Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Fermo


PEDASO. Picciotti: "Scritta la storia: Prima categoria dopo 55 anni"

Vincendo lo spareggio con la Vigor Folignano, la squadra adriatica approda per la prima volta nel campionato superiore

PEDASO. Non è stato un successo come gli altri quello ottenuto dal Pedaso, sabato scorso sul neutro di Castel di Lama, nello spareggio contro la Vigor Folignano. Una vittoria di misura che verrà ricordata a lungo, in quanto consente alla squadra rivierasca di approdare per la prima volta nella sua storia in Prima categoria.

“In 55 anni di storia – sottolinea orgogliosamente il presidente Giovanni Picciotti – mai eravamo riusciti a raggiungere un simile traguardo. Ricordo negli anni’80 un terzo posto in Seconda categoria, ma all’epoca non c’erano nemmeno i play-off e neanche se ne parlò. Sabato abbiamo scritto una pagina di storia che ritengo sia molto importante per una realtà come la nostra”.

Quali sono state le mosse che hanno portato a questo successo?
“Credo di poter dire che il nostro è un lavoro che parte da lontano, un progetto ad ampio respiro che si è sviluppato negli ultimi 5 anni. Alla base di tutto il continuo potenziamento del Settore Giovanile, dal quale provengono tanti ragazzi e anche il nostro mister Walter Carelli. Anche lui ha fatto tutta la trafila con i giovani prima di approdare in prima squadra”.

Come si è sviluppato questo percorso?
“Siamo partiti dalla Terza categoria, salendo nell’anno in cui scoppiò la pandemia e per due stagioni ci siamo stabilizzati nel campionato superiore. Un quarto e un quinto posto, prima di sferrare l’attacco per salire ancora. Abbiamo trovato delle avversarie molto forti, ma con pazienza ed organizzazione, attraverso i play-off, siamo comunque riusciti a centrare il bersaglio”.

Quando si raggiungono tali risultati è doveroso parlare dei meriti, a chi vanno riconosciuti?
“In questi casi si rischia di dimenticare qualcuno e fare delle brutte figure. Partiamo dall’intera dirigenza, compresi coloro che seguono il Settore Giovanile, ognuno di loro ha portato un mattoncino importante per la costruzione di questo successo. Per noi tutte le squadre che si chiamano Pedaso hanno pari dignità e pertanto è giusto che tutti godano dei successi nell’ambito societario”.

Crediamo ci siano anche altre persone alle quali tieni particolarmente.
“Parto da mister Walter Carelli, artefice di qualcosa di eccezionale. Un tecnico che, oltre a leggere meravigliosamente le partite, ha la grande capacità di lavorare con i giovani, facendoli crescere e riuscendo ad amalgamarli con ragazzi più esperti, per formare un mix bilanciato e sempre propositivo. Non dimentico che abbiamo fatto qualcosa di buono anche a livello di mercato, vedi l’ottima stagione del bomber Amadio, dunque onore e merito anche al nostro direttore sportivo Matteo Carosi. Un ragazzo che dopo un grave infortunio ha dovuto smettere di giocare, ma che si sta dimostrando preparatissimo e fondamentale in altri ruoli. Voglio citare anche, su altri versanti, le qualità indiscutibili di Francesco Fedeli e Fulvio Tassotti, insomma una squadra in tutto e per tutto che ha meritato il successo”.

Ora parliamo di festa, come intendete onorare il traguardo appena raggiunto?
“Già nella serata di sabato qualcosina abbiamo fatto, ora però credo vada organizzato qualcosa di più inclusivo. Mi sembra giusto festeggiare con la Città, con i nostri tifosi e con gli sponsor che ci hanno dato una mano. Ovviamente coinvolgeremo anche l’Amministrazione Comunale ed il Sindaco che ci ha già fatto i suoi complimenti. A breve ci vedremo anche per rinnovare le convenzioni e quello istituzionale resta un supporto determinante per realtà come le nostre”.

Tra qualche giorno inizierete a pensare alla Prima categoria, con quali obiettivi affronterete la prossima stagione?
“Entreremo in punta di piedi in una realtà nuova, ma questo non cambierà la nostra visione delle cose. Potenzieremo ancora il Settore Giovanile, se possibile, anche con delle collaborazioni con squadre vicine e continueremo a dare massima fiducia a mister Carelli. Abbiamo impiegato 55 anni per arrivare a questo punto ed è ovvio che ci piacerebbe restarci. Lavoreremo duramente per non essere una meteora, ma per diventare nel tempo un solido punto di riferimento”.

Print Friendly and PDF


Free Image Hosting at FunkyIMG.com
  Scritto da La Redazione il 03/06/2024
 

Altri articoli dalla provincia...



CASTELFIDARDO IN SERIE D. Festa anche a Centobuchi e Montecosaro

Il successo odierno del Castelfidardo non fa felice solo la squadra castellana, ma a cascata riempie di gioia numerose formazioni regionali che ora possono ragionevolmente sperare in un ripescaggio nella categoria superiore. Di seguito proponiamo, salvo errori sempre possibili, il quadro che andrebbe delineandosi. - Castelfidardo in Serie D - Atletico Cent...leggi
17/06/2024

ATLETICO MONTURANO, via alla festa: è Seconda categoria!

Atletico M. U. - Corva Calcio: 2-1ATELTICO M.U,: Remia, De Carolis, Pierbattista (26’ st Montagonoli), Lattanzi, Capriotti, Susino, Faini, Mouhine, Berdini (34’ st Scarcelli), Di Chiara, Borraccini (7’ st Marcaccio). All. TrainiCORVA CALCIO: Paoloni, Cesoni (11’ st Doci Egliano), Baldini, Doci Lorenzo, Benhalima, Acciarini, Sinanaj, Belghazli...leggi
01/06/2024

PROMOZIONE. Dibattito aperto sugli Under. I maggiorenni la soluzione?

Ha destato notevole interesse l’articolo che abbiamo pubblicato nei giorni scorsi sull’iniziativa di alcune società del giorne B di Promozione di cambiare la norma relativa agli Under. Ricordiamo che dal prossimo campionato, le squadre di Eccellenza e Promozione della Regione Marche, dovranno avere negli undici uomini in campo, almeno un ragazzo ...leggi
28/05/2024

Promosse, retrocesse e gare da disputare. Dall'Eccellenza alla 2^ cat.

Si sta definendo il tabellone delle squadre marchigiane impegnate nei play-off e nei play-out. Di seguito riassumiamo i verdetti già emessi e le gare ancora da disputare, dall’Eccellenza fino alla Seconda categoria. ECCELLENZA Promossa in Serie D: Civitanovese Castelfidardo al primo spareggio fuori regione con U...leggi
20/05/2024

FUTURA 96. Santarelli: "E' andata bene ma è stato un anno devastante"

CAPODARCO. Si è chiusa nella maniera migliore una delle stagioni più tribolate nella storia della Futura 96. Una salvezza diretta e per certi versi insperata, guadagnata per un punto negli ultimi novanta minuti nel campionato di Prima categoria (girone D). Una stagione da mettere rapidamente in archivio senza rimpianti, per una squadra bersagliata...leggi
07/05/2024

SALVANO CALCIO. Santini: "Vittoria di squadra in campo e in società"

FERMO. E’ bastato meno di un anno al Salvano Calcio per vincere il suo primo campionato. La società fondata la scorsa estate ha infatti centrato al primo colpo la promozione in Seconda categoria, effettuando un percorso straordinario e riuscendo (unico caso nelle Marche) anche a rimanere imbattuta, quando alla fine mancano solo due giornate. Il pas...leggi
07/05/2024

SALVANO. Al primo tentativo arriva la promozione in Seconda Categoria

Vincendo per 4-0 sul campo "Martellini" di Porto Sant'Elpidio contro il Campiglione M.Urano (reti di Cocci, doppietta di Traini e un autogol) il Salvano Calcio approda in Seconda Categoria. La società fondata l'anno scorso, al primo colpo vince il campionato di Terza Categoria girone F con due giornate d'anticipo. A testimoniare lo strao...leggi
03/05/2024


PRIMA CAT. Si deciderà quasi tutto in 90'. Sarà un sabato da leoni

Si avvicina l’ultima giornata del campionato di Prima categoria e ovviamente siamo vicini ai verdetti ufficiali nei 4 gironi marchigiani. Qualcosa è già successo, ma molto deve ancora ancora accadere. Riepiloghiamo le varie possibilità anche per quanto riguarda le partecipazioni a play-off e play-out. ...leggi
30/04/2024

MONTEGRANARO. L'addio al calcio giocato di Guido Marilungo

MONTEGRANARO. Nell'ultima gara del campionato di Eccellenza, un simbolo del calcio montegranarese (e marchigiano) ha dato l'addio al calcio giocato. Guido Marilungo ha chiuso la sua carriera con i colori della sua città dopo anni nel professionismo. "Sono contento di smettere con una vittoria - ha dichiarato Marilungo ai microfoni di IGSport47 nel dopo ...leggi
29/04/2024


ECCELLENZA. Un campionato in 90'. Tutto può accadere nell'ultimo turno

Potrebbero non bastare gli ultimi 90’ minuti per i verdetti definitivi nel Campionato di Eccellenza. A una giornata dal termine, nel massimo torneo regionale, regna ancora un grande equilibrio, sia in testa che in coda. In pratica quasi tutte le squadre sono chiamate ad un ultimo sforzo, prima del rompete le righe. In vetta la Civ...leggi
23/04/2024


Torna in campo a 73 anni. "Convocazione inaspettata..."

Foto: dalla pagina Facebook di ASD Montelparo Sabato scorso si è scritta un'importante pagina al Montelparo (Terza Categoria G) dove, nella gara vinta per 9-0 contro il Montemonaco, ha avuto modo di tornare in campo all'età di 73 anni Tonino Di Santo, fondatore e colonna della società sin dagli anni '80. Un rega...leggi
18/04/2024



Vai all'edizione provinciale
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,14448 secondi