Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Free Image Hosting at FunkyIMG.com

Edizione provinciale di Fermo


AMAOLO: "Io per sempre grato al Montegiorgio. Così le ultime 3 di D"

Il tecnico del Pineto, sangiorgese doc, analizza l'ultimo scorcio di campionato e guardando all'Eccellenza fa il tifo per la società rossoblu dove lui ha smesso da giocatore iniziando la carriera di allenatore

PINETO. Un filotto di quattro successi consecutivi ha rilanciato il cammino verso i playoff del Pineto di Daniele Amaolo (foto), tecnico sangiorgese che in Serie D è ormai una autentica istituzione avendo guidato in tantissime piazze della nostra regione. Chi meglio di lui può andare ad analizzare l’attuale momento del Girone F di Serie D dove, a 180 minuti dal termine, sono tantissimi i verdetti da emettere.

Mister, gran momento per il suo Pineto: ben 13 punti nelle ultime 5 giornate. I playoff sono il vostro obiettivo?
“Stiamo attraversando un buon momento di forma effettivamente, siamo nei playoff anche se abbiamo lo scontro diretto a sfavore con la Vastese. La società aveva chiesto di fare bene e di occupare la zona medio-alta della classifica: direi che siamo in linea con quanto ci hanno chiesto. Ci restano queste tre gare, a partire dalla scontro diretto in programma domenica a L’Aquila. Daremo il massimo e poi tireremo le somme alla fine”.

Passiamo alla lotta al vertice: un punto divide il Matelica dalla “sua” Vis Pesaro. Come finirà questo duello?
“Facile dire che tutto è possibile, banale ma è realmente così. A dire il vero, il fatto che il sorpasso è stato li ad un passo in diverse occasioni ma non è arrivato, è un segnale non certo positivo per la Vis Pesaro: penso al pareggio subito su autorete allo scadere ad Agnone o alla rimonta in pieno recupero del Matelica. Chi rincorre fa sempre fatica e deve sperare in qualcosa da sopra. Merito al Matelica che sta tenendo botta, sarà determinante domenica prossima secondo me. La Vis Pesaro a Francavilla contro una grandissima squadra e il Matelica affronta in trasferta una Recanatese che deve vincere dopo due sconfitte per non complicarsi la vita”.

In coda sono diverse le marchigiane coinvolte. Ormai spacciato il Fabriano Cerreto, per il Monticelli ora si fa molto dura. Che ne pensa?
“Per gli ascolani la matematica dice ancora che si può sperare, domenica sono stati veramente molto sfortunati in tanti episodi: la vittoria avrebbe permesso di accorciare le distanze. Si giocheranno tutto ad Agnone in un autentico spareggio ma farlo senza Margarita non è cosa semplicissima. Quella di Stallone è una squadra in forma, con tanti giovani interessanti, abituata a lottare e a dare il massimo. Lo faranno anche in Molise dove, se non si riuscisse a vincere, sarà determinante non perdere”.

In zona playout anche un’altra sua ex squadra come la Jesina. Il duello sembra essere quello con il San Nicolò. E’ d’accordo?
“La classifica dice questo ma la vedo dura perché il San Nicolò ha un calendario ampiamente alla portata. L’Agnonese può tirarsi fuori. Penso che la corsa possa essere fatta sul Campobasso, reduce da sei sconfitte consecutive e non certo in un momento positivo in ogni senso”.

Detto dalla D mister, un’altra sua ex squadra, sta disputando una grande stagione in Eccellenza: il Montegiorgio. Può portare in porto questa cavalcata così importante?
“La seguo sempre e mi fa enormemente piacere vedere che sta viaggiando a grande ritmo. Al Montegiorgio devo molto perché lì ho smesso di giocatore e mi hanno permesso di iniziare come allenatore, di questo sarò sempre grato. Ho grandissimi ricordi e molti amici da quelle parti. Non me ne vogliano le rivali ma incrocio le dita anche io, da tifoso rossoblù, perché possa arrivare un traguardo che Montegiorgio merita dopo venti anni di Eccellenza e tante annate importanti. Lo meritano tutti e tornando indietro con la memoria sarei enormemente felice per un personaggio straordinario come Giacomo Belleggia che da lassù sicuramente sta seguendo la sua creatura e sarebbe il primo ad esultare oggi. In bocca al lupo al Montegiorgio!”.

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 18/04/2018
 

Altri articoli dalla provincia...



Montegiorgio, 6 davvero una matricola terribile!

MONTEGIORGIO. Real Giulianova, Agnonese, Castelfidardo, Sammaurese, Avezzano, Francavilla. Queste squadre contro il Montegiorgio hanno raccolto zero punti. Salgono a sei le vittorie di fila della squadra di Massimo Paci (foto) che da matricola si porta a -2 dalla zona playoff. L'ultima perla è l'1-0 contro il Francavilla, sfida giocata sempre a Monte San...leggi
17/01/2019

4^ cat.: I canarini adottano Montepacini. Nasce Soccer Dream Fermana

FERMO. La Fermana adotta il Soccer Dream Montepacini e nasce la Soccer Dream Fermana, una squadra di giocatori speciali che affronterà il Campionato di Quarta Categoria. Si tratta di un torneo di calcio a 7 aperto a ragazzi disabili, affetti da sindrome di Down, con ritardi cognitivi, sostenuta dalla Figc e dal CSI. L'accordo tra le due ...leggi
16/01/2019

FERMO. La Coppa Provinciale di 3^ categoria a La Montottonese!

TORRE SAN PATRIZIO. La Coppa Provinciale di 3^ Categoria per la delegazione di Fermo se l'aggiudica La Montottonese. Superato il Tirassegno per 2-1 grazie alle reti di Ciccarè e Traini nella finale giocata sul campo neutro sintetico di Torre San Patrizio. Ora per la società, nata ...leggi
12/01/2019

RECUPERI. Arriva l'ufficialità: il 29 e 30 dicembre si scende in campo

Dopo la riunione svoltasi nella sede ufficiale in Ancona, è stata confermata l'ipotesi data dalla nostra redazione in mattinata. Le squadre dilettantistiche marchigiane scenderanno in campo nel weekend tra Natale e Capodanno. Il Comitato Regionale Marche ha scelto i giorni 29 e 30 dicembre come date di recupero delle gare dall'Eccellen...leggi
10/12/2018

Peppe Sfredda: "Torno con entusiasmo per un progetto serio!"

MONTE URANO. Dopo un anno e mezzo di assenza torna nel mondo del calcio un personaggio che ha accumulato una grande esperienza ed ha sempre dato prova di notevoli capacità. Con grande piacere abbiamo scambiato alcune battute con Giuseppe Sfredda (foto), che da alcuni giorni è il nuovo direttore sportivo del Monturano Campiglione...leggi
07/12/2018

Cataclisma in Promozione: due sconfitte a tavolino per la Sangiorgese!

PORTO SAN GIORGIO. Due reclami delle società di Montalto ed Atletico Centobuchi hanno completamente ribaltato le ultime posizioni della classifica del girone B di Promozione. A farne le spese è stata la Sangiorgese. Il motivo? La presenza irregolare del calciatore Lamin Ndoje nella 8^ e nella 9^ giornata di campio...leggi
28/11/2018

MATELICA SHOW. Con l’86% di vittorie è seconda solo alla Juventus!

Quasi tre mesi di campionato ormai in archivio a ritmo serrato nel girone F dove la leader incontrastata è il Matelica che viaggia a ritmi stratosferici: ben 7 punti di vantaggio sul Cesena, leader designata del girone. Il successo sul Forlì di sabato è stato il numero 14 della stagione biancorossa con soli due stop all’attivo: quelli...leggi
26/11/2018

Marilungo sigla una clamorosa cinquina: "E con queste fanno 100 reti!"

SANT'ELPIDIO A MARE. La 10^ giornata di andata è stata caratterizzata nel girone E di Seconda categoria da alcuni risultati importanti, su tutti spicca il rotondo 6-1 inflitto dalla Vigor Sant'Elpidio alla Pennese. In copertina ovviamente Giacomo Marilungo (foto), autore di una splendida “cinquina”: “A livell...leggi
26/11/2018

Difesa record al Porto S. Elpidio: la squadra segue il "maestro" Mengo

PORTO SANT'ELPIDIO. Inutile negarlo, il Porto Sant'Elpidio è la squadra del momento nel campionato di Eccellenza. Non solo vince con il Tolentino e si issa al vertice della graduatoria, ma continua a mantenere una solidità difensiva che comincia ad assumere aspetti clamorosi. In 12 partite la squadra di mister Mengo ha subito solo 3 reti, in pratica un gol ogni ...leggi
26/11/2018


AMARCORD. Amaolo, l' "ammazzagrandi" pronto ad un tuffo nel passato!

Chiamatelo se volete “ammazzagrandi” il Pineto che, sul terreno amico, ha regolato prima il Matelica (alla seconda giornata) e poi il Cesena domenica scorsa: unica squadra capace di un cammino simile. Merito di un tecnico marchigiano (di Porto San Giorgio) che nelle ultime tre stagioni ha guidato gli abruzzesi come Daniele Amaolo e ...leggi
20/11/2018

"Montepacini, tutto falso: abbiamo salvato l'arbitro dal linciaggio"

Il presidente della Real Cuprense Maurizio Drago (foto a sinistra) non ci sta che la sua squadra passi da razzista. E replica sia sui social che per telefono al resoconto del responsabile della Save The Youths Montepacini Marco Marchetti, la squadra composta da immigrati e rifugiati. "Io non commento, aspetto le decisioni del giudice sportivo e successivamente difender...leggi
19/11/2018

Gagliardini, saracinesca del P.S. Elpidio: solo 3 gol in 10 partite!

PORTO SANT'ELPIDIO. Si conferma imperforabile la difesa del Porto Sant'Elpidio che nelle prime 10 gare di campionato ha subito solo 3 reti. Protagonista anche nella gara contro il Marina il portiere Federico Gagliardini (foto), arrivato in estate nella cittadina calzaturiera: “Lo scorso anno ho disputato la prima parte di stagione con il Messin...leggi
12/11/2018

Il difensore si fa male, lui può segnare ma sbaglia: Adami da applausi

Il Porto Sant'Elpidio ha espugnato il campo di Grottammare (0-1) ma più che i tre punti a far notizia è il bel gesto del giocatore ospite Gianluca Adami (come racconta Michele Rossi su tmnotzie.it). Pochi minuti dopo la rete di Cuccù (53'), c'è un contropiede per gli ospiti, il difensore locale Di Antonio è sulla palla ma d...leggi
05/11/2018

ECCELLENZA. Decisivi e Millenians: Zira, Salvatori e Paglialunga super

Tre colpi risolutivi, tutti nella seconda parte di gara che hanno portato successi importantissimi alle proprie squadre. Classe 2000, ovvero "Millenians" come va di moda chiamarli oggi, alla ribalta nel campionato di Eccellenza con gol che di sicuro resteranno nella loro memoria. Per tutti e tre infatti si tratta delle prima rete in Eccellenza. ...leggi
29/10/2018


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,09561 secondi