Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pesaro Urbino


INTERVISTA. "Urbania, bene così. Squadre blasonate fanno i playout"

Il tecnico Gianluca Fenucci si mostra soddisfatto del cammino dei suoi ragazzi: "Credo che sia uno dei migliori risultati di questa società negli ultimi 10 anni in un campionato che ci ha fatto confrontare con tante realtà che investono molto più di noi, con nomi altisonanti, e si ritrovano a fare gli spareggi per non retrocedere”

URBANIA. Il cammino dei ragazzi terribili dell’Urbania si è interrotto mercoledì pomeriggio a Fabriano con la sconfitta in semifinale playoff contro la squadra di mister Tasso: un 2-0 che ha portato in finale proprio i cartai che saranno in campo domenica alle 16,30 al Ferranti di Porto Sant’Elpidio. Nessun dramma ma tantissimo orgoglio per il tecnico Gianluca Fenucci (foto) tra gli artefici di questo campionato super: “Bisogna essere contenti di quanto fatto –ammette il tecnico di Charavalle - il rammarico c’è perché tutti avremmo voluto proseguire il cammino, come avevo scritto ai ragazzi prima della partita con il Fabriano. Però bisogna essere anche obiettivi e sereni, come lo ero anche dopo la gara. Abbiamo cercato di vincerla come abbiamo sempre fatto, con le nostre caratteristiche e senza snaturarci affatto. Non ci siamo riusciti perché dall’altra parte c’era una squadra esperta, scaltra e molto forte. Il verdetto del campo va accettato senza remore e mezzi termini”.

Mister, guardando indietro c’è qualche piccolo rammarico?
“Forse si. Sta nei tanti piccoli infortuni degli ultimi due mesi che ci hanno fatto arrivare in condizioni non ottimali a questa gara: penso a Bozzi, Temellini ma anche Pagliardini e qualcun altro. Ma dobbiamo essere felici e soddisfatti del grande cammino fatto. Credo che sia uno dei migliori risultati dell’Urbania negli ultimi 10 anni in un campionato che ci ha fatto confrontare con tante squadre che investono molto più di noi, con nomi altisonanti e si ritrovano a fare gli spareggi per non retrocedere”.

I complimenti alla sua squadra sono arrivati anche da fuori regione, con Domenico Izzotti che ha sottolineato l’età media del suo gruppo. Cosa pensa di questo giudizio?
“In generale quello abruzzese è molto tosto fisicamente e i complimenti vanno anche al suo Alba Adriatica che ha fatto un cammino similare. Ringrazio i tanti addetti ai lavori e in particolare Domenico Izzotti che ci hanno fatto complimenti, riconoscendo la qualità del gioco. Anche a Fabriano nella ripresa abbiamo preso in mano il gioco ma ci è mancato solo di trovare il gol del pareggio”.

Stagione conclusa, si guarda al futuro. Quello di Gianluca Fenucci sarà ancora ad Urbania?
“Se loro vogliono e hanno piacere sono anche pronto a rimanere ad Urbania dove mi sono trovato benissimo. Io sono legato a questo ambiente e alla società. Sono legato a Pierangelo Nanni che ha avuto il grande merito di formare questa squadra. Molti giocatori io non li conoscevo e lui li ha voluti fortemente. Lo stesso Luca Fraternali che ha fatto tantissimi gol e l’anno scorso era in Prima categoria: ha avuto intuizioni molto importanti. La società in generale mi ha sempre trattato benissimo e fatto sentire sempre a casa. A prescindere da tutto il resto credo sia giusto aspettare Urbania e dire che sia un lavoro da non ritenere concluso. Questa squadra deve capire che se sta insieme, continuando con quei valori, può continuare a fare bene anche l’anno prossimo. Sono state gettate basi importanti per i prossimi anni con tutti ragazzi giovani e del territorio. Poi se mi vorranno continuerò li”.

 

 

Print Friendly and PDF
Free Image Hosting at FunkyIMG.com
  Scritto da La Redazione il 10/05/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



Vicenda Martiniello. L'assordante silenzio del Palazzo. VIDEO Mediaset

Calcio marchigiano su tutte le prime pagine di giornali, telegiornali e siti on line, per un episodio non certo edificante: il primo caso nazionale di Daspo comminato ad un arbitro, a seguito dei fatti avvenuti nel dopo partita di Borgo Mogliano – Montottone Grottese, valida per il campionato di Seconda categoria. Tutti ne parlano, ad esempio le maggiori ...leggi
12/02/2020

Cossa: "A Macerata gli anni più belli. Pergolese? Che tristezza..."

“Sono due o tre anni che penso di smettere e dico che sarà l’ultimo. Poi durante l’estate, dopo un po’ di riposo, mi riprende la voglia, qualche squadra mi cerca, mi lascio convincere e ricomincio. Finché i numeri ci sono cercherò di tenere botta, anche se il peso degli anni e gli impegni con la famiglia ed il lavoro si fanno sentire”....leggi
10/02/2020

Ecco le cooperative del gol in Prima e Seconda categoria

Superata la metà della stagione, nei campionati di Prima e di Seconda categoria, è già tempo per stilare i primi bilanci e dare un'occhiata alle statistiche. Prendiamo oggi in esame le reti segnate nei vari gironi, mettendo in evidenza anche le squadre che stanno dimostrando di aver maggior dimestichezza con le reti avversarie. ...leggi
16/01/2020

Il Fossombrone alza la Coppa di Eccellenza: battuto il Porto d'Ascoli

Porto d'Ascoli - Forsempronese 1-2SENIGALLIA. Trionfa la Forsempronese nella finale valevole per la Coppa Italia di Eccellenza Marche. Sul campo neutro dello stadio "Bianchelli" di Senigallia gli uomini di Fucili battono il Porto d'Ascoli per 2-1 in una gara emozionante che si &...leggi
15/01/2020

Dalla 1^ categoria alla Nazionale della Guinea: la storia di Dumbuya

Dal calciotto alla Nazionale del suo paese, passando per la 1^ Categoria di casa nostra. E’ la bella storia di Mohamed Dumbuya, 28enne della Guinea, lo stato dell’Africa occidentale da cui è approdato a Pesaro. La federazione guineiana, saputo che giocava in Italia, ha richiesto i suoi filmati per poterlo convocare in Na...leggi
13/01/2020

Fossombrone in testa dopo 10 anni. Fucili: "Obiettivo 40 punti"

Ha il maggior numero di vittorie (9 in 17 gare) ed è per questo che vola al primo posto agganciando l'Atletico Gallo a quota 30. Era da maggio 2009 che il Fossombrone non chiudeva la domenica da capolista del campionato di Eccellenza, ci è riuscito dopo la vittoria s...leggi
13/01/2020

Questa Coppa è un...Fiore all'occhiello del Pole Calcio!

La Coppa di Terza Categoria di Pesaro finisce nella bacheca del Pole Calcio, che nella finalissima disputata oggi pomeriggio al Comunale Cà Gallo di Montecalvo in Foglia supera 1-0 il Babbucce. Un successo meritato per la società di Acqualagna che, nata sei anni fa, vive sul...leggi
11/01/2020

Filippo Pagliardini segna per la Fermignanese e tifa ancora Urbania

Dopo tanti anni trascorsi sui campi di Serie D ed Eccellenza da questa stagione Filippo Pagliardini (foto) ha sposato il progetto della Fermignanese (Prima categoria girone A). “E’ stata una scelta dovuta più che altro alle esigenze lavorative, non riuscivo più a conciliare i vari impegni – spiega Pagliardini – La ...leggi
31/12/2019

K-Sport Azzurra e Castelraimondo regine del 2019!

Con 85 punti e una media di 2,29 in 37 partite disputate da gennaio a oggi, è la K-Sport Azzurra (foto) di Montecchio la stella dell'anno dei Dilettanti. Tra tutte le 247 squadre che vanno dalla Serie D alla Seconda Categoria, l'attuale capolista del girone A di Prima Categoria ha fatto più punti di tutti nel 2019: ai 43 da gennaio a maggio ne ha aggiunti...leggi
31/12/2019



Bertini story: fermato per problemi cardiaci, va in campo dopo 3 anni

Ad agosto 2017 aveva dovuto interrompere il suo sport preferito, il cuore faceva le bizze e dopo una visita specialistica arrivò la diagnosi: prolasso della valvola mitrale, stop al calcio. Oggi ricorda quel giorno così: "Piansi per tutto il viaggio, da Ravenna a casa, per il dispiacere di non poter più giocare a pallone", ha raccontato a Il Resto del Carlino....leggi
27/11/2019

Riccardo Ruggeri, che giornata. A 18 anni para due rigori!

Fino all'anno scorso guardava i suoi compagni dagli spalti, nell'ultima partita è stato protagonista assoluto parando due calci di rigore. Riccardo Ruggeri (foto), 18 anni, studente al quinto anno di Liceo Scientifico e con un futuro da ingegnere ("Il prossimo anno farò l'Università a Bologna...", confida), nella partita tra Villa Ceccolini...leggi
25/11/2019

"Atletico Gallo primo?" Canestrari spiega perchè non è una sorpresa

"L'Atletico Gallo in vetta costituisce una sorpresa solo per chi non lo conosce bene. Da anni è abituato a lottare per le prime posizioni e l'innesto di pedine di spessore l'ha reso ancor più competitivo. Lo stesso discorso vale per l'Urbania seconda che sta proseguendo sulla strada intrapresa la scorsa stagione". Al Corriere Adriatico parla il direttore sportivo ...leggi
15/11/2019

Urbino vola in vetta. Lucarini: "Ottimo avvio ma dobbiamo crescere!"

URBINO. Reduce da un rotondo successo in campionato contro il Camerano, aggancia la vetta della classifica in Promozione (girone A) l'Urbino 1921, che si candida a recitare un ruolo da protagonista nel corso della stagione. Abbiamo provato a fare un punto sulla prima parte del torneo, in compagnia di Marco Lucarini (foto), direttore sporti...leggi
28/10/2019


Vai all'edizione provinciale
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,16575 secondi