Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Free Image Hosting at FunkyIMG.com

Edizione provinciale di Ancona


"Solo chi soffre sa gustare la vittoria". Storica Giovane Offagna SBA

Per la prima volta le formazioni Allievi e Giovanissimi portano a casa i tre punti nello stesso week-end. Il commento del presidente Alessandro Andreoli

OFFAGNA. "Forse per qualcuno può sembrare eccessivo tanto entusiasmo semplicemente per due vittorie in campionato, quelle cioè riportate rispettivamente dalla squadra Allievi e Giovanissimi sabato e domenica scorsi. Due vittorie diverse. Quella Allievi ha rappresentato infatti una prova di maturità e compattezza espugnando il campo della seconda in classifica Loreto, quella dei Giovanissimi è invece il premio alla tenacia perché rappresenta la prima vittoria dopo una lunga striscia di sconfitte e qualche pareggio. Entrambe però sono accomunate da uno stesso filo rosso: la vittoria del gruppo, dell’umiltà, dell’amicizia".

Sono le parole del presidente della Giovane Offagna San Biagio Anconitana, Alessandro Andreoli (nella foto in un selfie con i ragazzi), che continua:
"Noi siamo una società piccola e nata da pochi anni. Ci scontriamo con tanti limiti e tante difficoltà: economiche, di numeri, logistiche. Chi viene a giocare con noi sa che difficilmente farà campionati di vertice e che qui c’è da soffrire, masticare amaro e a volte assaggiare il gusto amaro della polvere. Ma la doppia vittoria dello scorso fine settimana dice a tutti noi, ai ragazzi, ai dirigenti, ai genitori che una cosa è vincere e una cosa è saper gustare il sapore della vittoria. E questo è molto importante specie nel contesto sociale moderno basato solo sui risultati e sul tutto e subito. Saper apprezzare il gusto di una vittoria attesa e cercata per mesi è un grande valore educativo prima ancora che sportivo. Vincere è una questione di numeri, classifiche…. Per farlo, spesso basta mettere insieme qualche bravo giocatore ed è facile per chi ha grandi numeri a disposizione. Quello che spesso dico invece ai nostri ragazzi è che è molto più importante imparare a soffrire. Perché solo chi impara a farlo saprà gustare il sapore della vittoria. Solo chi impara a gestire la sconfitta è capace di rialzarsi. Solo chi non molla mai nonostante le difficoltà ha la speranza di costruire qualcosa. Nel calcio ma soprattutto nella vita. Questo è quello che cerchiamo di trasmettere ai nostri ragazzi e non è facile perché il mondo in cui vivono parla solo di vittoria, di successo, facendo passare in secondo piano l’aspetto del sacrificio. Bisogna imparare a soffrire senza mollare, continuare ad allenarsi anche dopo aver perso 9 a 0, esserci sempre, credere nel gruppo. Il calcio come lo sport diventa allora una metafora e una palestra di vita dove formare il carattere, insegnare valori, vivere e crescere nell’amicizia, imparare a soffrire insieme per aiutarsi e dove alla fine, la vittoria per una partita, dà tanta gioia e soddisfazione quanto la vittoria di un campionato. Per chi è abituato a vincere sempre questi discorsi possono sembrare assurdi ma come presidente io oggi sono orgoglioso di questi ragazzi che non hanno mollato mai nonostante le batoste e che hanno imparato a soffrire per gioire insieme. Non è la striscia di risultati ciò che li rende grandi ma ciò che ciascuno di essi si porta dentro e si porterà magari anche da adulto nella vita grazie a queste esperienze sportive. Queste piccole grandi vittorie sono il premio meritato alla loro costanza ma soprattutto alla loro voglia di restare insieme nonostante tutto. E un plauso speciale lo rivolgo anche ai nostri mister. Perché è facile allenare squadre vincenti, ma molto più delicato è gestire gruppi di adolescenti tenendoli insieme anche quando non sempre arrivano le vittorie".

 

ARTICOLO PRECEDENTE

Week-end storico, indimenticabile per la Giovane Offagna San Biagio Anconitana. Per la prima volta vincono in contemporanea sia gli Allievi (alla loro prima stagione di vita) che i Giovanissimi. Per gli Allievi di mister Sopranzi si tratta del primo successo esterno stagionale mentre per i Giovanissimi di mister Zammillo del primo hurrà in assoluto quest’anno.

QUI ALLIEVI. Partiamo dalla gara degli Allievi che si presentano in casa del Loreto con qualche defezione ma con la voglia di ripetere la grande prestazione dell’andata. Inizio partita scoppiettante, dopo 3 minuti la Giovane è già in vantaggio: contropiede tutto in velocità e la punta di giornata Criscuoli va a tu per tu con il portiere locale e lo trafigge per l’1 a 0. Non passano molti minuti che al 19’ Cariddi su un calcio di punizione dai 25 metri mette la palla sotto la traversa ed è 2-0 per gli ospiti. Il Loreto non ci sta e cerca in tutti i modi di recuperare il doppio svantaggio tanto che in un azione di rimessa la punta locale trova il portiere Falappa fuori dai pali e lo beffa con un pallonetto, è l’1-2 con il quale si va al riposo. Si rientra in campo con Lamarca al posto di Posanzini uscito acciaccato ma dopo pochi minuti anche lo stesso Lamarca è costretto a lasciare il campo per un problema fisico, al suo posto Belli. Il secondo tempo vede i padroni di casa alla ricerca del pari e la Giovane che argina bene gli attacchi, anche se pericolosi solo su qualche palla inattiva. A metà frazione il Loreto ha l occasione del pari, il portiere ospite Falappa viene saltato in velocità dalla punta gialloverde ma a porta sguarnita arriva il salvataggio in estremis di Bottegoni sempre più leader della difesa biancorossoblu. Pochi minuti dopo il Loreto resta in 10 per un doppio giallo e così la Giovane si ripropone nelle folate offensive che per ben due volte mette Criscuoli prima e Belli poi con la possibilità di chiudere la partita ma le occasioni vanno sprecate. Non tarda comunque ad arrivare il gol che chiude il match, quando al 77’ Cariddi, in splendida giornata, con un tiro da fuori area colpisce la traversa con la palla finisce in rete: è 3-1 per gli ospiti. A fine gara mister Sopranzi elogia il "collettivo per l’eccellente prestazione e per il gioco espresso in campo contro un ottima compagine come quella del Loreto".

QUI GIOVANISSIMI. Arriva finalmente il primo meritato sorriso anche per la squadra Giovanissimi che vince il derby in salsa Anconitana contro il Ponterosso. Squadra motivata e concentrata sulla partita anche se dopo aver sfiorato il gol prendendo anche un palo nei primi 5 minuti , il classico errore difensivo aveva portato in vantaggio gli avversari. La reazione biancorossoblùè stata immediata costringendo nella propria metà campo gli ospiti e realizzando con Zuccari il pareggio. Sul finire del primo tempo proteste vane per un rigore su Diego Pesaresi non concesso. Nella ripresa con l’ingresso di Guidobaldi e Zuccari spostato sulla destra , è arrivato il secondo e bellissimo terzo gol: ancora di Zuccari su inserimento proposto da Guidobaldi che successivamente ha preso una traversa di testa. Partita che sembrava finita e invece con un piccolo rilassamento gli ospiti hanno realizzato il secondo gol su una azione di rimessa. I cambi hanno riequilibrato la forza agonistica e i ragazzi di mister Zammillo portano a casa la tanto sospirata vittoria (3-2). "Bella prestazione di tutta la squadra che incomincia a metabolizzare le indicazioni di tutti questi mesi", commenta l’allenatore.

image hostFree Image Hosting at FunkyIMG.com

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 11/04/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



Il Villa Musone conquista il Gran Galà delle Scuole Calcio

Un Primo Maggio all'insegna del calcio per i giovani villans. I gialloblu sono stati impegnati nell'8^ edizione del Gran Galà delle Scuole Calcio a Castel di Lama, riservato alle categorie 2006-2010. Una "full immersion" di calcio per i ragazzi, in una competizione che ha visto circa 650 atleti di 9 scuole calcio provenienti da altre regioni darsi battag...leggi
06/05/2019

Nuova Sirolese tra il Memorial "Freddoni" e il secondo Camp AIC

SIROLO. Quando manca poco più di un mese alla fine della stagione calcistica, parliamo con il presidente della Nuova Sirolese, Francesco Canori (foto), per fare un resoconto di questa annata e scoprire in anteprima le manifestazioni in programma per la chiusura dell’attività. Iniziamo parlando della prima squadra, militante nel...leggi
30/04/2019

Osimana, Allievi provinciali primi! Ora c'è da tenere duro

OSIMO. La stagione del settore giovanile dell'Osimana si avvia alla fase conclusiva. "E' un bilancio positivo - sottolinea il responsabile Corrado Capotondo - l'attività di base sta proseguendo bene, i gruppi sono numerosi, gli Allievi provinciali stanno disputando un ottimo campionato e siamo molto soddisfatti della crescita dei ragazzi, i ...leggi
24/04/2019

Giovane Offagna SBA: la storia di "Rama" e "Fala"

OFFAGNA. Questa è una favola moderna, una storia di due ragazzi di provincia, Davide e Tommaso, soprannominati "Rama" e "Fala", che ricorda per certi versi un famoso cartone animato giapponese degli anni ‘80. Due giovani della stessa età che provengono da luoghi diversi, con un vissuto variegato e che i...leggi
23/04/2019

Villa Musone: Esordienti 2006, un gruppo in crescita

VILLA MUSONE. Un buon cammino per gli Esordienti 2006. Il gruppo seguito da Giovanni Miccio, Giorgio Capitanelli ed Antonio Russo si sta preparando per alcuni importanti tornei da qui ai prossimi mesi. Un calendario ricco di appuntamenti per i giovanissimi villans che stanno regalando buone soddisfazioni. "Il nostro è un gruppo molto numeroso - rimarca mister ...leggi
20/04/2019

Castorina a tutto Osimana: "Piccoli Amici, l'amore per il calcio"

OSIMO. La maglia dell'Osimana sette giorni su sette. Scomodiamo Luca Carboni per descrivere il legame di Alessandro Castorina (foto) con l'Osimana. A Osimo ci vive, è capitano della prima squadra (dove gioca da 6 anni di fila), da 8 allena nel settore giovanile e in questa stagione a lui sono affidati Pulcini 2009 e Picc...leggi
03/04/2019

Villa Musone: anche i 2002 nell'Under 19 capolista

Continua il positivo cammino dell’Under 19 di mister Giordano Bernabei in vetta alla classifica del girone B (vedi). I villans sono tutt’ora in testa al girone, grazie ad un rendimento importante: i gialloblu stanno tenendo dietro tutte le dirette ...leggi
19/03/2019

FC Vigor Senigallia: 4 formazioni al primo posto!

SENIGALLIA. Le squadre giovanili dell'FC Vigor Senigallia sono al primo posto in 4 campionati: Allievi Regionali (A), Giovanissimi Regionali (A), Giovanissimi Provinciali Cadetti (B) e Allievi Provinciali Cadetti (FM). Un primato che denota l'alta qualità dell'offerta didattica e formativa del...leggi
11/03/2019

Filottranese, Brunacci: "Cadetti? Torneo importante: giocano tutti"

FILOTTRANO. "La classifica non conta, l'importante è che i ragazzi facciano esperienza, ho notato importanti miglioramenti nella fase difensiva, meno in quella realizzativa, comunque le nostre prestazioni sono migliorate di molto gara dopo gara". Francesco Brunacci, 39 anni, allenatore dei Giovanissimi Cadetti della Filottranese...leggi
08/03/2019

Quante emozioni nel 5 - 5 della Giovane Offagna SBA!

OFFAGNA. Non capita tutte le settimane di assistere ad una gara che termina 5-5 con continui ribaltamenti di risultato e conseguenti emozioni. E' quello che è successo sabato scorso allo stadio "Vianello" di Offagna dove si sono affrontate le squadre Giovanissimi della Giovane Offagna SBA e i pari età della Passatempese.Sott...leggi
27/02/2019

S.A. Castelfidardo, il senso di un vivaio per Bufarini: il sociale

CASTELFIDARDO. Il senso di lavorare in un settore giovanile: l'aspetto sociale. E' originario di Portorecanati ma vive e lavora a Castelfidardo Ciriaco Bufarini (foto sotto), patentino Uefa C in tasca, ex calciatore dilettante, da tre stagioni nello staff tecnico della società S.A. Castelfidardo. "E' un modo per stare in mezzo ai giovani, ca...leggi
19/02/2019

"Alla Giovane Offagna SBA facciamo calcio sociale ma con qualità"

OFFAGNA. Con un gruppo di amici ha messo in piedi una piccola associazione ricreativa per far giocare un manipolo di ragazzini offagnesi, ma nel giro di quattro anni, grazie ad accordi strategici, è diventato il presidente di una associazione sportiva vera e propria, con ben 130 tesserati e un impianto da gestire all’avanguardia come il Vianello. Ales...leggi
12/02/2019

Gli Allievi di Sopranzi 'apripista' della Giovane Offagna SBA!

"In quattro anni si è passati dagli 8 tesserati della stagione 2015-2016 ai 128 ragazzi del 2018-2019, dall’unica categoria iscritta del 2015 alle 6 categorie di quest’anno, dai Piccoli Amici e Primi Calci alla squadra Allievi, senza soluzione di continuità per ogni età. Lo sviluppo della società è stata possibile grazie al sodalizio con San Bi...leggi
04/02/2019

Il 5° Torneo "Giovani Speranze-Città di Recanati" è del P.S.Elpidio

Si è chiuso domenica davanti ad una bella cornice di pubblico il 5° "Torneo Giovani Speranze - Città di Recanati", la manifestazione sportiva che anno dopo anno è diventata un appuntamento fisso per il calcio giovanile marchigiano, con il successo dell'Atletico Porto Sant'Elpidio che iscrive il suo nome nella bacheca dei vincitori, insieme a Fc Vigor Se...leggi
04/02/2019

"Gli Esordienti 2006 fiore all'occhiello della S.A. Castelfidardo"

CASTELFIDARDO. "Gli Esordienti 2006 sono il fiore all'occhiello della Scuola Calcio. Ci sono 4-5 elementi davvero molto bravi". Parola di Damian Xavier Fernando (nella foto con i mister Bufarini e Pigini), preparatore atletico e istruttore del gruppo Esordienti 2006-2007 alla S.A. Castelfidardo. Fernando, originario dell'Argentina, è in...leggi
31/01/2019


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,12375 secondi