere ad una squadra la possibilità di giocare una finale playoff nel proprio stadio o al limite usufruire del Diana, mausoleo solo per l'Osimana.

Non caro presidente il calcio non è come lei lo interpreta, ci sono valori da rispettare, accordi presi in precedenza e che devono essere mantenuti e non si chiude un impianto con una forzatura e un ultimatum: due giorni per mettersi in regola. Ma in che mondo vive? Poi dice che l'Osimana ha aiutato l'FC Osimo. Verissimo e se lei non lo sa è stato il suo predecessore Falcetelli a volere una società satellite, ma senza entrare nel suo budget nelle sue entrate e lei ci accusa di non aver mantenuto gli impegni. Abbiamo ridato all'Osimana quello che ci aveva prestato e siamo a posto con la nostra coscienza. Lei sostiene che siamo stati noi a far naufragare un progetto di collaborazione e anche questo non risponde al vero. La gente deve sapere. La proposta è naufragata per la richiesta capestro che lei ha fatto, dicendoci di portare alla sua società i nostri sponsor. Ma in che mondo vive? Lei vuole togliere dignità, rispetto e valori ad altre società e si guardi intorno e si chieda perché le altre società di Osimo non collaborano con voi.

Qualche problema deve esserci. Perché non ci dice quanto versa il Comune di Osimo nelle vostre casse e quanto alle altre società osimane? A noi e agli altri le briciole a voi tutto quello che vi serve. Noi non siamo e non saremo mai vassalli di nessuno e soprattutto dell'Osimana. Noi abbiamo il rispetto e la trasparenza verso tutte le società, verso gli arbitri e verso gli avversari. Lei potrebbe dire altrettanto visto l'annata che ha passato? Risse con la Maceratese e altre squadre e alla fine la prestazione di Coppa nella quale avete beccato una multa stratosferica e il campo squalificato. Lei quando parla dell'FC Osimo si deve sciacquare la bocca, perché non ha a che fare con gente che subisce passivamente la sua arroganza e la sua prepotenza, ma che merita rispetto. Perché non dice che l'FC Osimo le ha girato, al contrario di quello che ha scritto, una somma importante per tirare avanti la sua gestione. Dalla sua bocca solo accuse fantasiose e aberranti, come attaccarsi ad un lutto che ha colpito tutta la città di Osimo.

Noi vogliamo il bene e rispettiamo i successi dell'Osimana, ma non tolleriamo il suo modo di comportarsi e di agire, lei si deve fare un autentico esame di coscienza e iniziare a rispettare chi non la pensa come lei. Ripeto noi non siamo e non saremo mai vassalli dell'Osimana. Voi avete la vostra storia noi abbiamo la nostra e non permettiamo a nessuno di denigrarci e soprattutto di impedirci di giocare una finale playoff, cosa mai successa ad Osimo. Con il suo modo di fare e la sua prepotenza si meraviglia che abbiamo trovato un altro campo per giocarcela. Evidentemente fuori Osimo ci sono società che ci rispettano e che noi onoriamo, pagando quello che ci chiedono e che è giusto, ma è una vergogna assoluta che l'Osimana ci ha impedito di giocare al Santilli o al Diana. Sarebbe stato fantastico se l'Osimana avesse detto: bravi, siete in finale vi concediamo il Diana ed invece come è andata a finire? Impianti chiusi per ingordigia, prepotenza, abuso di potere e grande invidia per il risultato ottenuto dalla sua acerrima rivale che, ripetiamo, ha il massimo rispetto per la storia dell'Osimana, ma disprezzo per il suo presidente, per quello che ci ha fatto e che ci sta facendo.

Se vuole i rapporti possono ritornare civili e costruttivi, da parte nostra non c'è nessun problema, ma lei deve scendere dal piedistallo di supremazia, arroganza, prepotenza e abuso di potere. Chiudo qui altrimenti sarei noioso, ma la gente di Osimo deve sapere in che mani è una società e quali sono le sue mansioni: prepotenza, arroganza, sopruso, abuso di potere. Si faccia un serio esame di coscienza e la smetta di prendersela con persone che non la pensano come lei, ma che sono rispettose delle regole. Impari inoltre il significato della parola vergogna, per quello che ha fatto alla società Fc Osimo e della parola rispetto, verso tutte le componenti dello sport osimano. La saluto.
Vinicio Giampaolini
Segretario FC Osimo

Print Friendly and PDF


Free Image Hosting at FunkyIMG.com
  Scritto da La Redazione il 18/05/2024
 

Altri articoli dalla provincia...



CASTELFRETTESE. Rinnova il vice capitano Leonardo Bartolini

CASTELFERRETTI. Un secondo mattone pesante consolida la base della Castelfrettese edizione 2024/25. Dopo il capitano della scorsa stagione Tommaso Mazzarini, rinnova il connubio coi frogs il vicecapitano Leonardo Bartolini (foto). A testimonianza dell’importanza nello scacchiere biancorosso, sono state 33 su 33 le partite disputate nell&rsquo...leggi
20/06/2024

JESINA. I leoncelli si assicurano le reti di Tittarelli

JESI. Fa sul serio la Jesina, che vuole tornare subito in Eccellenza dopo la disastrosa retrocessione di questa stagione. La società leoncella sta cercando ci costruire la migliore rosa possibile da consegnare a mister Giorgini. Per l'attacco leoncello, dopo la conferma di capita Kevin Trudo, arriva il colpo da novanta, con l'ingaggio di ...leggi
19/06/2024

CAMERANO. Tante conferme dopo il trionfo dello scorso anno

CAMERANO. La vittoria dello scorso campionato, ha consentito al Camerano di salire in Seconda Categoria e ora la società si sta attrezzando per affrontarla nel migliore dei modi. Confermato mister Tombesi ed il suo staff, la squadra gialloblù ha scelto di dare continuità al proprio progetto, confermando in blocco gran parte della rosa.  ...leggi
19/06/2024

CORINALDO. Per la panchina scelto mister Luca Coppari

CORINALDO. Dopo giorni di attesa, anche il Corinaldo ha il suo nuovo allenatore. La società biancoazzurra ha ascelto di affidare la guida tecnica a mister Luca Coppari, che sarà affiancato da Danilo Servizi, in qualità di vice allenatore. Un ritorno al passato dunque per il Corinaldo, che già da...leggi
19/06/2024

BORGHETTO. Cinquina di arrivi

Il Borghetto ha ufficializzato nelle ultime ore cinque nuovi arrivi: - Yuri Sampaolesi, difensore classe 2003 ex Castelfrettese;- Rodolfo Ricci, portiere classe 2004 ex Marina;- Sacha Frulla, centrocampista classe 2004 ex Senigallia;- Matteo Baldelli, difensore classe 1988 ex Olimpi...leggi
19/06/2024

CHIESANUOVA. Riconferma per due under di valore

Chiesanuova Calcio comunica la conferma di altre due pedine, giovani che hanno saputo dimostrarsi all’altezza di un campionato difficile come l’Eccellenza. Vestiranno ancora i colori biancorossi il difensore Francesco Corvaro (foto sx) e l’attaccante Ilies Trabelsi (foto dx).Il primo è classe 200...leggi
18/06/2024

CASTELFRETTESE. La prima riconferma è Tommaso Mazzarini

CASTELFERRETTI. Nella costruzione della nuova rosa della Castelfrettese il primo tassello non poteva che essere uno dei giocatori simbolo. Rimane per la quarta stagione consecutiva in biancorosso Tommaso Mazzarini (foto), marzocchino di residenza ma castelfrettese d’adozione. Mossi i primi passi all’Olimpia Marzocca, ma cresciuto nel v...leggi
17/06/2024

TRECASTELLI. La società presenta lo staff tecnico

La Polisportiva Trecastelli presenta lo staff tecnico per la stagione sportiva 2024-25. Alla guida della prima squadra è confermato Rodolfo Gallotta come responsabile tecnico. La società ha scelto di dare continuità al buon lavoro svolto nella passata stagione, grazie al quale sono state costruite importanti fondamenta, e di premiare la valorizzazione del g...leggi
17/06/2024

Settesoldi (Zenith Prato): "Grande merito del Castelfidardo"

Simone Settesoldi, tecnico dello Zenith Prato, ha riconosciuto la sconfitta nella gara di ritorno contro il Castelfidardo. "È partito meglio di noi, con il giusto spirito e ha trovato subito e meritatamente il vantaggio. Noi ci siamo lasciati un tempo alle spalle. La reazione nel secondo tempo c'è stata, abbiamo trovato il 2-1, ma nonostante l...leggi
16/06/2024

LORETO. Si riparte dalla conferma di mister Giordano Bernabei

Il C.S. Loreto, smaltita la delusione per la mancata promozione in Prima Categoria, conferma anche per la prossima stagione agonistica, Giordano Bernabei (foto). Con l’allenatore verrà confermata gran parte dei giocatori della rosa. Giordano Bernabei, già a Loreto nella stagione 2019/20 in qualità di tecnico della Junior...leggi
16/06/2024


VIGOR CASTELFIDARDO. Prime manovre con il neo mister Malavenda

Nella foto (da sinistra): Taddei, Polzonetti, Malavenda, Pirani, Biondi, il Presidente Maurizio Cerasa (fonte: pagina Facebook Vigor Castelfidardo) E' arrivato anche l'annuncio ufficiale: Gianmarco Malavenda è il nuovo allenatore della Vigor Castelfidardo. La società fidardense ha definito lo staff tecnico che lo affiancherà nel c...leggi
15/06/2024

CASTELFIDARDO. Ora o mai più: missione rimonta contro lo Zenith Prato

Il Castelfidardo sale sul ring per l’ultimo match. Quello decisivo, da dentro o fuori, in cui non ci sarà domani. I fidardensi domenica 16 giugno, alle ore 16.00, al “Mancini” sfideranno nella gara di ritorno della finale play-off Eccellenza Nazionale lo Zenith Prato. Si riparte dal 2-1 dell’andata in favore dei t...leggi
15/06/2024

LABOR. Fumata bianca: panchina a Strappini

Dopo aver definito i primi volti nuovi in rosa, la Labor ha annunciato il dopo Giovagnetti in panchina. Il nuovo allenatore è Simone Strappini, che nella stagione appena conclusa ha guidato la Jesina nell'ultimo campionato di Eccellenza. Per lui trascorsi da tecnico anche nel settore giovanile della Jesina e nelle prime squadre di Passatempese e Filottra...leggi
13/06/2024

BIAGIO NAZZARO. Si accende il mercato: c'è un nuovo portiere

CHIARAVALLE. La Biagio Nazzaro ufficializza l’arrivo del portiere classe ‘98 Benedetto Bottaluscio (foto), che vestirà rossoblu nella stagione 24/25. Ottimo elemento per la categoria; Bottaluscio può vantare esperienze in Serie D con le maglie di Fermana e Castelfidardo e ben 6 stagioni a difesa dei pali dell’Osimo S...leggi
13/06/2024


Vai all'edizione provinciale
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,09909 secondi