Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI     DIRETTA

Edizione provinciale di Pesaro Urbino


ALMA J. FANO. Il Presidente Russo cambia idea e resta al comando

Il numero uno granata in una lunga conferenza stampa, spiega i motivi della sua decisione e chiede aiuto alla città

FANO. Si è tenuta questo pomeriggio la conferenza stampa in casa Fano, con il Presidente Russo in collegamento da remoto, che ha esposto quanto accaduto negli ultimi giorni e i motivi che lo hanno portato a prendere le varie decisioni, tra le altre quella di cambiare idea e restare alla guida della società.

“Ringrazio tutti per la partecipazione, che da parte mia avviene a distanza per problemi logistici - esordisce il numero uno granata - riguardo alla situazione che si è venuta a creare a Fano, devo ripartire allo scorso 8 dicembre, quando ci fu la gara contro la Recanatese. In quella occasione si erano verificati degli episodi per cui mi vidi costretto a spiegare ai miei figli, presenti insieme a me allo stadio, perché la tifoseria ce l’avesse nei miei confronti. In quella occasione, la frase “Terrone Vattene” gridata da un singolo e lo striscione appeso dalla curva, con scritto “Rispetto e serietà o fuori da questa città”, oltre ad altri cori, vennero immediatamente condannati dal sottoscritto e rimarcai la possibilità di lasciare il club qualora si fossero perpetrati. Domenica mattina quando mi sono arrivate le immagini delle scritte allo stadio, il mio primo pensiero è stato quello di collegarlo agli episodi passati ed individuare i possibili autori. Solo in un secondo momento ho riflettuto sul fatto che quelle scritte non erano state firmate. Inizialmente ho pensato di non meritare questo trattamento da parte dei tifosi, ho contato fino a cento e forse avrei dovuto farlo fino a mille, ma non ce l’ho fatta. Ci tengo a dire che non ho mai pensato che quelle scritte offensive e razziste rappresentassero il pensiero della città. Le prese di posizioni pubbliche da parte delle tifoserie organizzate, che si sono dissociate dall’episodio, così come gli attestati di stima pervenuti, mi hanno fatto capire che si trattasse di atti vandalici circoscritti a singoli individui. Voglio ringraziare tutti gli ultras, che mi hanno manifestato sostegno negli ultimi giorni. Detto questo, mi rendo conto che mollare a stagione in corso sarebbe un errore e potrebbe essere preso come pretesto o disegno premeditato, del fatto che qualcuno avrebbe organizzato il tutto. Mi preme sottolineare, che il più interessato ai risultati del campo, è il sottoscritto. Al momento forse sono stato l’unico a dimostrare di voler tenere vivo il calcio a Fano, nonostante le sorprese avute nel corso della due diligence avvenuta nel corso degli scorsi mesi, ho deciso di andare avanti e penso che fino ad ora, ho onorato tutti gli impegni presi. L’amara verità è che il sottoscritto ha dovuto fronteggiare una situazione che aveva criticità organizzative ed economiche, che hanno minato il progetto che mi ero prefissato in estate. Posso garantire che la serietà ed il rispetto per Fano non sono mai mancate. Non dispongo di risorse infinite. Voglio anche far riflettere, che da dicembre a questi giorni, nessuno si è reso disponibile a fare meglio di me o comunque a dare una mano, nonostante non abbia mai chiuso la porta dell’Alma J. Fano a nessuno e continuerà a restare aperta a tutti coloro che vorranno in qualche modo aiutare.  Capisco inoltre che la tifoserie arriva da sei anni di delusioni, che pesano su tutti e che hanno pesato sull’approccio della piazza nei miei confronti. Non nascondo anche gli errori, che ci portano a risultati sportivi poco positivi. Ritengo comunque che a livello di budget e sportivo, non siamo inferiori a molte squadre. Penso dunque che al momento, chi ha veramente a cuore il Fano, si debba stringere intorno alla squadra e aiutare i ragazzi a tirar fuori il loro potenziale ed evitare di compromettere ancora la stagione. Se non si fosse ancora capito, io continuerò questa avventura, perchè non scappo nel momento del bisogno di questi ragazzi, che mi hanno dato fiducia ed hanno stretto dei patti con me. Sicuramente qualcosa ho sbagliato e faccio mea culpa, probabilmente dovrò essere più presente anche fisicamente alla squadra, facendomi aiutare da chi fin qui mi è stato vicino e ci ha messo la faccia nell’Alma Juventus Fano, tra questi ci sono l’avvocato Ciani, Franco Pantaleone, Luca Alessandrini e Adriano Mattucci che ha accettato la nomina di vice presidente, con loro spero di colmare il vuoto di presenza che ho lasciato sul territorio. Saranno loro ad interfacciarsi con la squadra e le autorità e porteranno avanti il lavoro da svolgere con il settore giovanile. Un comitato che ovviamente è aperto ad accogliere nuove figure, magari fanesi, che rendano più forte il legame tra la società e la città, di cui l’Alma Juventus Fano è patrimonio”.

Print Friendly and PDF


Free Image Hosting at FunkyIMG.com
  Scritto da La Redazione il 08/02/2022
 

Altri articoli dalla provincia...



SPAREGGIO. Superato il Torrione: a salire in 1^ è la Falco Acqualagna

Falco Acqualagna – Torrione 1-0 FALCO ACQUALAGNA: Gori, Foresto (87’ Grilli), Marini G. (67’ Rebiscini), Marini F. (84’ Lupini), Angradi Fab., Angradi Fil., Cazzola, Bartoli, Carloni (71’ Marini M.), Marcucci, Ferraraccio (93’ Arradi). All. Bettelli TORRIONE: Pierantozzi Davis, Capriotti, Ottaviani, Merlini, Gabrielli, Carboni (84...leggi
25/06/2022


Una squadra non si iscriverà al prossimo campionato

Nella prossima stagione sportiva dilettantistica non si vedrà ai nastri di partenza l'Africa Promo Foot. La società ha infatti comunicato che non si iscriverà al campionato di Terza Categoria, dopo che nell'annata appena conclusa aveva preso parte al girone A. Ringraziamo tutti i Giocatori, Dirigenti, Allenatore e i Tifosi ch...leggi
24/06/2022

Pergolese in Prima Categoria?

Potrebbe venire subito occupato il posto lasciato libero dal Cantiano in Prima Categoria. Mentre nel paese ha preso vita in Seconda Categoria l'ASD Atletico Luceoli Cantiano (tramite il cambio di denominazione della neo promossa Atletico Luceoli) a salire in Prima Categoria potrebbe ess...leggi
23/06/2022


Fantastico Real Altofoglia: i segreti del successo

BELFORTE ALL'ISAURO. Sale in Prima Categoria il Real Altofoglia, la squadra di Belforte all’Isauro, una cavalcata formidabile fatta di 21 vittorie, 7 pareggi e solamente 2 sconfitte. Una società giovane, seria e dinamica, con un Presidente visionario come Filippo Pini e un DS lungimirante come Cesare Bertini, che costruiscono un te...leggi
31/05/2022

San Costanzo nella storia: vola in Promozione!

Storica impresa del San Costanzo che con un rotondo 3-0 contro la Castelleonese si aggiudica la testa della classifica del girone B di Prima categoria (vedi la classifica finale) e vola nel campionato di Promozione, una categoria dove in 56 anni di storia non ha mai militato. La partita &e...leggi
29/05/2022


Maior in Prima categoria! I numeri della promozione

La Maior è tornata in Prima categoria a distanza di tre anni e a Montemaggiore al Metauro (sabato) si è festeggiato un traguardo cercato da società e tifosi. La squadra di mister Latini, superando il Piandirose, ha colto il 22° successo di una stagione monstre, condita anche da 5 pareggi e con appena 2 sconfitte. La Maior, oltre ai 71 p...leggi
24/05/2022

Il Brescia, la serie C, la salvezza col Piandirose: Fiori smette

La sua è una storia particolare. Tra il 2007-2009 ha accumulato 23 presenze in serie C, ha avuto l'onore di essere il capitano del Brescia Primavera, sogna di allenare una prima squadra, ma intanto annuncia di smettere col calcio giocato. Alessio Fiori (vedi scheda), classe 1...leggi
13/05/2022

E' promozione alla prima stagione: Ca' Gallo in Seconda categoria!

Dopo una cavalcata mostruosa il Ca' Gallo vola in Seconda categoria a due giornate dal termine del campionato.La formazione di Montecalvo in Foglia, ricostituita in piena pandemia e iscritta al campionato di Terza categoria 2020-2021 (campionato mai partito per via del Covid), batte il Gallo Football 8-0 e vince il girone A di Terza categoria con 59 punti...leggi
30/04/2022

Dilettanti Marche: c'è già il primo verdetto della stagione

PESARO. E' arrivato il primo verdetto del calcio dilettantistico marchigiano. L'Hellas Pesaro con il successo per 2-0 contro il Tre Ponti ha vinto il campionato di Terza Categoria girone B con quattro giornate di anticipo. La società pesarese ha centrato la promozione in Seconda Categoria al primo tentativo, essendo stato questo il debut...leggi
15/04/2022


FAIR-PLAY. Frattini chapeau: fa annullare il gol della sua squadra!

Un gesto di fair-play che fa bene al calcio dilettanti. Si è verificato sabato scorso durante la partita di Prima categoria (girone A) tra Vismara e Tavullia. I fatti: su un cross di Salvatori il pallone è uscito di qualche centimetro in fallo laterale senza che l’arbitro se ne sia accorto nonostante la bandierina alzata del segnalinee: nell...leggi
06/04/2022

AVVISO AGLI UTENTI. Aggiornata la app ITALIAGOL

- DOWNLOAD PER IOS - DOWNLOAD ANDROID Rilasciato un importante aggiornamento di Italiagol, la app che da qualche anno sta accompagnando la redazione e gli utenti di Marcheingol.it nell'aggiornamento ...leggi
31/03/2022


Vai all'edizione provinciale
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,10151 secondi