Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Ancona


image host

"Niente Green Pass, niente sport. E' davvero la soluzione?"

La riflessione del presidente della Giovane Offagna Alessandro Andreoli

Veniamo tutti da due anni di emergenza, di restrizioni, di sacrifici, di attenzioni… tutte cose che hanno lasciato un segno profondo sia in campo economico che sociale, che comportamentale…
Ci sono stati settori produttivi che più di altri hanno subito le conseguenze di queste restrizioni, la scuola ha dovuto rimodulare la sua vocazione, determinate categorie anagrafiche hanno pagato un prezzo più pesante di altre in termini di vite, ma all’interno di questo scenario, quasi bellico oserei dire, c’è una categoria che forse più di tutte le altre ha sofferto la pesantezza di questo periodo e mi riferisco alla fascia degli adolescenti e dei giovani.

Li abbiamo privati per lunghi tempi della scuola in presenza, abbiamo prudentemente chiesto di ridurre il loro stare in gruppo per pericolo di assembramenti e contagi, li abbiamo privati della socialità scolastica costringendoli a relazionarsi per lunghi tempi solo attraverso uno schermo, abbiamo imposto lunghi periodi di isolamento negando una componente essenziale per il loro sviluppo relazionale in una fase particolare della loro crescita.
A molti di loro abbiamo rubato alcuni degli anni più belli della loro crescita imponendo loro un prezzo pesantissimo.

In tutto questo, lo sport, considerato prima della pandemia un’attività apparentemente solo ludica, è diventata invece per molti di loro una dimensione fondamentale, un’ancora di salvezza non solo per i benefici psicofisici riconosciuti da sempre all’attività motoria, ma perché, specie in questa fase, essa ha rappresentato la parentesi che ha permesso a molti giovani di salvare la propria dimensione relazionale, sociale, aggregativa, ludica… fondamentale in questa fase di vita.

Fare sport (e nel nostro caso venire a giocare a calcio) ha significato per molti di loro poter incontrare gli amici, continuare a divertirsi facendo una cosa che piace, stare all’aria aperta, confrontarsi, misurarsi…
Per questo motivo la nostra società, a parte l’iniziale lockdown totale, si è sempre battuta per dare continuità alla propria azione nella convinzione che il nostro fosse prima di tutto un servizio sociale per i giovani e per le loro famiglie.

Ci siamo attivati in ogni fase di questa pandemia adeguando regolamenti, comportamenti, adottando nuovi protocolli, investendo in materiale per la sanificazione, ponendoci sempre in maniera proattiva rispetto ad ogni decisione e avendo sempre a cuore la continuità dell’attività oltre che la tutela della salute.
Di tutto questo noi come ASD Giovane Offagna ne andiamo orgogliosi perché sappiamo di essere stati coerenti a noi stessi e aver offerto un servizio fondamentale ai nostri ragazzi e alle loro famiglie
Dal’11 gennaio però, con l’entrata in vigore del nuovo decreto, tutto questo non è più possibile o perlomeno, non ci è più concesso farlo con riferimento a tutti i nostri ragazzi.Per chi ha più di 12 anni, infatti, è possibile fare attività solo in presenza di un green pass rafforzato e dunque di un ciclo di vaccinazione completo o di una guarigione da non più di sei mesi.

Questo ha di fatto precluso, praticamente dalla sera alla mattina, ad un numero importante di atleti la possibilità di poter fare attività relegandoli ad una sorta di ghetto, ma soprattutto privandoli di una dimensione fondamentale, quale era stata appunto fino a quel momento, la pratica sportiva.

Dato per assodato l’importanza della campagna vaccinale in generale ma posto che, seppur auspicabile, il raggiungimento di percentuali di vaccinazioni elevate anche in fasce di età più giovani resta comunque una facoltà e non un obbligo, con l’entrata in vigore del nuovo decreto di fatto si è introdotta una norma estremamente penalizzante per tanti ragazzi.

Il fatto che il rispetto delle regole venga prima di tutto, così come la tutela della salute e la sicurezza di tutti, non ci esime però dal poterci porre una domanda: siamo sicuri che negare ai ragazzi (che tra l’altro a volte non hanno neppure il pieno potere di decidere se vaccinarsi o meno in quanto condizionati dalla volontà dei propri genitori) la possibilità di fare sport e socializzare in maniera normale, è veramente la cosa più giusta in questo momento?

Oppure una decisione prudente, magari volta a incentivare o “forzare” verso la vaccinazione di massa, non rischia piuttosto di tramutarsi in una scelta ingiusta, penalizzante, esclusiva e discriminatoria?

È difficile trovare risposte giuste in assoluto ma una cosa è certa: lo sport e la possibilità di uscire e praticare movimento socializzando è per i ragazzi fondamentale specie in questo momento.

Altrimenti il rischio è quello, volendo tutelare i ragazzi da un punto di vista sanitario, di penalizzarli invece dal punto di vista psicologico e sociale.

Forse nella valutazione costi benefici sarebbe più opportuno mettere sul piatto della bilancia tutti gli aspetti e magari sacrificare l’obbligo di green pass per fare attività fisica trovando soluzioni di mediazione più efficaci.

Di una cosa però siamo certi: sapere che tanti dei nostri ragazzi devono stare lontano dal rettangolo verde quando in realtà ne avrebbero tanta voglia e tanto bisogno ci fa piangere il cuore… e noi adulti abbiamo il dovere di interrogarci e di prendere posizione per chiedere soluzioni più giuste e questa a nostro avviso: NON LO È!
Alessandro Andreoli
(Presidente ASD Giovane Offagna)

fonte: www.giovaneoffagna.it

Print Friendly and PDF


Free Image Hosting at FunkyIMG.com
  Scritto da La Redazione il 17/01/2022
 

Altri articoli dalla provincia...



"La Giovane Ancona non si è mai fermata: qui quasi tutti vaccinati"

"Assoluto rigore e rispetto delle norme". E' questo il motto che da qualche mese ha adottato la Giovane Ancona, una delle scuole calcio più importanti delle Marche, dopo le restrizioni anti-covid adottate dal Governo. Meno condivisibile la scelta del Super Green Pass obbligatorio anche ai giovani calciatori. "Capisco gli appelli di alcune sq...leggi
21/01/2022

Anche la Giovane Offagna lavorerà al fianco dell'Ancona Matelica

Entra a far parte della famiglia Ancona Matelica la Giovane Offagna, altra importante realtà territoriale, che stringe un accordo di affiliazione con la Società biancorossa. "Procede a pieno regime il nostro programma di affiliazioni con realtà territoriali - ha commentato il Responsabile del Settore Giovanile dell’Ancona Matelica su Anco...leggi
15/12/2021

SA Calcio Castelfidardo: Allievi e Giovanissimi alla fase regionale

CASTELFIDARDO. Grande soddisfazione in casa SA Calcio Castelfidardo, per l'approdo alla fase regionale delle formazione Allievi e Giovanissimi. Il responsabile tecnico Alessandro Pirani sottolinea l’importanza dell’obiettivo raggiunto che consente ai ragazzi di confrontarsi con campionati ancora più stimolanti. “Abbiamo impostato da qualche anno una nuo...leggi
27/11/2021

Mister Di Cintio dell'Atalanta osserva i talenti della Giovane Ancona

Prosegue lo stretto rapporto di collaborazione tra l'Atalanta e la Giovane Ancona. “Un gradito ritorno presso i nostri impianti - ha spiegato Mister Marco Impiglia - la visita dell’allenatore del Settore Giovanile dell’ Atalanta Bergamasca Calcio Andrea Di Cintio. Il Mister nerazzurro ha...leggi
22/11/2021

Atalanta, "Fontana dei Giovani" e nuovo campo: Giovane Ancona riparte

La collaborazione sempre più stretta con l'Atalanta, una fontana da cui attingere per il ritorno alla normalità, e da cui possano chissà sgorgare nuovi talenti, e un nuovo campo in erba naturale, perché senza strutture moderne i ragazzi non possono crescere. Sono gli ingredienti dell'incontro con cui la Giovane Ancona darà il ...leggi
09/09/2021

Nuova Sirolese e Atletico Conero uniscono le forze

Ci sono dei momenti in cui è necessario unire le forze per raggiungere traguardi più alti: è per questo che l'Atletico Conero e la Nuova Sirolese hanno deciso di iniziare un nuovo percorso di collaborazione.Il cammino da fare insieme porterà alla creazione di un nuovo settore giovanile completo in tutte le sue categorie con la ...leggi
07/09/2021

La Giovane Ancona sforna talenti: 14 ragazzi trovano destinazione

ANCONA. 14 talenti della Giovane Ancona di corsa verso il calcio dei “grandi”. La storica bottega biancorossa, affiliata con il settore giovanile dell’Atalanta, sforna anche quest’anno nuovi talenti che approderanno alla corte del Patron Canil nella nuova Ancona Matelica, al Perugia, alla Recanatese e al Castelfidardo.“La nos...leggi
16/08/2021

La Giovane Ancona pronta per gli Open Day

Ti va di iniziare una nuova avventura? Ti aspettiamo al campo! L'ASD Giovane Ancona Calcio organizza il suo storico"OPEN DAY". Appuntamento mercoledì 04 agosto ore 18:00 per i ragazzi 2006-2007 NON tesserati. Venite a provare il gioco più bello! Vieni, anche con un amico se vuoi, al campo "A. Caldaroni" Aspio Vecchio di Ancona....leggi
03/08/2021

Camp estivo del Real Madrid ad Offagna: un successo...Galàctico

OFFAGNA - Giornate speciali e ricche di emozioni per la ASD Giovane Offagna che dal 12 al 16 luglio, ha ospitato il prestigioso camp estivo organizzato dalla Fundación Real Madrid, ente benefico che punta a promuovere in tutto il mondo i valori e l’immagine del Real Madrid. L’evento, rivolto ai ragazzi dai 5 ai 17 anni,...leggi
26/07/2021

Giovane Ancona, la proposta per il dopo Covid: "Campionato per 2004"

Il Covid rischia di “bruciare” una generazione di baby calciatori. Quasi due stagioni sportive con campionati e confronti fermi, soprattutto nei settori giovanili. Cosa fare per stimolare i nostri giovani e strutturare la prossima stagione per lasciarsi alle spalle la Pandemia?E' la domanda che molti addetti ai lavori si stanno ponendo in queste ultime settimane, in vista dell...leggi
22/04/2021

Osimana: camp "Paolo Rossi Academy" al Diana

OSIMO. La Usd Osimana è lieta di annunciare l’accordo con la “Paolo Rossi Academy” per lo svolgimento del Camp estivo allo Stadio Diana, nella settimana dal 5 al 10 luglio 2021. Dopo la bella esperienza dello scorso anno con il Camp Real Madrid, questa stagione la scelta è caduta sulla Paolo Rossi Academy, avviata dall’indimenticato &...leggi
08/04/2021

Gli allenatori dell'Ostra alla Vezzali: "Aiuti il calcio giovanile"

OSTRA. «Rischiamo di perdere il nostro futuro», così termina la lettera inviata da Stefano Curzi, Simone Cesaretti e Daniele Api, allenatori Figc dell’Ostra Calcio ma nello stesso tempo anche genitori, alla neo sottosegretaria allo Sport del Governo Draghi, Valentina Vezzali (foto). «Una lettera che vuole accendere un fa...leggi
02/04/2021

Giovane Ancona: 5 baby convocati al Centro Federale

ANCONA. Grande entusiasmo in casa Giovane Ancona: Filippo Cingolani, Andrea Giordani, Diego Torricini, Pietro Torricini e Gianmaria Verdini sono i baby talenti dorici convocati dal Centro Federale Territoriale della Figc. Per il calcio giovanile è un piccolo ma importante passo verso il ritorno alla normalità. Per la Giovane Ancona un piccol...leggi
30/01/2021


Franzoni: "Vincolo sportivo essenziale per le società dilettanti"

ANCONA. "Il vincolo di tesseramento è un elemento essenziale di aiuto per la gestione delle società dilettantistiche, pertanto va mantenuto nella sua attuale regolamentazione". Queste le parole di Diego Franzoni (foto), presidente della Giovane Ancona."Le norme sul vincolo sportivo presenti nei decreti att...leggi
01/12/2020


Vai all'edizione provinciale
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,14016 secondi