Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Come trovare un allenatore di calcio per le squadre più piccole?

Se i calciatori sono considerati l’anima del calcio, gli allenatori sono la componente che sta dietro al successo di una squadra. Pensando ai più grandi gol che sono stati assegnati nella storia calcistica, quanti di questi sarebbero effettivamente avvenuti se dietro non ci fosse stata la guida dell’allenatore di calcio? L'importanza dell’allenatore è ancora più cruciale se diamo un’occhiata in concreto e pensiamo alla difficoltà che spesso le squadre di calcio più piccole hanno per trovare un allenatore. Ora anche il calcio online è molto popolare e, in generale, la nostra società tecnologicamente avanzata, ha accesso a diverse forme di divertimento, come il casinò che può essere giocato online.

Ecco quindi la necessità di trovare qualcuno disposto a fare allenatore di calcio anche per le squadre più piccole, che nascono non tanto con l’ambizione di entrare in serie A o B, quanto per pura passione sportiva, per la possibilità di ritrovarsi insieme ai propri compagni e anche per fare un po’ di sport all’aria aperta. Il problema principale dei tema non particolarmente grandi è quasi sempre quello delle sponsorizzazioni. Una squadra amatoriale, per quanto promettente e affiata, difficilmente potrà mai avvicinarsi anche a una minima parte delle sponsorizzazioni di una squadra di serie A.

Per avere un’idea generica, basti pensare che uno dei più grandi calciatori del Paris Saint Germain vale, al minuto, 95 euro. Chiaro che con queste cifre, la fila degli allenatori disponibili a seguire una squadra è lunga, quasi interminabile.

Non è nostra intenzione sindacare il giro finanziario che c’è dietro il calcio, quanto affrontare il problema opposto, quello cioè delle squadre meno conosciute che fanno fatica a trovare finanziamenti e, di conseguenza, anche l’allenatore di calcio. 

Qualifiche e qualità di un allenatore

In un mondo ideale, anche le squadre più piccole dovrebbero poter scegliere l'allenatore che preferiscono, senza limitazioni di budget. Purtroppo però nella realtà non è così, perché la differenza tra i club delle serie più importanti e gli altri team incide anche sulla scelta del coach. Volendo selezionare qualche noto allenatore di calcio, le cifre sono più o meno le seguenti:

  • 11/12 milioni Conte (Inter)

  • 5,5 milioni per Sarri (Juventus)

  • 3 milioni per Fonseca (Roma)

  • 3 milioni per Mihajlovic (Bologna)

  • 2,5 milioni per Gasperini (Atalanta)

  • 2 milioni per Inzaghi (Lazio)

  • 2 milioni per Pioli (Milan)

Viste le cifre che girano ai livelli più alti, è senz’altro più realistico trovare qualcuno che voglia fare l’allenatore di calcio a cifre più umane.

Iniziamo dalle qualifiche, un aspetto su cui non c’è margine di manovra e non è possibile per le parti “mediare”.

Ogni allenatore viene abilitato alla guida di determinate fasce di squadre. Più elevato è il livello delle squadre e maggiori sono le qualifiche necessarie. Se alla ricerca di un allenatore è una squadra di una scuola o una squadra giovanile che non supera il livello dei campionati provinciali, la licenza allenatore di calcio non è necessaria.

Si tratterà a questo punto di mettersi alla ricerca attraverso delle modalità poco formali: il passaparola ad esempio, o un annuncio su un sito o una piattaforma di lavoro, un articolo sul giornale locale. Ci sono anche delle app che possono essere facilmente scaricate e che danno l'opportunità di mettere in contatto squadre e potenziali allenatori.

Per le categorie dalle regionali in su, occorre invece essere in possesso della qualifica rilasciata dalla FIGC che sarà specifica per ogni categoria di squadra.

image host

Come scegliere l'allenatore calcio per una piccola squadra

Fare l’allenatore calcio è una professione che si sceglie in primis per passione. Quando però la squadra da allenare è piccola, è importante dare un certo peso a una serie di qualità, che possono ottimizzare le potenzialità dei giocatori e attutirne le debolezze sul campo.

Prima di passare in rassegna le caratteristiche dell'allenatore di calcio perfetto, vediamo cosa invece non è necessario che sia presente nel CV di un coach: l’esperienza sul campo. Sono in molti a pensare che gli allenatori abbiano alle spalle un passato da calciatori ma in realtà non è così frequente. Quello che ovviamente è indispensabile è la passione per il calcio! Oltre a questo, dobbiamo aggiungere:

  • Reputazione ed eventuale passato come allenatore di calcio. Reperire delle informazioni sulle esperienze passate, soprattutto dalle squadre che sono state allenate da un coach, è molto importante per capire se la persona che abbiamo davanti è adatta per la squadra da allenare;

  • Adattabilità: nelle piccole squadre lo spirito di adattamento deve essere forte. I finanziamenti sono pochi, quindi non si può contare su trasferte da 5 stelle o su un’attrezzatura da serie A;

  • Capacità di interagire e far interagire tra loro giocatori di nazionalità diverse. Il calcio è uno dei settori in cui confluiscono giocatori di origini e nazionalità diverse questo non è evidente solo nei grandi club, ma anche in quelli più piccoli. Saper smussare eventuali difficoltà e creare un vero spirito di squadra è l'aspetto chiave di ogni buon allenatore;

  • Autocontrollo: l'allenatore di calcio deve essere in grado di autocontrollare le proprie emozioni, perché è proprio lui che deve dare l’esempio di razionalità e controllo ai giocatori della squadra. Le emozioni e la pressioni che derivano dal campo possono essere difficili da gestire, ma uno dei compiti di un coach è proprio questo;

  • Ottimismo: un coach pessimista non può che essere la peggiore scelta per una squadra. Le difficoltà, le partite perse, le incertezze devono essere sempre affrontate con grinta e ottimismo. Anche quando il quadro della situazione non è poi così roseo!

Print Friendly and PDF


Free Image Hosting at FunkyIMG.com
  Scritto da La Redazione il 29/03/2023
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,09666 secondi