Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Fermo


Tignum. I giovani portieri (e non solo) affidati ad Andrea Innamorati

32 anni, laureato Isef ed ex numero uno: a lui sono affidati Primi Calci e Piccoli Amici ma anche la crescita dei numeri uno del Montegiorgio

MONTEGIORGIO. Una figura specifica ma importante che punta a valorizzare i numeri uno. Il ruolo del preparatore dei portieri è importante anche (o forse soprattutto) in un settore giovanile e non fa eccezione la Tignum che si avvale, in questo ruolo, di Andrea Innamorati, classe 1986 (nella foto insieme ai suoi giovani numeri uno). Non solo preparatore dei portieri ma istruttore nella Scuola Calcio rossoblù per lui che ha un passato anche piuttosto recente da numero uno.  

Da quanti anni collabori con il settore giovanile della Tignum e quali categorie alleni? In particolare poi ti occupi dei numeri uno, giusto?
“Chiusa l'esperienza nel settore giovanile del Tolentino, dal 2011 collaboro con il Montegiorgio, all'incirca sono dunque 8 anni. Attualmente il mio ruolo principale è quello di Preparatore dei Portieri di tutte le categorie del Settore Giovanile dai Pulcini agli Allievi fino alla Juniores Nazionale. Inoltre nella Scuola Calcio sono istruttore delle categorie Primi Calci e Piccoli Amici insieme al mister Piero Giancamilli”.

Quali principi seguite come settore giovanile come istruttori e soprattutto quali sono i tasti principali che vanno toccati visto che sei anche laureato Isef?
“Nella Scuola Calcio con i Piccoli Amici e Primi Calci l'obiettivo principale è quello di lavorare sugli schemi motori di base, sulle capacità coordinative, psicomotorie e nello sviluppo della tecnica di base attraverso esercitazioni in forma giocosa. Gli obiettivi formativi e di sviluppo cambiano invece nei giovani portieri perchè avendo a che fare con tutte le fasce d'età, le finalità sono diverse e devono toccare tutti gli aspetti importanti del ruolo”.

Preparatore dei portieri: come cambia questo ruolo allenando ragazzi adolescenti fino ai più grandi? Cosa si deve "preparare" nelle varie età differenti?
“Una cosa che non deve mai mancare nell'allenamento è l'aspetto tecnico. Fondamentale inoltre, fin dalle prime età, lavorare sulle capacità coordinative che sicuramente aiutano all'apprendimento della tecnica specifica del ruolo del portiere. Nelle categorie superiori dai Giovanissimi in poi si lavora in modo progressivo e con programmazione studiata sulle capacità condizionali come la forza, la velocità e la flessibilità. C’è anche l’aspetto psicologico perchè questo ruolo oltre a richiedere qualità tecnico-fisiche richiede anche una grande qualità mentale. Oltre agli aspetti sopra elencati la mia formazione prevede anche quella di responsabilizzare i ragazzi, in campo e non, rispettando le regole degli allenatori, saper prendere decisioni e comportarsi sempre in modo corretto ed educato verso tutti”.

Come ti trovi a Montegiorgio con la società e anche con i colleghi? Dal punto di vista della collaborazione tra le parti come vi relazionate con il vostro responsabile tecnico e soprattutto quale modello di crescita dei ragazzi proponete?
“A Montegiorgio mi sento come se fossi a casa, mi trovo bene ed il mio ruolo di preparatore mi permette di collaborare ed essere a contatto con tutti gli allenatori del settore giovanile ed in particolare con il nostro responsabile Andrea Del Gatto di cui ho molta stima. L'obiettivo primario è la formazione del ragazzo, del rispetto delle regole e di attaccamento alla maglia”.

image host

A livello di strutture non è stata una stagione semplice per vari motivi: pensi che si possa migliorare nel prossimo anno magari con il ritorno in pianta stabile al Marziali e sfruttando anche altre situazioni?
“Sicuramente a livello di strutture non è stata una stagione molto facile, sia per la scuola calcio, il settore giovanile ma anche per la prima squadra. Nonostante ciò il lavoro fatto fin ora è molto positivo, speriamo che dal prossimo anno la situazione migliori. Ci siamo comunque adattati sfruttando campi sportivi di paesi limitrofi a Montegiorgio. Sogno un centro sportivo in sintetico, "una casa", un punto di riferimento, che possa dare la possibilità al settore giovanile di Montegiorgio di allenarsi e crescere con tranquillità e serenità”.

Sei operativo con Juniores Nazionale e prima squadra, collaborando con Fabio Roscioli e con il preparatore dei portieri Marco Paolini tra i big. Come stai vivendo questa duplice esperienza? Per il futuro ti vedi più istruttore delle giovanili oppure ti vorresti sempre più specializzare nel ruolo di preparatore dei portieri?
“Quest'anno oltre a lavorare con tutti i portieri del settore giovanile seguo da vicino la Juniores Nazionale dove ho trovato un mio vecchio compagno di squadra, Fabio Roscioli, persona bravissima e preparata. Inoltre ad inizio stagione mi è stata data la possibilità di allenare i portieri della prima squadra proprio nel primo anno nella storia del Montegiorgio in serie D e quindi di collaborare con Marco Paolini, con mister Paci e il vice Del Gatto. Di questo molto contento e ne faccio esperienza. Sicuramente lavorare con i più "grandi" in una categoria così alta come la D è un sogno che si avvera e quindi ringrazio chi ha avuto fiducia in me. Mi piace lavorare nel settore giovanile come preparatore dei portieri ma allo stesso tempo anche nelle prime squadre sempre come preparatore. Nel prossimo settembre inizierò un Master universitario con la FIGC come "preparatore atletico professionista" per ampliare il mio bagaglio di studi e sfruttarlo in futuro”.

Free Image Hosting at FunkyIMG.com

Print Friendly and PDF


Free Image Hosting at FunkyIMG.com
  Scritto da La Redazione il 13/03/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



Beleggia: "Scelte non più rinviabili per Governo e Federazione"

MONTEGIORGIO. Nel solco delle proposte lanciate da alcune società di Prima categoria, in merito alla ripresa dell’attività agonistica dopo il Coronavirus, anche i dirigenti delle Scuole Calcio e delle Giovanili intendono far sentire la loro voce, per dare nuovo slancio ad un’attività vitale per il futuro di tutto il movimento calcistico regional...leggi
13/05/2020

Tridici: "Questo stop forzato inciderà sul carattere dei ragazzi"

SANT'ELPIDIO A MARE. Claudio Tridici (foto) è il direttore tecnico del settore giovanile dell'Elpidiense Calcio Junior. "Dopo questa pandemia ci sarebbero da fare considerazioni su due piani di discussione - sottolinea - per quello che riguarda il discorso giocatori e per quello che riguarda il discorso società".E argomenta: "Per quello...leggi
11/05/2020

ViolaSCHOOL, Zancocchia: "Lo stop? A lavoro su nuove idee e progetti"

SANT'ELPIDIO A MARE. La gestione tecnica di Alessio Zancocchia (foto) si divide tra la prima squadra della Vigor Sant'Elpidio Viola (Seconda categoria) e il settore giovanile ViolaSCHOOL. Come stai vivendo questo momento di lockdown?"Personalmente sto vivendo questa situazione nella maniera più seren...leggi
06/04/2020

Tizi: "Total Invictus: mentalità calcistica e senso di appartenenza"

GROTTAZZOLINA. "Creare situazioni gradualmente sempre più complicate, spingere i ragazzi ad andare oltre ogni volta che raggiungono un obiettivo, stimolarli a migliorare, non fargli perdere entusiasmo...", questo (e molto altro) è il compito di Luca Tizi (foto) all'interno dello staff tecnico dell'Invictus FC. Tizi, chiamat...leggi
03/03/2020

Monturano Campiglione, Esordienti di Urbani exploit alla "Befana Cup"!

"Ho un gruppo non numeroso formato da 17 ragazzi che al Torneo di Castelraimondo mi ha stupito!". Gino Urbani (foto) parla con orgoglio dei suoi Esordienti Misti (2007-2008) del Monturano Campiglione che quasi a sorpresa si sono aggiudicati l'8^ edizione del Torneo "Befana Cup" organizzato dall'ASD Folgore Castelraimondo...leggi
28/02/2020

Veregrense, 400 bambini in festa ai Memorial Berdini e Temperini

MONTEGRANARO. Quattrocento bambini hanno animato il campo della Veregrense per i Memorial "Berdini" e "Temperini", svoltisi nelle domeniche dal 12 gennaio al 9 febbraio, approfittando della pausa invernale dei campionati federali.Per il 5° Memorial "Cesare Berdini" sono scesi in campo i Pulcini primo anno 2010; per il...leggi
14/02/2020

L'Invictus FC in campo con squadre di due anni sotto-età!

GROTTAZZOLINA. E' una di quelle vicende in cui più vai ad approfondire e più non ti ci fanno capire niente. Resta il fatto che i Giovanissimi dell'Invictus FC (siamo a dicembre) arrivati secondi al campionato provinciale e quindi pronti per essere promossi alla Fase Regionale di colpo si vedono retrocessi in classifica generale dalla 34esima alla ...leggi
05/02/2020

Elpidiense Junior, Cicchitti: "Bisogna ritornare al calcio di strada"

SANT'ELPIDIO A MARE. Elpidiense Junior e Vigor Sant'Elpidio Viola dal prossimo anno saranno un'unica realtà sportiva? Le due dirigenze ci stanno lavorando, al momento la sinergia tra le due società di Sant'Elpidio a Mare riguarda le categorie Giovanissimi e Allievi in futuro chissà... Intanto sul fronte Elpidiense Junior si continua a lavorare per ele...leggi
28/01/2020

Campiglione Monturano, i Pulcini 2009 ad Alessandro Biondi

Giovanissimo, è al secondo anno al settore giovanile del Campiglione Monturano. Alessandro Biondi (foto), 23 anni, prossimo alla laurea Isef, allena i Pulcini 2009. Tutta la categoria Pulcini è suddivisa in tre gruppi con tre tecnici, uno è affidato a lui. "Alleno 21 ragazzi - sottolinea Biondi - ...leggi
24/01/2020

ViolaSCHOOL presenta i Piccoli Amici: il calcio inizia da qui

SANT'ELPIDIO A MARE. Il primo borsone, la prima doccia, il primo gol, l'importanza della fila, le prime regole. Il calcio inizia dai Piccoli Amici. Le basi per una Scuola calcio che funzioni, le fondamenta per un ragazzino sano, autonomo, partono da qui. E dal metodo che si sceglie di usare.L'attività si svolge in 2 sedute settimanali di 1h15', il rapporto è di u...leggi
21/01/2020

I giovani del Santa Caterina tra prima squadra e...Fermana

FERMO. Cresce l'USA Santa Caterina, sempre più ragazzi passano alla prima squadra di mister Concetti e nei campionati nazionali della Fermana, società amica che mette a disposizione della realtà giovanile biancoverde i campi ex Cops. "Perchè la nostra missione è proprio questa - sottolinea il responsabile Christian Fortuna...leggi
02/01/2020

Spes Valdaso & Veregrense, spogliatoi puliti e amici più di prima!

Rispetto ed educazione, il calcio dei giovani sa dare lezioni di stile anche ai più grandi. Davvero bella la vicenda culminata con un lieto fine capitata a due società del territorio, Spes Valdaso e Veregrense. Sabato si è giocata la gara Esordienti fra le due squadre all'impianto di gioco in erba naturale Nelson Tomassini a Valmir di Petri...leggi
20/12/2019


Veregrense, la tradizione continua: Giovanissimi alla Fase Regionale

MONTEGRANARO. Missione compiuta per i Giovanissimi della Veregrense che hanno conquistato l'accesso alla Fase Regionale. La tradizione continua, basti pensare che due stagioni fa i Giovanissimi di Poggi si laurearono campioni regionali superando in finale la Vis Pesaro. Quest'anno a guidare i ragazzi c'è Ludovico Giosuè (foto)...leggi
26/11/2019



Vai all'edizione provinciale
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,12453 secondi